IL NOSTRO ABBRACCIO A CINQUE STELLE PER IL TRIBUNALE DI SCIACCA

Per effetto della legge n.148/2011, votata anche da illustri esponenti della politica locale da cui non ci sentiamo di certo rappresentati, il nostro Palazzo di Giustizia risulta essere ancora tra i 37 minori che rischiano la chiusura, pur essendo stato considerato recentemente dal Consiglio Nazionale Forense, uno di quelli più virtuosi.
Il movimento cinque stelle di Sciacca ritiene inaccettabile ed impensabile la possibile soppressione del nostro presidio di giustizia e degli interconnessi presidi di legalità in una terra minacciata da tempo da Cosa Nostra e da ecomafie.

Veder chiudere i cancelli del nostro Tribunale, con la motivazione di un falso quanto realmente effimero risparmio economico per lo Stato, sarebbe la beffa finale riservata a noi cittadini, che abbiamo assistito inermi per anni al saccheggio delle nostre principali risorse economiche e siamo stati privati finanche di tutte le infrastrutture necessarie al rilancio socio-economico del nostro territorio. Lo spostamento verso gli uffici giudiziari più vicini – quelli di Agrigento – sarà indubbiamente, per noi, parecchio difficoltoso e dispendioso, anche in termini di costo di vite umane, costrette a viaggiare su strade altamente pericolose come la nostra SS115.
E’ giunto il momento che i cittadini saccensi levino a gran voce il proprio dissenso su una delle questioni più scottanti che riguardano il nostro territorio ed il suo hinterland. Domani, in occasione della commemorazione del 20.mo anniversario dalla morte del giudice Giovanni Falcone, di sua moglie Francesca Morvillo e della sua scorta, sarà celebrata una messa, a partire dalle ore 19 presso la Chiesa BMV di Loreto, della Perriera.  Dopo la funzione, tutti i partecipanti raggiungeranno in corteo a piedi il vicino Tribunale per cingerlo in un simbolico abbraccio.
Noi cittadini del movimento cinque stelle di Sciacca saremo presenti ed invitiamo tutta la cittadinanza anche dei comuni limitrofi a non mancare.

Share