SOFFIA UN VENTO NUOVO

A poco più di due settimane dalla rocambolesca conclusione della campagna elettorale, riteniamo sia arrivato il momento di tirare le somme e commentare il risultato del MoVimento 5 Stelle di Sciacca.

Soltanto due mesi fa discutevano dell’opportunità di affrontare in prima linea l’imminente tornata elettorale; all’intraprendenza di alcuni si contrapponevano le incertezze di altri. I primi spronati dal coraggio, o incoscienza che dir si voglia, i secondi frenati dai dubbi della razionalità. Tuttavia, qualunque fosse l’idea di ciascuno di noi, avevamo la certezza di condividere un modo di fare politica che oggi i partiti hanno dimenticato: la politica che recupera il suo significato originario di amministrazione per il bene di tutti e con la partecipazione diretta dei cittadini, la politica per la gente e non come professione.

Come tutte le decisioni del gruppo, anche quella di presentare la lista del M5S per le comunali fu approvata a maggioranza, una maggioranza in cui ogni voto vale uno. Prevalse la linea di chi credeva nell’assoluta necessità di dare, da subito, un segno tangibile della nostra presenza, di dare ai cittadini un’alternativa credibile.

Da quel momento in poi tutti, anche quelli che inizialmente avevano espresso perplessità, si sono spesi anima e cuore a sostegno della candidatura a sindaco di Emma Giannì, la nostra bandiera per tutta la campagna elettorale, e dei venti candidati al consiglio comunale che in prima linea, con la loro faccia, hanno portato avanti il progetto. A loro il primo doveroso ringraziamento da parte di tutto il M5S, perché senza il loro coraggio oggi saremmo qui a rimpiangere un’opportunità sciupata.

L’avventura è stata tutt’altro che semplice. Il M5S si è trovato a fronteggiare, con “fiera inesperienza” e con le sole risorse del gruppo, ogni aspetto della campagna elettorale, dal più piccolo al più grande: dalla stesura di un programma condiviso con i cittadini alla ricerca di una sede elettorale, dal rispetto dell’iter amministrativo per la presentazione della lista ai dibattiti e confronti con gli altri candidati, dalla promozione dei candidati all’affissione dei manifesti, dalla campagna porta a porta alla preparazione delle evento di Beppe Grillo e così via.

A queste difficoltà si è aggiunta l’arroganza di alcuni presunti “professionisti” della vita politica saccense che, quando non impegnati a denigrare con offese personali i nostri candidati e sostenitori, ci accusavano d’incapacità amministrativa e mancanza d’idee. Con quale coraggio chi sino a oggi ha governato la città e l’ha condotta a questo sfacelo si permette di mettere in dubbio l’altrui capacità di governo? Che sfacciataggine! A questi attacchi, evidentemente generati dal timore di un’inarrestabile forza di popolo, abbiamo sempre risposto con pacatezza e con i contenuti del nostro programma.

Non abbiamo mai avuto la pretesa di primeggiare in dibattiti televisivi cui non siamo certamente avvezzi, anzi, con fierezza sottolineiamo la nostra diversità e la nostra estraneità ad un certo modo di comunicare: preferiamo il contatto con la gente piuttosto che gli altisonanti proclami televisivi. Lo testimonia la nostra deliberata assenza da inutili spot televisivi in cui i candidati scorrevano l’uno dietro l’altro come figurine di un album di calciatori. Il risultato è una campagna elettorale costata a tutto il M5S (perché a differenza degli altri la nostra è stata una campagna del gruppo e non dei singoli) non più di 1500€. Provate a chiedere a qualcuno degli eletti e dei non eletti il costo della sua campagna elettorale; crediamo ne resterete sorpresi.

La presentazione della lista M5S a Sciacca ha rappresentato un tam-tam per la provincia di Agrigento e non solo. Dai comuni di Menfi, Ribera, Sambuca di Sicilia, Santa Margherita, Montevago, Caltabellotta, San Biagio Platani, Agrigento, Favara, Partanna, Castelvetrano, Mazzara del Vallo, Marsala, sono accorsi giovani e meno giovani che, oltre a dare sostegno e incoraggiamento alla nostra iniziativa, saranno presto i protagonisti nelle loro città di quell’ondata inarrestabile di rinnovamento che sta investendo la nostra terra e il paese intero. L’avere innescato i focolai di questa rivoluzione culturale nel nostro hinterland ha rappresentato già un primo successo del gruppo di cui siamo molto orgogliosi.

La serata del 29 Aprile, con Beppe Grillo e la presentazione dei nostri candidati, ha visto una piazza gremita (oltre 6000 persone) come non si vedeva da tempo. In quell’occasione Grillo è riuscito, con quel modo unico di comunicare che lo caratterizza, a far riflettere la gente su temi molto seri ma con il sorriso sulle labbra. Dal canto loro i nostri candidati hanno dimostrato sul palco quella genuinità e trasparenza che sono ormai merce assai rara nella classe politica attuale. Una serata da ricordare che rappresenta il secondo successo del gruppo.

Infine il risultato elettorale, atteso con la serenità di chi, con pochi mezzi, ha affrontato i Golia della politica saccense. Un risultato che, con i 2040 voti del candidato sindaco (8.9%) e i 1068 voti della lista (4.2%), è andato ben oltre le nostre aspettative iniziali. È mancato veramente poco al traguardo del consiglio comunale ma oggi non si poteva pretendere di più. Siamo pienamente soddisfatti di questo risultato che rappresenta un ottimo trampolino di lancio per le future iniziative sociali e politiche del M5S di Sciacca. Il terzo successo del gruppo.

Vogliamo cogliere l’occasione per ringraziare quei cittadini che ci hanno sostenuto con le parole e con i fatti. Il nostro auspicio è che la nostra avventura e il nostro risultato possano dare coraggio a tutti quelli che sino a oggi hanno avuto il timore di fare un salto nel buio: noi l’abbiamo fatto e siamo atterrati sull’onda del cambiamento che continueremo a cavalcare.

Soffia un vento nuovo a Sciacca, in Sicilia, in Italia. Un vento a 5 stelle.

 

MOVIMENTO 5 STELLE DI SCIACCA

 

Share