I surfisti della politica

Matteo Mangiacavallo, candidato all’Assemblea Regionale Siciliana per il MoVimento 5 Stelle nel Collegio di Agrigento

Non basta una faccia pulita da vetrina per presentarsi agli elettori quali portavoce del cambiamento e bandiere di una rivoluzione culturale.

A leggere certe dichiarazioni sembra quasi che nessuno sia responsabile dello stato fallimentare in cui versa la nostra regione. Quella povertà diffusa e quel clientelismo congenito che ci soffocano sarebbero da attribuire a una non ben identificata classe dirigente che tutti i partiti, nessuno escluso, si affrettano oggi a ripudiare.

Come dopo un bagno nella fonte battesimale, i veri protagonisti di questo sfacelo si ripropongono quali salvatori della Patria. Ed è così che vediamo scritti nei loro manifesti e sentiamo riecheggiare dalle loro bocche slogan quali: lotta agli sprechi e al malaffare, rinnovamento della classe dirigente, sviluppo sostenibile, legalità e trasparenza.

Parole che pronunciate da queste persone, sia che si tratti di giovani prestatisi come maschere alla vecchia politica sia che si tratti degli stessi individui che hanno trasformato la politica in una professione e da anni siedono sulle poltrone del potere, appaiono prive di qualsiasi significato e si palesano come l’ennesimo tentativo di prendere in giro gli elettori.

Davvero i partiti dei Fiorito, dei Lusi, dei Cuffaro, dei Lombardo, dei Micciché, degli Scilipoti e chi più ne ha più ne metta, pensano di poter nascondere dietro nuovi simboli e nuovi volti i risultati del loro malgoverno e del loro malcostume?

Con quale coraggio tornano a chiedere il consenso alla gente che lotta per sopravvivere a una crisi senza precedenti e ascolta quotidianamente dello sperpero di soldi pubblici usati per champagne, ostriche e feste in maschera?

Il MoVimento 5 Stelle non ha certamente il copyright su temi quali il taglio dei costi della politica, la partecipazione dei cittadini, la trasparenza nelle pubbliche amministrazioni, la green economy, ma è pur vero che è l’unico soggetto politico che ha la credibilità per proporre e attuare con i fatti (come già in Piemonte ed Emilia-Romagna) quanto gli altri si limitano a blaterare nel tentativo maldestro di cavalcare l’onda.

 

Matteo Mangiacavallo – Candidato all’Assemblea Regionale Siciliana – Circoscr. AG – M5S Sciacca

Cristiano Bilello – M5S Sciacca

Share