Un posto tra i grandi elettori alla base dell’accordo destra-sinistra all’ARS?

Cancelleri: “Lo abbiamo saputo dalla stampa. Sarebbe una vero inciucio

Ci sarebbe il posto nella pattuglia siciliana dei grandi elettori che andrà in trasferta a Roma per eleggere il Presidente della Repubblica dietro l’accordo  destra-sinistra sul voto alla legge sulla doppia preferenza di genere. Questo, almeno, secondo quanto pubblicato da Blog Sicilia che che lo scrive chiaramente nell’occhiello di un pezzo: “I voti del Pdl scambiati con un posto fra i grandi elettori”.

Secondo la ricostruzione del blog, il posto spettante al Movimento Cinque Stelle sarebbe stato barattato con il via libera a Roma per Cascio, cioè, colui che ha avanzato la richiesta di stralcio dell’art. 1 dal resto della legge che ha poi permesso di approvare la sola preferenza di genere e cassare tutto il resto.

Se questa ricostruzione fosse vera – afferma il capogruppo del Movimento cinque Stelle, Giancarlo Cancelleri – sarebbe la prova dell’inciucio che abbiamo ampiamente denunciato già subito dopo la votazione in Aula. Da come si erano svolti i lavori avevamo nettamente capito che qualcosa non quadrava. Avevamo presentato un emendamento, eravamo pronti a migliorare la legge, eravamo pronti a discutere, poi, a metà della seduta, i lavori si sono interrotti. Deputati del Pdl si sono incontrati con quelli del Pd, sono tornati in Aula e hanno votato assieme. E Pensare che i guasti della legge li avevamo fatti notare perfino a Crocetta, che ci aveva promesso cambiamenti, visto che la legge nei termini con cui stava andando in Aula, prefigurava il voto di scambio. Dopo il cambio di rotta ci siamo chiesti quale sarebbe stata la contropartita. Ora basterà aspettare l’Aula di lunedì per capire se effettivamente in gioco c’era il posto di grande elettore”.

Share