È online il nuovo numero di Cittadini5StARS

È online il nuovo numero del giornale Cittadini5StaARS, che racconta la parte più importante del lavoro svolto a marzo dai deputati 5 Stelle a Palazzo dei Normanni.

I fatti li promuovono ampiamente e anche i giornali hanno riconosciuto la bontà del loro operato.

Di seguito l’editoriale in apertura del numero.

Populisti, inadeguati, impreparati. Il repertorio di aggettivi accostati ai parlamentari 5 Stelle è praticamente sterminato. Soprattutto, lo era, prima del loro ingresso a palazzo dei Normanni. Gli avvenimenti, però, stanno smentendo tutti, gli aggettivi stanno perdendo colore, l’esercito dei detrattori sta perdendo soldati.

In appena quattro mesi di legislatura i 15 di sala d’Ercole hanno centrato risultati ottimi, storici, addirittura epocali. Sono stati stoppati gli americani (al Muos di Niscemi) e le trivelle nel Belicecancellate le Provincestratagliati gli stipendi (per ora solo quelli dei 5 stelle). La commissione Bilancio (e probabilmente qualche altra ancora, tra cui quella Ambiente) opererà sotto gli occhi digitali delle telecameresi rifarà il progetto per l’elettrodotto della Valle del Mela, sono stati avviati gli stanziamenti per il microcredito destinato alle piccolissime imprese. In una parola hanno parlato, anzi urlato, i fatti.

E’ nato così il modello Sicilia, che ha passato lo Stretto e valicato le Alpi, calamitando a palazzo dei Normanni troupe e giornalisti d’ogni dove, Giappone, Svezia e Germania compresi. E se il buongiorno si vede dal mattino, tutto fa credere che dalle parti di piazza del Parlamento, c’è da aspettarsi il solleone.

Col passare del tempo i 15 “populisti”, saranno sempre meno “inadeguati” e “impreparati”, pronti a impartire lezioni di pragmatismo ai soloni del parlamento più antico d’Europa e a dimostrare, urbi et orbi, che i risultati possono arrivare solo se si perseguono gli interessi delle politica e non, come spesso accade, la politica dell’interesse.

Scarica il secondo numero di Cittadini5StARS!

Share