Muos, commissione al lavoro senza l’esperto della Regione. Zucchetti: “E’ una presa in giro”

I risultati sono già scritti. Diranno che la gente non corre pericoli”.

La commissione dell’Istituto superiore di Sanità  è una presa in giro. I risultati posso anticiparli fin d’ora: diranno che per la salute della popolazione non c’è il minimo rischio”.

Massimo Zucchetti, il docente del Politecnico di Torino, esperto di protezione dalle radiazioni  che era stato chiamato  dalla Regione e dal presidente della commissione Ambiente dell’Ars a far parte della commissione che valuterà gli effetti nocivi del Muos sulla salute dei cittadini, invita  tenere altissima la guardia sulle analisi, per le quali si starebbe già lavorando “senza nessuna trasparenza”  e senza la sua collaborazione.

Ho saputo che la Commissione dell’Istituto Superiore della Sanità si è già riunita, ma nessuno me ne ha dato comunicazione, sebbene avrei dovuto farne parte. I componenti sono  esperti del solo Istituto superiore di Sanità, notoriamente negazionisti al massimo livello sugli effetti dei campi elettromagnetici. Li abbiamo sempre avuti contro nei lavori che abbiamo fatto in passato e non c’è alcun dubbio che  i risultati a cui arriveranno sono scontatissimi, al punto che mi sento di anticiparli:  allo stato dell’arte non risulta in letteratura alcuna prova di correlazione dimostrabile fra campi elettromagnetici ed effetti sulla salute. Quindi non vi è il minimo rischio per la popolazione”.

Per correre ai ripari  Zucchetti e il presidente della commissione Ambiente dell’Ars, il deputato del Movimento Cinque Stelle Giampiero Trizzino, hanno  studiato la contromossa: una contro-commissione con esperti di primissimo livello che produrrà una propria  relazione da opporre a quella ufficiale fornita dall’istituto superiore di Sanità.

Da Roma  – afferma Trizzino – si sono impegnati  a bloccare i lavori se i risultati delle analisi della loro Commissione saranno anche minimamente negativi. E’ ovvio che a questo punto non possiamo più fidarci e che per noi faranno fede soltanto i risultati della relazione che produrrà la nostra contro-commissione”.

Share