La verifica semestrale dei cittadini portavoce all’ARS per il M5S e l’autogol di un certo tipo d’informazione

Oggi alle ore 18:00 ad Agrigento, presso la chiesa di S. Gregorio in Via Cavalleri Magazzeni, si terrà la prevista verifica semestrale dei cittadini portavoce all’ARS per il Movimento 5 Stelle, cui prenderanno parte tutti i componenti del gruppo parlamentare del M5S siciliano.
Durante l’evento i portavoce a cinque stelle relazioneranno sull’attività svolta e su quella in programma, si ascolteranno le proposte provenienti dagli attivisti dei gruppi del territorio e si illustrerà il sistema di funzionamento delle commissioni parallele. Nei giorni successivi tutti gli attivisti del M5S Siciliano saranno chiamati a esprimere il loro giudizio sull’operato dei portavoce.
Ci preme evidenziare la singolarità delle affermazioni divulgate da un’emittente locale, pubblicate sul sito internet della stessa, in cui con una certa superficialità si è voluto insinuare il dubbio di presunte dimissioni del portavoce saccense Matteo Mangiacavallo.
Buona norma avrebbe voluto che l’autore del servizio consultasse le parti interessate prima di trarre affrettate conclusioni, invece, preda dalla sua stessa falsa intuizione, non ha valutato l’ipotesi che il manifesto dell’evento nulla avesse a che fare con la deputazione all’ARS, sulla quale evidentemente non è ben informato. Infatti la locandina in oggetto rappresentava la lista dei candidati alle elezioni regionali del 2012 nella provincia di Palermo, di cui Matteo Mangiacavallo, insieme ad altri 10 portavoce all’ARS del M5S, non poteva certamente far parte.
Ricorrendo alla stessa similitudine calcistica chiamata in causa nel servizio suddetto, non abbiamo difficoltà nel classificare quanto accaduto un tremendo autogol per chi fa dell’informazione il proprio mestiere!
Share