Problemi trasporto pubblico Palermo-Sc​iacca: audizione in IV Commission​e il prossimo 23 ottobre

A seguito del moltiplicarsi delle segnalazioni dei disservizi segnalati dagli utenti del servizio di trasporto pubblico e relativi alla tratta Palermo-Sciacca-Palermo, il deputato del movimento 5 Stelle all’ARS Matteo Mangiacavallo ha chiesto e ottenuto la convocazione urgente di un’audizione presso la IV Commissione Legislativa “Territorio e Ambiente”, presieduta dall’avv. Giampiero Trizzino, affinché siano verificati e approfonditi i problemi evidenziati dai fruitori del servizio per poterli affrontare e risolvere. E’ stata richiesta la presenza dei vertici e/o rappresentanti della Autolinee Gallo Srl, società che gestisce il servizio, del Governo Regionale nella persona dell’Assessore Regionale ai Trasporti o di chi ne fa le veci e di una delegazione del comitato spontaneo dei pendolari della tratta di collegamento extraurbano. La seduta per l’audizione è stata fissata presso la sede della IV Commissione all’Ars il prossimo 23 ottobre 2013, alle ore 10:00.

Share

Richiesta audizione in IV Commissione in merito ai problemi dei pendolari della tratta Palermo-Sciacca avanzata da M. Mangiacavallo

Facciamo presente che, a seguito delle segnalazioni inoltrate dall’associazione L’AltraSciacca sul proprio sito web (www.laltrasciacca.it) e dal comitato spontaneo dei pendolari della tratta Palermo-Sciacca-Palermo, il deputato del movimento 5 Stelle all’ARS, Matteo Mangiacavallo, ha chiesto la convocazione urgente di una audizione presso la IV Commissione legislativa “Territorio e Ambiente”, presieduta dall’avv. Giampiero Trizzino, affinché vengano approfondite e verificate le problematiche segnalate dai fruitori di questo servizio di trasporto pubblico.

E’ stata altresì richiesta la presenza dei vertici e/o rappresentanti della società che gestisce il servizio, ovvero la Autolinee Gallo SAIS, del Governo Regionale nella persona dell’Assessore Regionale ai Trasporti o di chi fa le veci e di una delegazione del comitato spontaneo dei pendolari della tratta Palermo-Sciacca-Palermo.

Qui di seguito la richiesta inoltrata.

Al Presidente della IV Commissione Legislativa ARS

“Territorio e Ambiente”

Avv. Giampiero Trizzino

OGGETTO: Richiesta convocazione urgente audizione in IV commissione legislativa ARS in merito alle problematiche inerenti il servizio di trasporto pubblico Palermo-Sciacca-Palermo.

Con la presente, il sottoscritto Matteo Mangiacavallo, deputato della XVI Legislatura, chiede alla SV la convocazione urgente di una audizione presso la commissione legislativa da Lei presieduta affinché vengano approfondite e verificate le problematiche segnalatemi dai fruitori, pendolari e non, del servizio di trasporto pubblico Palermo-Sciacca-Palermo che di seguito, sommariamente, passo ad elencare:

  • Emissione “incontrollata” dei titoli di viaggio con conseguente sovraffollamento di alcune corse con liti e spintoni tra passeggeri per guadagnarsi un posto a sedere; spessissimo accade che gli abbonati, con biglietto pagato, rimangono a terra mentre altri viaggiatori riescono a salire e ad acquistare il titolo di viaggio sul pullman; si tratta comunque di guerra tra poveri.
  • Pullman non sempre funzionanti a dovere (aria condizionata guasta, interruzione corse, soppressione corse) e, da quanto mi viene riferito, non sempre puliti.
  • In alcuni casi, partenze ritardate e arrivi ritardati senza apparenti cause di forza maggiore come possono essere manifestazioni quali scioperi, incidenti, traffico, etc.
  • Carta dei diritti del passeggero non disponibile ne’ sui pullman ne’ presso le biglietterie ne’ sul sito internet con conseguente difficoltà per l’inoltro dei reclami;
  • Sito internet equiparabile a una pagina web con un link ad un file pdf contenente gli orari delle corse e pertanto assolutamente insufficiente.
  • Mancanza di un effettivo controllo sull’efficienza e/o sulla qualità del servizio svolto.
  • Inesistenza di un rapporto con i viaggiatori: l’assessorato non ha alcuna idea di cosa pensano gli utenti della gestione del servizio trasporto pubblico, pagato così a scatola chiusa.
  • Il taglio dei finanziamenti nel settore trasporti ha provocato la soppressione di tante tratte “minori” e la riduzione del numero di corse per quelle maggiori.
  • Il rapporto “numero viaggiatori / numero posti disponibili” è cresciuto a dismisura per i motivi fondamentali elencati di seguito.
    • 1) e’ stato ridotto il numero complessivo delle corse e conseguentemente il numero di posti disponibili;
    • 2) e’ aumentato il numero di viaggiatori dato che si sono aggiunti quelli che percorrevano le tratte minori (ad esempio, l’abolizione della tratta Caltabellotta-Palermo costringe i cittadini del centro montano a recarsi a Sciacca per raggiungere Palermo);
    • 3) e’ aumentato il numero di viaggiatori con l’introduzione della fermata al bivio Gulfa;
    • 4) e’ aumentato il numero di viaggiatori per via della crisi economica.

Tale parametro necessita di essere aggiornato, così come necessiterebbero d’essere aumentate le corse giornaliere onde evitare il collasso del sistema di collegamento Palermo-Sciacca-Palermo.

Per approfondire e riscontrare le problematiche sopra elencate, si richiede la presenza dei vertici e/o rappresentanti della società che gestisce il servizio, ovvero la AUTOLINEE GALLO SAIS, del Governo Regionale nella persona dell’Assessore Regionale ai Trasporti o di chi fa le veci e di una delegazione del comitato spontaneo dei pendolari della tratta Palermo-Sciacca-Palermo.

Distinti saluti.

Palermo, lì 17/10/2013

Matteo Mangiacavallo

Deputato ARS XVI Legislatura

Share

Solidarietà a Girgenti Acque, ma presenteremo esposto in Procura

Il Meetup Sciacca 5 stelle (M5S – Sciacca) esprime solidarietà alla Girgenti Acque SpA, vittima nei giorni scorsi di un episodio delinquenziale e deprecabile. Tuttavia vogliamo stigmatizzare il tentativo, perpetrato dalla stessa società mediante comunicato stampa, di confondere tale insano gesto con la legittima protesta, pacifica e civile, nei confronti di una gestione del servizio idrico che noi, insieme a migliaia di altri cittadini, riteniamo totalmente deficitaria e sicuramente non in linea con la realtà economica del nostro territorio.

Entrando nel merito dei contenuti di suddetto comunicato, appare inquietante lo scenario disegnato dalla stessa Girgenti Acque che, tra l’altro, sembra quasi confermare quanto dichiarato di recente dall’ex amministratore delegato della stessa: l’esistenza di una contiguità tra politica e gestione del servizio idrico che certamente non ha favorito i cittadini, e i cui profili di legalità meritano di essere attenzionati.

Se riteniamo responsabilità esclusivamente politica di alcuni amministratori quella di aver disertato le assemblee dell’Ato idrico, laddove si sarebbero potuti tutelare i diritti e le esigenze dei cittadini, è pur vero che fanno specie certe dichiarazioni che sembrano voler dipingere la Girgenti Acque come vittima inerme e impotente (‘siamo semplici esecutori’). Se il quadro di gestione a ‘uso e consumo’ politico delineato dallo stesso gestore idrico fosse confermato, le uniche vittime certe sarebbero soltanto i cittadini.

Alla luce di quanto sopra, riteniamo che i chiarimenti siano necessari e improcrastinabili, ma debbano essere richiesti non alle parti in causa bensì agli organi giudiziari competenti.

Per tale regione, tramite i nostri rappresentanti all’ARS, presenteremo un esposto alla Procura della Repubblica, per chiedere di far luce su una vicenda che, dalle dichiarazioni della stessa Girgenti Acque, assume toni sempre più opachi.

Meetup Sciacca 5 stelle – M5S Sciacca

Share

Istituto Toscanini di Ribera, finanziamenti in arrivo. Mangiacavallo (M5S): “Vittoria degli insegnanti e degli alunni”

“Una vittoria degli insegnanti, degli studenti e dei loro familiari”. E’ soddisfatto il deputato del Movimento Cinque Stelle, Matteo Mangiacavallo, degli ultimi sviluppi della situazione dell’istituto “Toscanini” di Ribera, che, stando alle ultime assicurazioni arrivate dalla Regione, dovrebbe avere assicurate le risorse per il mantenimento dell’offerta formativa.

Prendo atto – afferma Mangiacavallo – delle rassicurazioni degli assessori regionali Valenti e Scilabra circa la pronta soluzione dell’annosa vicenda legata al finanziamento delle attività dell’istituto. Se quanto annunciato si concretizzasse, sarebbe il giusto epilogo di una battaglia che ha visto come vittoriosi protagonisti gli insegnanti, gli studenti e i loro familiari, rappresentanti di una società civile, sana e pulita che sa rivendicare in maniera pacifica un sacrosanto e legittimo diritto, come quello allo studio.

Vigilerò, insieme alla deputazione regionale del M5S, affinché quanto annunciato durante l’incontro con il presidente dell’Istituto, ovvero l’inserimento delle somme necessarie per il mantenimento dell’offerta formativa del Toscanini all’interno del Bilancio di previsione 2014, non venga disatteso”.

E’ impensabile – continua Mangiacavallo – assistere sistematicamente alla messa in discussione di tutti i diritti essenziali dei cittadini, quando il tema ricorrente è rappresentato dai tagli alla spesa pubblica. Purtroppo è ormai un’abitudine della cattiva politica cercare di farsi paladina risolutrice di problematiche che essa stessa ha precedentemente generato”.

Share

M5S, Matteo Mangiacavallo contro danneggiamenti auto di servizio della Girgenti Acque

“Volevo esprimere tutto il mio dissenso e la profonda condanna per l’insano gesto ad opera di ignoti nei confronti delle autovetture della Girgenti Acque Spa, registrato sabato notte a Ribera. Non è di certo con queste azioni criminali né con la violenza che, chi le ha compiute, può pensare di risolvere criticità che, a questo punto, rischiano di diventare un problema di ordine pubblico. Siamo in uno stato di “emergenza sociale” e l’ho potuto constatare sabato sera nella città crispina, presenziando ad un incontro coi cittadini, altamente esasperati dalla ricezione di bollette che superano il limite della sostenibilità e dai continui distacchi del servizio idrico generati dal loro mancato pagamento, anche in assenza di messa in mora dell’utenza.
In quell’occasione, e così rispondo alla società che gestisce il servizio idrico, non c’è stato nessuno dei presenti che ha fomentato gli animi. Gli stessi erano già parecchio agitati e gli interventi che si sono susseguiti hanno cercato esclusivamente di calmierarli.
Occorre sicuramente una pausa di riflessione che serva a mettere un freno all’escalation del grado di esasperazione dei cittadini, vessati da tariffe insostenibili, regolamento dell’utenza “a senso unico” e atteggiamenti non proprio ortodossi da parte del gestore idrico. La Girgenti Acque Spa colga l’occasione per stemperare gli animi sospendendo i distacchi selvaggi ancor prima che arrivi l’ALT del Commissario dell’ATO di Agrigento per effetto della risoluzione approvata in IV Commissione all’ARS la scorsa settimana.
Colgo l’occasione per comunicare che domani mattina incontrerò l’assessore regionale all’Energia dott. Nicolò Marino per sottoporgli in dettaglio l’intera questione e per discutere di soluzioni da approntare immediatamente per tentare risolvere l’urgente problematica originata dall’aumento sconsiderato delle tariffe idriche, dall’applicazione di un iniquo regolamento d’utenza  e da tutte le logiche conseguenze, eccezion fatta per tutte le reazioni violente da parte dei cittadini che non possiamo che condannare.”

Matteo Mangiacavallo

Portavoce M5S all’ARS
Share

Acqua, “si” alla gestione da parte degli enti di diritto pubblico. M5S: “E’ la vittoria dei cittadini e dell’esito referendario”

Via libera dalla quarta commissione dell’Ars all’articolo 7 che spiana la strada alla gestione pubblica dell’acqua: saranno gli enti di diritto pubblico a gestire il servizio, come chiesto sempre a gran voce dal Movimento Cinque Stelle, che da sempre si è battuto per ottenere il rispetto dell’esito referendario.

E’ questa un’altra vittoria per il Movimento, dopo l’approvazione della tariffa unica regionale, che mette fine alla distinzione tra cittadini di serie A e di serie B che prevedeva tariffe diverse nei vari comuni. Al definitivo licenziamento del ddl ora mancano pochissimi articoli, di secondaria importanza, prima dell’approdo in Aula.

Finalmente – afferma Valentina Palmeri, che ha presieduto la sottocommissione acqua durante il travagliato iter del disegno di legge – si è dato un indirizzo chiaro verso la gestione pubblica del servizio idrico, con la scelta, fortemente voluta dal Movimento Cinque Stelle, degli enti di diritto pubblico come modello di affidamento. Siamo particolarmente contenti, inoltre, di aver fatto inserire nel ddl strumenti che contemplano la partecipazione diretta dei cittadini alla gestione del servizio, nell’ottica della massima trasparenza e democrazia”.

Il M5S – afferma il presidente della commissione Ambiente, Giampiero Trizzino – sì è battuto con ferrea determinazione affinché la figura chiamata a gestire il sistema rispondesse ai criteri del diritto pubblico. La gestione privatistica ha fallito e non rispecchia più il volere dei cittadini, che si sono espressi in modo chiaro col il referendum del 2011”.

Dalla commissione di oggi arriva pure una buona notizia per gli abitanti dell’Agrigentino. E’ stata approvata, infatti, una risoluzione del deputato M5S Matteo Mangiacavallo che impegna il governo a vietare a Girgenti Acque i distacchi delle allacciature degli utenti morosi.

La risoluzione, puntando sulla recente LR 2/2013, che sancisce il diritto all’acqua come fondamentale, irrinunciabile e, per nessuna ragione, negabile a ogni singolo individuo, chiedeva al governo regionale un impegno a intervenire, per mezzo del commissario straordinario pro tempore dell’Ato Idrico di Agrigento. “L’approvazione – commenta Mangiacavallo – rappresenta un importante risultato che porrà un freno a un’insostenibile situazione degenerata in un vero e proprio “allarme sociale” per numerose famiglie dell’intera provincia, già notevolmente vessate dall’attuale crisi economica”.

Share

Approda oggi pomeriggio all’ARS la questione relativa all’installazione di nuovi parchi eolici nel territorio di Sciacca e del suo hinterland

Sarà presentato, durante la seduta d’aula di Sala d’Ercole di oggi pomeriggio un ODG, avente primo firmatario Matteo Mangiacavallo, portavoce del M5S all’ARS, sulla potenziale invasione del territorio saccense e del suo hinterland da parte di mega impianti eolici e fotovoltaici.

L’intervento in aula, agganciato alla mozione Cracolici contraria all’installazione di nuovi parchi eolici in Sicilia, sottolineerà la prevalente vocazione turistica e agricola del territorio saccense, ricco di risorse idrotermali, culture pregiate e tutelate, siti archeologi e monumentali, parchi e riserve naturali, e prenderà in considerazione la già massiccia presenza sul territorio siciliano, e più specificatamente nelle zone interessate da questi nuovi progetti, di impianti eolici e fotovoltaici la cui produzione supera di gran lunga l’obiettivo percentuale del 20% imposto dall’Unione Europea per la copertura da fonti di energia rinnovabili.

L’Ordine del giorno, in definitiva, chiederà l’impegno da parte del Presidente della Regione Rosario Crocetta e dell’assessore all’Energia Nicolò Marino, a includere il territorio di Sciacca e il suo circondario (Menfi, Ribera, Caltabellotta, Cattolica Eraclea, Sambuca di Sicilia, Santa Margherita di Belice, Montevago, Burgio, Calamonaci) tra le zone in cui evitare tassativamente l’impianto di nuovi parchi eolici e fotovoltaici di grandi dimensioni.

L’intervento di Matteo Mangiacavallo rappresenta, ad oggi, l’unica risposta concreta da parte di rappresentanti istituzionali della nostra provincia alle segnalazioni pervenute dal Meetup Sciacca 5 stelle e dall’associazione di promozione sociale L’AltraSciacca.

 

Share

Oggi riunione esterna della Commissione Attività Produttive a Mazara del Vallo e a Sciacca

La III Commissione legislativa all’ARS “Attività Produttive” sarà questa mattina, lunedì 7 Ottobre 2013, alle ore 11, a Mazara del Vallo presso il CNR per una seduta esterna convocata sul tema delle risorse ittiche. Proseguirà nel primo pomeriggio, alle ore 15, a Sciacca presso la Sala Giunta del Comune, con una audizione degli ittico-conservieri locali per discutere le problematiche del comparto. Il vicepresidente Salvatore Lentini, Matteo Mangiacavallo, Sergio Tancredi e Giancarlo Cancelleri del M5S, nonché gli altri membri della terza Commissione, parteciperanno, a seguire, agli incontri previsti dall’Assessore all’Agricoltura e alla Pesca, Dario Cartabellotta, con agricoltori e pescatori saccensi nell’aula consiliare del Comune di Sciacca, alla presenza di tutte le autorità locali.
Share