M5S: rilanciare il turismo termale partendo dalle Terme di Sciacca

image

Il deputato Cinquestelle Mangiacavallo presente al tavolo tecnico tenutosi questa mattina presso la presidenza della Regione: “È necessario avviare ulteriori processi che coinvolgano l’intera popolazione saccense”.

Il futuro delle Terme di Sciacca al centro del Tavolo tecnico tenutosi questa mattina presso la presidenza della Regione. “Dobbiamo evidenziare – afferma il deputato Cinquestelle Matteo Mangiacavallo, presente all’incontro di stamane – che, rispetto all’ultimo passaggio avvenuto oltre tre mesi fa, non è stato fatto ancora alcun passo avanti”. “L’assessorato al Turismo che si è preso carico, attraverso Sviluppo Italia Sicilia, di redigere un nuovo bando per la manifestazione di interesse da presentare agli imprenditori che vorrebbero investire sul patrimonio termale saccense, è di fatto bloccato – aggiunge Mangiacavallo – in attesa dell’esito di un parere legale richiesto mesi fa dall’assessorato all’Economia”.

All’incontro hanno preso parte anche l’assessore Stancheris, il sindaco di Sciacca Di Paola, il commissario liquidatore della società termale Turriciano, rappresentanti del Governo e dell’assessorato all’Economia ed il presidente di Sviluppo Italia Sicilia Vincenzo Paradiso.

“Preso atto delle rassicurazioni avute quest’oggi rispetto allo sblocco immediato di tale situazione – conclude il deputato Mangiacavallo – è necessario avviare ulteriori processi che coinvolgano l’intera popolazione saccense”. Le proposte del Movimento riguardano la volontà di rilanciare e promuovere il termalismo in Sicilia avviando in primis l’inserimento della stessa tra le aree strategiche regionali, in modo che si possa accedere a forme di finanziamento comunitarie previste per quel settore. Inoltre è volontà dei Cinquestelle avviare un dibattito pubblico con la cittadinanza, sulla proprietà e sulla gestione del bacino idrotermale, separando i due contesti e favorendo la partecipazione di tutte le forze politiche e sociali.

Share

La ‘terra dei fuochi’ di Sciacca

Anche la nostra ridente e spensierata cittadina ha la sua ‘Terra dei fuochi’. Non parliamo di un’area nascosta e irraggiungibile che possa sfuggire all’occhio ‘attento’ della nostra Amministrazione o alla SOGEIR (sono presenti alcuni cassonetti nelle vicinanze) bensì di un’intera trazzera, a pochi passi dal centro abitato, in cui rifiuti pericolosi di ogni genere giacciono alla luce del sole, sparsi lungo i bordi della carreggiata.

È bastato un semplice sopralluogo, sotto il viadotto all’uscita di Sciacca in direzione Palermo, per documentare la presenza di quintali di amianto sotto forma di serbatoi o elementi di copertura, gomme d’auto, elettrodomestici, sfabbricidi, contenitori in plastica per oli, e chissà quali altri rifiuti pericolosi per le colture (uliveti) nelle vicinanze e per le persone che vi transitano.

Quanto scoperto configura gravissimi reati ambientali che, probabilmente, coinvolgono non soltanto singoli privati, ma anche imprese dell’ultima ora, dedite allo smaltimento ‘fai da te’. Su tali circostanze auspichiamo che le autorità competenti possano fare luce.

Temiamo che quella scoperta sia soltanto una delle tante discariche abusive, nata dalla scarsa sensibilità ambientale che purtroppo ancora ci contraddistingue, e sfuggita al controllo di chi ha la responsabilità di tutelare il nostro territorio e la salute dei suoi abitanti.

Il Meetup Sciacca 5 stelle chiede all’Amministrazione Comunale di prendere immediati provvedimenti per il risanamento dell’area in questione e, contestualmente, di sporgere denuncia contro ignoti presso le autorità competenti per i gravi reati ambientali rilevabili.

Meetup Sciacca 5 stelle – M5S

Share

Oggi a Sciacca portavoce nazionali e regionali del M5S incontrano i cittadini

Vi ricordiamo che oggi alle ore 17:30, presso l’ex Chiesa della Perriera a Sciacca, si terrà un incontro con alcuni portavoce del MoVimento 5 Stelle. In particolare saranno presenti: Roberto Fico, presidente della Commissione di Vigilanza Rai e portavoce del Movimento alla Camera, Vincenzo Maurizio Santangelo, attuale capogruppo al Senato, Nunzia Catalfo, membro della Commissione Lavoro nonché prima firmataria della proposta di legge per il reddito di cittadinanza. Prevista anche la presenza dei portavoce all’ARS Matteo Mangiacavallo, Sergio Tancredi e Valentina Palmeri. Si tratterà del primo di una serie di incontri tra cittadini e portavoce del M5S che serviranno a informare sull’attività parlamentare svolta e da svolgere e a raccogliere le istanze provenienti da territorio.

Share

Evento “5 Stelle in Comune” – Diretta streaming con tre sindaci del M5S

Sabato 22 febbraio 2014, ore 18:00

I portavoce Federico Piccitto, sindaco di Ragusa, Alvise Maniero, sindaco di Mira e Mario Puddu, sindaco di Assemini, parlano della loro esperienza amministrativa sin ad oggi maturata, spiegando concretamente il significato di democrazia diretta e di partecipazione del cittadino. Il portavoce all’ARS Matteo Mangiacavallo introduce l’incontro.

E’ possibile rivolgere domande ai portavoce sindaco postandole sulla bacheca dell’evento Facebook:

https://www.facebook.com/events/221838144686485/

L’evento può essere seguito anche:

Share

M5S all’Ars: “Soldi a rischio per i nostri collaboratori? Non vorremmo fosse tutta una manovra”

“All’Ars lasciati 600 mila euro nel 2013 e lo scorso anno abbiamo restituito pure quasi un milione di euro per il micro-credito. Non ci stiamo. Si sta facendo di tutto per fare passare la bufala che costiamo più di tutti gli altri gruppi e che addirittura rischiamo di mandare in tilt i conti dell’Ars”.

Il gruppo parlamentare del Movimento 5 Stelle all’Ars respinge con fermezza le ultime voci veicolate dalla stampa.

“All’assemblea – afferma il deputato Matteo Mangiacavallo – lo scorso anno, tra le varie rinunce (indennità di carica, esercizio del mandato e trasporto su gomma), abbiamo lasciato circa 600 mila euro, una volta e mezza, cioè, la somma che serve per i collaboratori del nostro gruppo, per i quali l’Assemblea non ha previsto i fondi. E questo senza contare il milione di euro circa decurtato dai nostri stipendi e messo da parte per il microcredito”.

“Dalla stampa – continua Mangiacavallo – apprendiamo ora che i conti dell’Ars rischiano di andare in tilt per 400 mila euro da destinare ai nostri collaboratori. E’ un problema che non abbiamo creato noi, anzi. In sede di approvazione della spending review, in svariate occasioni, ci era stato assicurato che per questi contratti non ci sarebbe stato alcun problema. Delle due, quindi, l’una: o all’ufficio di presidenza sono stati negligenti, o, peggio, dietro c’era un disegno ben preciso per colpirci al cuore, per limitare notevolmente la nostra azione che, evidentemente, dà molto fastidio”.

“Quello che chiediamo – affermano i deputati Cinquestelle – è solamente che venga applicata la legge che loro hanno votato”.

Il Movimento mira a fare chiarezza anche sui numeri, pubblicati da diverse testate in maniera spesso fuorviante, che hanno accreditato il fatto che i collaboratori del gruppo Cinquestelle sono i più numerosi dell’Ars.

“Falso anche questo”, sottolinea Mangiacavallo. “Tra stabilizzati e collaboratori a vario titolo, ad esempio, il Pd ha quasi il doppio dei nostri collaboratori. Molti di più ne ha pure l’ex Pdl. Perfino l’Udc ne ha di più, pur avendo quattro deputati in meno”.

Illuminante in questo senso è il rapporto deputati/collaboratori che va dal 2,36 del M5S, il più basso dei tutta l’assemblea, al 5,25 del Pid (cantiere popolare). “Non solo – conclude Mangiacavallo – a questo va aggiunto il fatto che gli stipendi dei nostri collaboratori sono tra i più bassi dell’assemblea” .

Share

Domenica 23 febbraio a Sciacca i portavoce del M5S incontrano i cittadini

Domenica 23 Febbraio 2014 alle ore 17.30 presso l’ex Chiesa della Perriera di Sciacca, si terrà un incontro con alcuni portavoce del MoVimento 5 Stelle.

Saranno presenti: Roberto Fico, presidente della Commissione di Vigilanza Rai e portavoce del Movimento alla Camera, Vincenzo Maurizio Santangelo, attuale capogruppo al Senato, Nunzia Catalfo, membro della Commissione Lavoro nonché prima firmataria della proposta di legge per il reddito di cittadinanza. Prevista anche la presenza dei portavoce all’ARS Matteo Mangiacavallo, Sergio Tancredi e Valentina Palmeri.

Quello di domenica è il primo di una serie di incontri rivolti a tutti, con parlamentari nazionali e regionali, che illustreranno il loro lavoro e le difficoltà incontrate e risponderanno alle domande poste dai cittadini presenti.

Share

Meetup Sciacca 5 Stelle – Evento live “5 Stelle in Comune”

Il prossimo 22 febbraio 2014, alle ore 18:00, si svolgerà l’evento live “5 Stelle in Comune”.

La diretta streaming potrà essere seguita sul sito www.sciacca5stelle.it/live e vedrà la partecipazione di ben tre primi cittadini del M5S:

  • Federico Piccitto, sindaco di Ragusa,
  • Alvise Maniero, sindaco di Mira,
  • Mario Puddu, sindaco di Assemini

I tre portavoce racconteranno la loro esperienza amministrativa sin ad ora maturata spiegando concretamente il significato di democrazia diretta e di partecipazione del cittadino.

Il portavoce all’ARS Matteo Mangiacavallo introdurrà l’incontro. Partecipate. Sarà possibile rivolgere domande ai portavoce sindaco postandole sulla bacheca dell’evento Facebook:

https://www.facebook.com/events/221838144686485/?ref_dashboard_filter=upcoming.

Share

Inaugurazione della MeetHouse del Meetup Sciacca 5 Stelle

Domenica 16 febbraio, alle ore 19:00, in Piazza Bevilacqua (C.so Vittorio Emanuele) a Sciacca sarà inaugurata la MeetHouse del Meetup Sciacca 5 Stelle – M5S.

Il locale costituirà un luogo di incontro e aggregazione civica, una sede ideale per l’organizzazione di eventi culturali, una piazza aperta dove discutere dei problemi della nostra città e proporre le possibili soluzioni.

Il laboratorio politico-culturale è aperto a chiunque abbia intenzione di uscire dal torpore della quotidianità, divenendo un cittadino attivo e capace d’interagire positivamente con la vita del proprio quartiere, della propria città, della propria regione, del proprio paese.

Per l’occasione interverranno il portavoce al Senato Mario Mario Michele Giarrusso e il portavoce all’ARS Matteo Mangiacavallo.

Vi aspettiamo.

Share

Gli istituti superiori di Caltanissetta, Catania e Ribera a rischio finanziamento. Mangiacavallo (M5S): “Costi a carico dell’Assessorato Istruzione o, in alternativa, dei liberi consorzi di nuova costituzione”

Due emendamenti targati M5s per garantire il mantenimento delle tre scuole musicali in Sicilia.

Gli Istituti superiori di studi musicali di Caltanissetta, Catania e Ribera vanno tutelati e garantiti”. Così il deputato Cinquestelle Matteo Mangiacavallopresenta all’Ars due emendamenti, alternativi, aggiuntivi al disegno di legge n.642 affinché i costi necessari al funzionamento degli stessi vengano sostenuti direttamente dall’assessorato Istruzione e formazione professionale altrimenti, qualora la regione non fosse nelle condizioni di farlo, direttamente dai liberi consorzi di comuni.

I tre istituti musicali – continua Mangiacavallo – sono enti pubblici strumentali il cui funzionamento era di competenza delle rispettive province regionali ed inclusi nel sistema nazionale universitario dell’Alta Formazione Artistica e Musicale (AFAM), pertanto di estremo valore per la formazione musicale dei giovani nella nostra regione”.

In attesa che si concluda la procedura di statalizzazione prevista dalla legge n. 508 del ‘99, la proposta del Movimento cinque stelle all’Ars è proprio quella di garantire il funzionamento degli istituti attraverso l’attribuzione dei costi ad uno dei due enti, nel pieno rispetto di quanto previsto dai protocolli di intesa in atto tra le istituzioni sopra indicate e le cessate province regionali di riferimento.

Share

Imu agricola. Piattaforma al Ministero e all’Assessorato Regionale all’Agricoltura.

Associazioni di categoria, Soat e amministratori comunali di Ribera, Sciacca, Menfi e Bivona stileranno un documento per tentare di essere inclusi nelle zone svantaggiate esonerate dal pagamento dell’Imu agricola. Lo ha stabilito l’apposito tavolo tecnico convocato ieri mattina, venerdì 31 gennaio, dall’assessore comunale di Ribera Giuseppina Spataro.

La piattaforma, già nella prossima settimana, su iniziativa del senatore Giuseppe Ruvolo, sarà portata all’attenzione del Ministero delle Politiche Agricole, mentre martedì 11 febbraio arriverà in Commissione Agricoltura all’Ars grazie al deputato Matteo Mangiacavallo.

La questione è stata già valutata dai funzionari della Regione Siciliana nel corso dell’incontro all’Assessorato Regionale il 24 gennaio scorso. “Siamo stati rassicurati dal fatto che per il prossimo Piano di Sviluppo Rurale non ci saranno restrizioni per i nostri Comuni – spiega l’assessore riberese Spataro – e dall’avvio di una nuova ricognizione del Ministero per allargare il perimetro delle zone svantaggiate”.

Share