Carenza anestesisti all’Ospedale di Sciacca – M5S: “Situazione inaccettabile, è in questi momenti che l’ASP dovrebbe agire tempestivamente”

ospedale_sciacca_giovanni-paolo-II

Da ieri all’Ospedale di Sciacca gli interventi chirurgici programmati sono sospesi per carenza di anestesisti e sono assicurate solamente le urgenze.

“Una situazione insostenibile – sostiene Matteo Mangiacavallo, deputato saccense del M5S all’ARS – alla quale siamo arrivati oggi ma lentamente e consapevolmente, quindi c’era tutto il tempo per intervenire e trovare le soluzioni tampone, in attesa che l’approvazione della pianta organica e le disposizioni assessoriali in tema di mobilità possano risolvere definitivamente il problema”.

“Le gestioni manageriali delle strutture ospedaliere sono state scelte proprio per evitare che si presentassero situazioni di questo tipo ed è proprio in queste occasioni che l’ASP di Agrigento dovrebbe intervenire tempestivamente – continua Mangiacavallo -. L’emergenza non è cosa di questi giorni e proprio perché si pensava potesse aggravarsi adesso, in concomitanza con la manifestazione del Carnevale che rileva un notevole aumento di persone a Sciacca, particolare attenzione andava prestata al Giovanni Paolo II”.

“Verificheremo che non siano state adottate scelte che mirano a penalizzare parti del territorio agrigentino a discapito di altre – conclude il deputato del M5S – e non permetteremo che il nosocomio di Sciacca, come altri ospedali che rivestono la stessa importanza per il nostro libero consorzio, si tramuti in pronto soccorso di strutture più accreditate a livello regionale solo per gravi responsabilità dirigenziali”.

Share