L’attuale emergenza rifiuti è frutto della visione miope e anacronistica del governo regionale ma anche locale

emergenza-rifiuti

Alla fine anche a Sciacca è emergenza rifiuti, e la città rischia di diventare, in pochi giorni, una cloaca maleodorante alla vista e all’olfatto dei cittadini e dei tanti turisti che la frequentano, con evidenti rischi di carattere igienico-sanitario e un’inestimabile perdita d’immagine.

Dopo la chiusura della discarica di Sciacca per ampliamento e di quella di Siculiana per irregolarità gestionali, la soluzione del momento, secondo il Governo Regionale, sarebbe il conferimento presso una discarica posta a 300 km di distanza dalla nostra cittadina, mentre a lungo termine si pensa di puntare sui termovalorizzatori.

D’altra parte la nostra amministrazione, scaricando tutte le responsabilità sulla Regione, invita la cittadinanza a fare delle proprie case delle piccole discariche, riducendo o eliminando del tutto in conferimento nei cassonetti, nell’attesa che si risolva il problema.

Di certo non possiamo far ricadere le colpe dirette di questa emergenza su chi ci amministra, ma non possiamo non sottolineare la visione miope e anacronistica di chi, sia a livello regionale che locale, guarda ancora ai rifiuti come un problema, più che come una risorsa. A prescindere dalle politiche regionali dei termovalorizzatori, cui il MoVimento 5 stelle si opporrà nelle sedi opportune, questa amministrazione ha fatto poco, o nulla, per favorire lo sviluppo di un sistema di gestione virtuoso dei rifiuti.

Esistono numerosi esempi di città italiane, di dimensioni pari o superiori alla nostra, in cui i rifiuti, grazie alla raccolta porta a porta, a una corretta differenziazione, e al successivo riciclo, sono diventati una risorsa economica che permette una notevole riduzione dei carico tributario sui cittadini. L’obiettivo dei “Rifiuti Zero” che ha premiato quei Comuni, e quei cittadini, che lo hanno raggiunto, ma che sembra non interessare gli attuali amministratori saccensi.

L’Assemblea permanente del MoVimento 5 stelle di Sciacca intende invece proporre alla cittadinanza un percorso a medio termine che, partendo dall’educazione scolastica per finire con i moderni modelli di gestioni dei rifiuti, possa collocare anche la nostra cittadina tra i Comuni italiani virtuosi.

Assemblea M5S Sciacca

Share