Diventerà bellissima con due condannati #SceglieteilFuturo #CancelleriPresidente #M5S #Sicilia

Dopo Ernesto Calogero, un altro impresentabile condannato nella lista personale di Musumeci. Mancano ancora quattro giorni, vediamo che altro Musumeci apprenderà dai giornali. Vergogna!

di Ignazio De Luca

E SONO DUE. Due condannati definitivi in Diventerá Bellissima. Ernesto Calogero e Giuseppe Zitelli.
Con la mano protesa quasi a dire basta condannati nella lista Diventerà Bellissima, l’onesto Nello Musumeci, non si raccapezza più.
Onesto, perché si vanta in una comunicazione elettorale di aver gestito decine di milioni senza ricevere avvisi di garanzia
Come se per un politico non rubare fosse l’eccezione e non la normalità.
Da Lucia Annunziata ha asserito d’aver appreso dai giornali di condannati e impresentabili. In ossequio a quanto aveva dichiarato domenica 29 ottobre, il preistorico Presidente della Provincia di Catania, Laspiapress lo informa… che…
Laspiapress, infatti, lo informa che dopo Ernesto Calogero, in Diventerà Bellissima è candidato un altro condannato definitivo, Giuseppe Zitelli.
Giuseppe Zitelli, in foto di copertina, ex vice sindaco di Belpasso, è stato condannato dalla Corte dei Conti, per la gettonnopoli della Provincia Regionale, quando siedeva nei banchi di quel Consiglio.

Giuseppe Zitelli, condannato a risarcire euro 3.108,91, oltre spese legali e di giustizia, “spese non pertinenti all’attività di consigliere: calendari, agende, biglietti d’auguri, cene, biglietti d’ingresso a teatro, libri, magliette, coppe, calze della befana, affitto di pullman.
Per i magistrati, acquisti che «non rivestivano il carattere della necessarietà per il funzionamento degli organismi consiliari, anzi appaiono caratterizzate dall’evidente intento dell’esponente politico di acquisire rilievo presso la comunità di riferimento e curare i rapporti con il proprio elettorato” ( yvii24.it)
Ecco l’onesto Musumeci, non ha mai rubato da amministratore della Cosa Pubblica.
Per questo, forse, ritiene che l’entita del danno erariale: euro 890 per Calogero e 3.100 per Zitelli, sia talmente esiguo da non tenere in considerazione?
Magari, invece, non sarà un aggravante? Se si rubano piccole somme, figurarsi quando c’è da scialacquare col denaro pubblico!
Per quanto sopra si spera che Nello Musumeci eviterà di arrotolarci, ulteriormente, i cabbasisi con la sua supponente superiorità di politico “ Libero”.
Libero da chi ? E di che?

Chiudiamo l’articolo con un’esortazione tutta catanese.

Musumeci “ocucchiti”!
CANCELLERI PRESIDENTE. GIANCARLO SUBITO.

Share