I sacchetti biodegradabili: chi li ha visti ?

Parlando con molti cittadini sembra che ad oggi nessuno ne abbia notizia.

Eppure, secondo noi, questi sacchetti dovevano essere già in distribuzione alla cittadinanza almeno dal mese di Agosto del 2017.

Ricordiamo infatti che:
1) il contratto firmato con le ditte SEA-BONO SLP, e operativo da maggio 2017, dice chiaramente che devono essere distribuiti ai cittadini una quantità pari a 1.950.000 di sacchetti biodegradabili;

2) l’ordinanza n. 40 del 10 agosto 2017 imponeva già allora alle medesime ditte “l’acquisto e la distribuzione” dei sacchetti biodegradabili e\o compostabili e obbligava i cittadini, pena sanzione pecuniaria, all’utilizzo di tali sacchetti.

Nonostante un contratto e una ordinanza del sindaco, dunque, ad oggi non c’è traccia dei sacchetti biodegradabili e non ci risulta che siano in distribuzione neppure in questi giorni insieme ai mastelli.

Abbiamo chiesto in sede consiliare di fare chiarezza su questo ed altri aspetti legati al contratto, perché ancora oggi i cittadini non sanno cosa aspettarsi dal nuovo piano ARO ed hanno il diritto di sapere.

L’amministrazione risponde che si dovrà sedere con le ditte SEA-BONO SLP, come se i 10 mesi trascorsi non fossero bastati per farlo, per “contrattare” quali servizi del piano ARO far partire e quali no, se sostituire dei servizi con altri ritenuti (da chi?) più importanti.

Ancora dubbi, confusione e incertezze da parte dell’amministrazione, ma oggi una cosa certa c’è:

i cittadini questi servizi li hanno già pagati con la TARI e da domani li pagheranno ancora più CARI 

 

Share