BIBLIOTECA COME LE TERME: Chiuse e senza futuro. Ancora una volta, l’amministrazione Valenti si muove con approssimazione e senza programmazione.

La biblioteca merita GRANDE ATTENZIONE”. Queste le parole del Sindaco. Ma la domanda sorge spontanea: in che modo si intende mostrare ATTENZIONE per la biblioteca? Davvero lasciare la biblioteca CHIUSA e sollevare la Dott.ssa Salomone dal suo incarico rappresenta la soluzione per garantire ATTENZIONE su questo bene?

Prima ancora di spostare il personale, il Sindaco farebbe bene a reperire fondi che possano consentire prima di tutto di RIAPRIRE la biblioteca comunale e di valorizzarla, permettendo cosi alla città di usufruire di un patrimonio librario di inestimabile valore e degli eventi culturali ad essa collegati.

Di fondi a disposizione ce ne sono stati e ce ne sono tutt’oggi. Serve solamente che quest’amministrazione si attivi e dimostri di essere in grado di accedervi e di fare gli interessi della città.

Risale infatti ad un anno fa l’emendamento a firma del deputato regionale all’ARS del M5S Sergio Tancredi grazie al quale veniva finanziato il capitolo di spesa destinato alle biblioteche siciliane.

A distanza di quasi un anno da quell’intervento normativo, la biblioteca rimane chiusa e il patrimonio presente al suo interno minacciato da muffa e umidità.

Chiediamo pertanto al Sindaco di spiegare alla città:

1)se abbia mai avviato azioni concrete per accedere ai contributi messi a disposizione dall’emendamento presentato dal deputato del M5S Sergio Tancredi quasi un anno fa;
2)      perché l’amministrazione non abbia presentato alcun progetto con la misura del PO-FESR azione 9.6.6. che permettesse di reperire risorse per la riqualificazione della biblioteca;
3)      quali somme siano state destinate per lo stesso fine dal bilancio 2018;
4)      come intenda adoperarsi per attingere ai fondi per la conservazione dei beni librari che sono stati stanziati nel corso della finanziaria 2018: €136.705,40 per il 2018 e € 136.400,00 per il 2019;
5) come stia provvedendo per proteggere i migliaia di volumi di inestimabile valore al suo interno dagli attacchi dell’umidità e delle infiltrazioni.

Infine, chiediamo al Sindaco Valenti di informare i cittadini sui piani reali, sul progetto, se esiste, di valorizzazione di questo bene. E lo chiediamo perché quest’amministrazione sembra ahimé, ancora una volta, agire senza programmazione, senza una visione chiara e lungimirante.

Una volta ogni tanto l’amministrazione, prima di agire, dovrebbe fermarsi a riflettere e ripensare le proprie strategie negli interessi della città. Sempre che ne abbia.

Share