M5S Sciacca: “Riappropriamoci di ciò che è nostro”

A febbraio dello scorso anno la nostra città, sotto l’impulso di un’energica spinta civica, si è dotata di un “regolamento sulla collaborazione tra cittadini e amministrazione per la cura e la valorizzazione dei beni comuni urbani della città di Sciacca”, ponendosi come una città all’avanguardia in Sicilia. Il documento costituisce una base di lavoro semplice ed efficace tra amministrazione e cittadini, che permette di superare l’arbitrio delle pubbliche amministrazioni e l’opacità delle scelte. Da una parte valorizza la coscienza civica, impegna l’amministrazione a rendere organizzato e trasparente il proprio lavoro e dall’altra spinge i cittadini attivi a formulare le loro proposte attraverso patti di collaborazione trasparenti, verificabili e organizzati.

La politica, dunque, non ha potuto arginare questa forma di democrazia partecipata, voluta dai cittadini e dalle associazioni, che elimina favoritismi e improvvisazioni, elementi di cui si nutre un organizzato rapporto clientelare; ma ha abilmente rimescolato il senso del regolamento, aggiungendovi il “baratto amministrativo”, e lo ha lasciato inapplicato, continuando le collaudate pratiche di affidamento di convenienza ben note a tutti.

E’ nostra intenzione recuperare il discorso bruscamente troncato con i cittadini attivi e con le associazioni locali, perché i beni comuni appartengono a tutti e nessuno può vantarne proprietà esclusiva. Essi sono funzionali al benessere individuale e collettivo e, se arricchiti, arricchiscono tutti, se impoveriti, impoveriscono tutti.

Un ruolo fondamentale, per la corretta gestione dei beni comunali, lo svolgeranno le associazioni formate da cittadini che vogliono spendersi per la collettività. Riteniamo che la cultura debba essere veicolata da loro, ma che queste a loro volta, debbano essere educate a un progetto comune di cultura e condivisione. In questo modo, siamo certi, si potranno realizzare progetti interessanti, ambiziosi, contemporanei e di sviluppo per la città.

Share

Sciacca, atti vandalici allo Spazio K – Solidarietà del M5S locale

L’Assemblea permanente del Movimento 5 Stelle di Sciacca denuncia: “Poca attenzione verso la Cultura. L’Amministrazione comunale specchio di questo disinteresse. Prova ne è l’esigua quota della tassa di soggiorno destinata alla Cultura”.

spazio-kappa-sciacca-2

“Vicinanza e solidarietà a Katia Licari per l’ennesimo atto di vandalismo subito nel suo spazio culturale Spazio K. Un atto di vigliaccheria mosso da ignoti che non hanno certamente a cuore la cultura e che probabilmente si rispecchia in quella poca attenzione dimostrata anche dall’Amministrazione comunale che della tassa di soggiorno ha investito sulla cultura appena l’11%”. A dichiararlo sono i componenti dell’Assemblea del Movimento 5 Stelle di Sciacca in riferimento all’atto vandalico subito dallo spazio culturale della concittadina Katia Licari.

“Negli ultimi anni – spiegano gli attivisti M5S – si è assistito inermi al progressivo impoverimento di proposte culturali anche per la mancanza di spazi dedicati cosicché chi fa cultura, o propone eventi culturali, si trova costretto a spostarsi in altre città oppure prova a crearli in spazi privati. Per non tenere conto del degrado urbano del centro storico e sopratutto del luogo scelto da Katia Licari – nel cuore del centro storico – spesso sporco e privato della necessaria vigilanza da parte degli organi competenti. Centri urbani come quello saccense sono stati oggetto di valorizzazione e interesse culturale che hanno stimolato la partecipazione attiva di cittadini e operatori artistici residenti in varie città d’Italia e all’estero, contribuendo, quindi, alla crescita culturale, sociale ed economica della collettività”.

“Riteniamo pertanto che la prossima Amministrazione dovrà essere capace di riportare la Cultura al centro dell’attenzione collettiva, individuando spazi e risorse certe da investire. La Sciacca carnevalecentrica – aggiungono – ha in questi anni mortificato tutti gli operatori culturali rendendo l’offerta monotematica con investimenti sfacciatamente rivolti solo a questa manifestazione. Sarà necessario riequilibrare la divisione delle risorse e diversificare le proposte culturali per ritornare ad essere – concludono i pentastellati – centro di attrazione culturale e turistica”.

Share

>>>ritrovarsi – Parlano di noi

Vi proponiamo qui di seguito i servizi televisivi giornalistici dedicati all’edizione 2013 di >>>ritrovarsi e trasmessi dai notiziari di Tele Radio Sciacca nei diversi giorni in cui la manifestazione culturale ha avuto luogo nei cortili e nei vicoli del centro storico di Sciacca.

___

Servizio tratto dall’edizione pomeridiana del notiziario televisivo di TRS del 23 agosto 2013

http://www.sciacca5stelle.it/wp-content/uploads/2013/08/ritrovarsi_1_cut.mp4

___

Servizio tratto dall’edizione pomeridiana del notiziario televisivo di TRS del 24 agosto 2013

http://www.sciacca5stelle.it/wp-content/uploads/2013/08/ritrovarsi_2_cut.mp4

___

Servizio tratto dall’edizione pomeridiana del notiziario televisivo di TRS del 25 agosto 2013

http://www.sciacca5stelle.it/wp-content/uploads/2013/08/ritrovarsi_3_cut.mp4

___

Servizio tratto dall’edizione pomeridiana del notiziario televisivo di TRS del 26 agosto 2013

http://www.sciacca5stelle.it/wp-content/uploads/2013/08/ritrovarsi_4_cut.mp4

Share

>>>ritrovarsi vi da’ appuntamento alla prossima edizione

Si è conclusa ieri sera la seconda edizione di >>>ritrovarsi, percorso artistico urbano creato con l’intento di far riscoprire e valorizzare caratteristici vicoli e suggestivi cortili, pubblici e privati, che sono parte integrante del patrimonio storico culturale saccense.

L’iniziativa, nata dalla collaborazione tra il Meetup Sciacca 5 Stelle, il Circolo di Cultura di Sciacca e Agorà di Palermo, ha contato la presenza di oltre 6000 visitatori.

Saccensi e turisti si sono immersi in un’atmosfera unica che ha fatto dell’arte, nelle sue varie forme, lo strumento per recuperare spazi dimenticati.

Sciacca è stata vista come mai prima d’ora: cortili e vicoli sottratti alle macchine hanno riacquistato il fascino di una storia dimenticata; pulizia e rispetto degli spazi urbani sono diventati il presupposto per valorizzare l’ingente patrimonio storico e artistico della città.

L’arte dimostra la sua enorme valenza pedagogica nei confronti degli stessi residenti che, come bambini, gioiscono di fronte alla consapevolezza di un tesoro riscoperto: la loro città!

Vogliamo ringraziare di cuore i residenti degli spazi utilizzati, gli artisti e tutti coloro che, con puro spirito da “volontari della cultura”, hanno contribuito al successo di questo evento.

>>>ritrovarsi, iniziativa organizzata e sostenuta da comuni cittadini, ha dimostrato che con pochissime risorse economiche si possono offrire eventi che hanno un impatto realmente duraturo sul tessuto socio-culturale della città e, di riflesso, sulla sua proposta turistica.

Per il futuro di Sciacca a >>>ritrovarsi piacerebbe vedere i balconi fioriti, le strade, le piazze e i vicoli arricchiti dalle opere di artisti e artigiani locali, e non invece oppressi da colate di asfalto; il rispetto e la pulizia degli spazi urbani che, permanentemente liberati dall’invasione delle automobili, ritornino a essere luoghi di aggregazione; i profumi della convivialità che sostituiscano il cattivo odore dell’immondizia. Vi chiediamo: quanto questa visione è vicina alla vostra?

Dandovi appuntamento alla prossima edizione di >>>ritrovarsi, ci auguriamo che anche l’Amministrazione comunale comprenda lo spirito e la valenza di questo momento culturale.

 

Meetup Sciacca 5 stelle
Circolo di Cultura di Sciacca
Agorà – Palermo
Share

L’edizione 2013 di >>>ritrovarsi si conclude stasera. L’appuntamento è per l’anno prossimo

Stasera si concluderà l’edizione 2013 della manifestazione >>> ritrovarsi. Si potrà effettuare ancora una volta il percorso artistico urbano attraverso gli affascinanti e suggestivi cortili e i caratteristici vicoli del centro storico di Sciacca arricchiti e valorizzati dalle opere dei 27 artisti che hanno aderito all’iniziativa.

>>> ritrovarsi nasce dalla collaborazione tra il Meetup Sciacca 5 Stelle, il Circolo di Cultura di Sciacca e Agorà di Palermo e dalla disponibilità e creatività dei nostri artisti. Si tratta di un appuntamento culturale che mira al potenziamento del patrimonio materiale e immateriale e alla qualificazione della vocazione turistica della città di Sciacca.

Sciacca, città d’arte e laboratorio di sperimentazione artistica, promuove un progetto di valorizzazione del proprio patrimonio attraverso l’ideazione di appuntamenti/itinerari culturali dedicati alla conoscenza delle emergenze artistiche e architettoniche della cittadina. Conoscere e trasmettere la valenza simbolica di tali emergenze, attraverso itinerari pensati per la valorizzazione e qualificazione del patrimonio cittadino, ha il significato di recuperare e restituire il valore più intimo di Sciacca, contribuendo a mantenerne viva l’identità.

Il progetto propone un incontro tra la cultura contemporanea e la tradizione. Per la sua realizzazione è stato previsto, infatti, l’allestimento di 27 “curtigghi” nel centro storico, con i quali gli artisti dialogheranno attraverso le loro opere. Il tema di questa seconda edizione si fonda sul concetto di “recupero”, presentandolo attraverso diversi medium artistici. Il cortile, quindi, diventa un appuntamento con l’arte contemporanea e la storia locale. Le installazioni sono da considerarsi come vere e proprie mini rassegne artistiche che si susseguono lungo un itinerario che si snoda dal Cinema Campidoglio al Quartiere dei marinai, da Palazzo Tagliavia al Duomo.

I visitatori potranno procedere in modo autonomo così da crearsi un proprio e personalissimo percorso, sviluppato in tre sezioni, che spazierà dalla tradizione alle ultime tendenze creative: “Senior”, “Nuova Scuola Saccense” e “Giovani Artisti”, quest’ultima a cura di Virginia Glorioso.

Itinerario

Scarica la brochure
Collaborazioni:
  • Cottone+Indelicato architetti – grafica
  • Virginia Glorioso – curatrice
  • Libreria Mondadori – ricerca storica
  • Ivan Segreto – sonorità e musica
  • Vertigo s.r.l. – cineasta
Appuntamenti collaterali:
  • 23 Agosto ore 20.30 – Cinema Campidoglio – Proiezione Cortometraggi – A. Graffeo
  • 24 Agosto ore 21.30 – Quartiere dei marinai – Racconti tra i cortili – S. D’Aleo
  • 25 Agosto ore 18.30 – Cortile Carini – laboratorio per bambini – G. Lo Rubbio
Artisti:

Nadia Accardi, Maurizio Bono, Michele Bono, Fausto Brigantino, Rosario Bruno, Valentina Cardone, Francesco Costantino, Laura Di Giovanna, Linda Glorioso, Antonio Gurreri, Aurelio Gurreri, Miriam Iervolino, Giulio Lo Rubbio, Roberto Masullo, Giuseppe Montalbano, Alessandro Mucaria, Gaspare Patti, Michele Patti, Nicasio Pizzolato, Daniele Roccaro, Diego Ruggiero, Nino Sabella, Katia Scarlata, Eugenio Sclafani, Antonio Schittone, Rossella Maria Stravalli, Angelo Toto.

 

Share

>>> ritrovarsi – Percorso artistico urbano

Ha avuto inizio venerdì sera la tre giorni dedicata all’arte e alla cultura organizzata dal Meetup Sciacca a 5 Stelle e dal Circolo di Cultura di Sciacca. Nel corso delle serate del 23-24-25 agosto si potrà effettuare un percorso artistico urbano creato con l’intento di far conoscere e valorizzare quei caratteristici cortili, pubblici e privati, che sono parte integrante del nostro patrimonio storico culturale.

Sarà un’ottima occasione per visitare ed esplorare posti spesso mai visti e apprezzare le opere d’arte che i numerosi artisti coinvolti nell’iniziativa esporranno all’interno di vicoli, piazze, cortili del centro storico di Sciacca.

Nello schema sottostante la mappa del percorso artistico.

Share

Istituto Toscanini di Ribera, la Provincia annuncia la chiusura. Il M5S prepara una mozione al Governo

Chiude il Toscanini. Dopo un lunghissimo periodo di difficoltà l’ossigeno all’Istituto di Ribera è stato definitivamente staccato ieri dalla Provincia regionale di Agrigento che con una nota alla Regione ha comunicato che, a causa dei tagli ai finanziamenti di Stato e Regione, “bisogna intervenire immediatamente eliminando le spese di maggiore entità, quali… il finanziamento all’Istituto musicale Toscanini…”.

I finanziamenti che consentivano all’istituto superiore di studi musicali di portare avanti l’attività e di pagare gli stipendi al personale, per la verità, erano già stati interrotti dallo scorso maggio. Ora si annuncia lo stop definitivo, che solo un miracolo, forse, riuscirà ad evitare.

Presenteremo subito una mozione all’Ars – afferma il deputato del Movimento Cinque Stelle Matteo Mangiacavallo – per impegnare il Governo a darsi da fare a trovare una soluzione. Speriamo soltanto che venga calendarizzata immediatamente. E che non faccia la fine di tanti altri nostri atti parlamentari che restano fermi nei cassetti”.

Per l’Istituto Toscanini il Movimento 5 Stelle aveva già presentato una interpellanza.

L’istituto, in attesa di essere assorbito dalla Stato, come previsto da una legge del 1999, attualmente si sostenta con i finanziamenti della Provincia di Agrigento, che, con opportuna convenzione, si è impegnata a finanziarlo per 20 anni a partire dal 2010.

Share

Museo regionale di Sciacca: segnali positivi

L’assessore regionale ai Beni culturali, Mariarita Sgarlata, ha assunto l’impegno a fare aprire, a Sciacca, il museo regionali, istituito nel lontano 1991. Da tempo, con diversi servizi, ci occupiamo del museo regionale di Sciacca, primo perché sono passati ventidue anni dalla sua istituzione e ancora non si vede niente all’orizzonte, secondo perché sulla vicenda sembra calato il silenzio, come se la cosa alla città di Sciacca non interessasse.

Ma se a Sciacca si parla, gli altri realizzano, come a Burgio, dove è stato aperto da tre anni il museo della ceramica con numerosi reperti provenienti dalla città termale. E’ incredibile, ma è proprio così. A Menfi un antiquarium, a Caltabellotta un muso civico e a Sambuca il museo archeologico inaugurato la settimana scorsa. Che dire: Sciacca è circondata da istituzioni museali, ma non dispone di alcuna struttura espositiva. Storia, arte e cultura sembra interessino poco la classe politica a giudicare dai risultati conseguiti. Questa è l’amara verità: i saccensi parlano gli altri ottengono risultati.

Ieri il deputato saccense Matteo Mangiacavallo, del Movimento Cinque Stelle, ha promosso un incontro con l’assessore regionale ai beni culturali, Mariarita Sgarlata, e il responsabile dell’Unità Operativa del museo di Sciacca, Giuseppe Alongi, per esaminare le possibili soluzioni. L’assessore Sgarlata è apparsa subito interessata alla vicenda. Adesso vedrà di capire con i dirigenti del suo assessorato quali sono stati gli ostacoli che hanno bloccato l’iniziativa avviata ben 22 anni fa e dopo che sono stati spesi quasi cinque miliardi delle vecchie lire per consolidare l’immobile del complesso di Santa Margherita, scelto quale sede del museo.

L’assessore Sgarlata ha annunciato anche una visita a Sciacca per rendersi conto di persona della situazione. Oggi avrà un incontro con l’assessore al turismo, Michela Stancheris, per trovare soluzioni. Speriamo sia la volta buona. Anche gli assessori Gaetano Armao e Sebastiano Missineo, qualche anno fa, hanno visitato la struttura di via Incisa che, però, è rimasta chiusa e Sciacca aspetta ancora il museo.

di Michele Termine

Fonte: teleradiosciacca.it

Share

No alla Violenza sulle Donne: partiamo dalla Prevenzione

Oggi, 25 Novembre, è la “Giornata Internazionale Contro la Violenza sulle Donne”.
Quando si parla di violenza sulle donne parliamo di: violenza fisica, sessuale, comportamenti persecutori (stalking) e violenza psicologica.

In Europa la violenza rappresenta la prima causa di morte delle donne nella fascia di età tra i 16 e i 50 anni. L’Italia nel 2012 conta già 100 vittime, circa 15 in Sicilia.

Le maggiori percentuali di violenze si registrano nel Nord-Est e Nord Ovest, rispettivamente 35,5% e 35,4%, mentre il 24,3% nelle Isole, fra donne separate/divorziate, donne con ruoli dirigenziali e professioniste, laureate e diplomate, ma nell’interpretare questi dati va tenuto in considerazione che in alcune realtà vi è sicuramente una minore capacità di rilevare i dati, a causa della difficoltà di parlare del tema o nella mancata consapevolezza di identificare il problema.

Infatti, secondo i dati Istat (2006), nella quasi totalità dei casi, le violenze subite dalle donne non vengono denunciate (nella nostra regione ne vengono denunciati solo il 2,4%): “Il sommerso è elevatissimo e raggiunge circa il 96% delle violenze da un non partner e il 93% di quelle da partner. Anche nel caso degli stupri la quasi totalità non è denunciata (91,6%) […] Il 69,7% degli stupri, infatti, è opera di partner, il 17,4% di un conoscente. Solo il 6,2% è stato opera di estranei.”

In Sicilia è stata recentemente approvata la Legge Regionale n. 3 del 03 01 2012 Norme per il contrasto e la prevenzione della violenza di genere”, pertanto  come Cittadini all’ARS ci adopereremo affinché la stessa venga effettivamente attuata, inoltre è d’obbligo porre l’accento sulla necessità di azioni che mirino prima di tutto alla prevenzione, quindi inevitabilmente alla promozione della Cultura della non-violenza nel senso più ampio del termine e della figura della donna nella società.

Cittadini all’ARS Movimento 5 Stelle

Utility:
http://www.leonde.org/
http://www.antiviolenzadonna.it/
Numero per le richieste di aiuto e/o segnalazioni: 1522

Fonte: sicilia5stelle.it

Share