Crisi idrica a Sciacca – Mangiacavallo (M5S): “Valenti chieda la risoluzione del contratto con Girgenti Acque”

E’ crisi idrica a Sciacca. Intere zone lasciate a secco per più di 10 giorni. In determinati casi l’acqua non arriva nemmeno con le autobotti e la popolazione è inferocita. Ecco le dichiarazioni del deputato regionale Matteo Mangiacavallo, da sempre attento alla tematica.

“Le gravi inadempienze del gestore sono diventate gravissime – commenta il pentastellato saccense – e il sindaco fa bene a rivolgersi alla Procura. Al contempo, però, vada all’ATI per chiedere la risoluzione anticipata del contratto perché quanto sta avvenendo a Sciacca è davvero intollerabile”.

“La Procura indaghi anche su ulteriori assunzioni fatte dalla Girgenti Acque in questi ultimi mesi, – conclude Mangiacavallo – giusto in periodo sospetto. Noi faremo la nostra parte chiedendo tutti gli atti necessari. Non vorremmo che il sistema ‘assumificio’, denunciato dall’ex procuratore di Agrigento, il dott. Fonzo, abbia avuto un seguito anche nell’ultima tornata elettorale.”

Share

Rischio incendi: il M5S chiede sinergia tra pubblico e privato per garantire la sicurezza

Gli incendi recentemente verificatisi a Sciacca hanno messo in luce l’estrema sensibilità del nostro territorio al rischio incendi e la mancanza di un’adeguata attenzione al problema.

Partendo dalle segnalazioni di singoli cittadini, il M5s ha cercato di individuare le aree di criticità della città chiedendo la collaborazione dei vari comitati di quartiere. Da queste è stata prodotta una planimetria con indicazione delle aree incolte che necessitano di scerbatura per prevenire il pericolo incendio.

Eppure esiste l’ordinanza sindacale n. 21 del 19/05/2015 che impone ai privati di mantenere le aree incolte di propria pertinenza in stato tale da poter prevenire incendi e garantire lo smaltimento della acque meteoriche. A questa si deve aggiungere la determinazione dirigenziale del 04/05/2017 con la quale sono stati affidati, in via d’urgenza, alla ditta ATI – SEA Servizi Ecologici Ambientali S.r.l., i servizi ambientali e di igiene pubblica nel territorio del comune di Sciacca che, oltre a prevedere un’efficiente gestione dei rifiuti, vedono inclusi i servizi di scerbatura delle aree pubbliche incolte.

A tal proposito, i consiglieri del M5S, Teresa Bilello e Alessandro Curreri , hanno presentato all’Amministrazione comunale un’interrogazione per conoscere se la stessa intenda procedere, nell’interesse della città e dei suoi cittadini, al rispetto dell’ordinanza sindacale del 19/05/2015, quali mezzi e personale l’attuale ditta abbia attualmente impegnato nelle operazioni di scerbatura nelle more di un affidamento d’urgenza e se si voglia procedere ad un’intensificazione del servizio di scerbatura al fine di ridurre il rischio incendio. All’interrogazione è stata allegata la planimetria del nostro territorio con indicate tutte le aree pubbliche e private segnalateci dai comitati di quartiere.

Il M5S ancora una volta affronta il problema individuando nella partecipazione e il coinvolgimento dei cittadini il metodo giusto per risolverli e con l’occasione ringrazia tutti i comitati di quartiere per la fattiva collaborazione.

Si ricorda ancora che il servizio di segnalazione delle aree incolte rimane sempre attivo e disponibile ai cittadini mediante il link seguente: http://www.sciacca5stelle.it/segnala-aree/ .

Share

Sciacca, Via Ghezzi al buio dallo scorso 25 novembre. Facciamo un po’ di luce!

La Via Enrico Ghezzi di Sciacca risulta al buio dal 25 novenbre 2016. Il guasto del servizio di pubblica illuminazione è stato segnalato numerose volte a chi di competenza, ma sino ad oggi il problema risulta irrisolto.

L’Assemblea del Movimento 5 stelle di Sciacca fa proprio il disagio dei cittadini e sollecita l’intervento risolutore dell’Amministrazione comunale.

Il servizio di pubblica illuminazione è stato affidato dall’attuale Amministrazione alla società Gemmo secondo la convenzione Consip “Servizio luce 2”, la quale ha una durata minima di 5 anni che però è stata estesa ad 8 sempre dalla Giunta guidata da Di Paola. Questa convenzione prevede che, a fronte del pagamento di un canone annuale dipendente dal numero di punti luce esistenti in città, la società affidataria si faccia carico del pagamento dei consumi elettrici, dell’aggiornamento dell’impianto alla tecnologia LED e della manutenzione preventiva, ordinaria e straordinaria. E’ pertanto evidente che ogni qualvolta un intero quartiere della città non risulta illuminato si arreca un grave disagio ai cittadini in termini di comfort e di sicurezza, mentre la società che gestisce il servizio beneficia di un inopportuno guadagno legato ai minori consumi elettrici.

Per evitare questo circolo vizioso a discapito degli utenti, il contratto stipulato con la Gemmo impone tempi strettissimi di intervento legati alla gravità del disservizio, tempi che vanno dall’immediatezza della soluzione, nel caso in cui ci sia pericolo per le persone, ai 3/15 giorni nel caso in cui ci sia un’interruzione del servizio in 3 o più corpi illuminanti. Inoltre, per ogni ritardo nel ripristino del servizio rispetto ai tempi previsti dal capitolato, si applicano penali salatissime che vanno dai 50 ai 100 Euro per ogni ora accumulata e che possono essere applicate a discrezione dell’Amministrazione.

Alla luce delle precedenti considerazioni l’Assemblea M5S Stelle di Sciacca chiede anche all’Amministrazione comunale:

  • le motivazioni per cui il servizio di pubblica illuminazione nella via Ghezzi è assente dal 25 novembre dell’anno scorso;
  • se per il grave disservizio nella Via Ghezzi sono maturate le condizioni per l’applicazione delle penali e se le stesse sono state chieste al gestore del servizio;
  • quali sono le motivazioni per cui ha deciso di estendere la durata del contratto da 5 a 8 anni;
  • se per gli altri guasti nel servizio di pubblica illuminazione sono stati rispettati i tempi di intervento e se sono mai state chieste le penali al gestore del servizio;
  • quali sono gli investimenti previsti dal contratto per il miglioramento della pubblica illuminazione e se questi sono stati regolarmente effettuati;
  • se ha avuto accesso al registro dei punti illuminanti di Sciacca, come previsto dal contratto, e se è mai stata fatta una verifica sulla loro reale esistenza e funzionamento.

Assemblea M5S Sciacca

Share

Sciacca, segnalazioni dei Cittadini per l’Amministrazione comunale

​Alcuni membri dell’Assemblea del Movimento 5 stelle di Sciacca si sono recati sabato mattina presso il mercato di San Michele per confrontarsi con i Cittadini. Durante la svolgimento dell’iniziativa sono state raccolte alcune segnalazioni che giriamo all’Amministrazione comunale.

In particolare i Cittadini lamentano:

  • lo stato di degrado in cui versa da tempo la Via Empedocle;
  • l’assenza di illuminazione della Via Tresca dal mese di Novembre 2015;
  • la presenza di possibile acqua inquinata nella zona di San Marco e della Perriera, o comunque nei quartieri serviti dai pozzi Grattavoli.

L’ultima delle tre segnalazioni, se confermata, merita un’attenzione particolare sia perché occorre emanare avviso pubblico onde evitare che tale acqua venga usata dai cittadini come potabile sia per intimare al gestore un’immediata soluzione del problema.

Certi di un sollecito riscontro, l’Assemblea ringrazia anticipatamente l’Amministrazione a nome dei Cittadini che ci hanno inoltrato le segnalazioni.

Assemblea M5S Sciacca

Share

Di nuovo uno sversamento in zona Stazzone

sversamento-stazzone-20161006-6

Attraverso delle foto un nostro attivista ci segnala la presenza di sversamenti anomali nella vecchia foce del Cansalamone, allo Stazzone. Con la nuova rete fognaria, che convoglia gli scarichi della città al depuratore, ciò non dovrebbe accadere. I liquidi copiosi che giungono a mare emanano un olezzo di salamoia, indicando la probabile provenienza da un’attività ittico-conserviera. Ci chiediamo se siamo di fronte a uno sversamento abusivo, a un problema alla rete fognaria o a un problema dell’impianto di depurazione, consegnato da anni nelle mani “esperte” di Girgenti Acque. Certamente qualcosa non sta funzionando come dovrebbe.

Siamo fiduciosi che le autorità competenti possano far luce su quanto accade.

Assemblea M5S Sciacca

Share

Il vero quesito del Referendum costituzionale #iodicono

iovotono-referendum-costituzionale

di Nicola Morra

Il quesito proposto da Renzi per il referendum dice: “Approvate il testo della legge costituzionale concernente “disposizioni per il superamento del bicameralismo paritario, la riduzione del numero dei parlamentari, il contenimento dei costi di funzionamento delle istituzioni, la soppressione del Cnel e la revisione del Titolo V della parte II della Costituzione”, approvato dal Parlamento e pubblicato nella Gazzetta ufficiale n. 88 del 15 aprile 2016?

Una scheda vergognosamente faziosa, mistificatoria e incompleta.

Quindi l’ho riscritta io. Una scheda ONESTA che mette i cittadini davanti alla verità, nella condizione migliore di poter scegliere dovrebbe recitare: “Approvate il testo della legge costituzionale concernente “l’elezione dei senatori ad opera dei segretari dei partiti anziché dei cittadini, la concessione dell’immunità per consiglieri regionali e sindaci che faranno un doppio lavoro, il mantenimento dei costi sostanziali del senato, l’accentramento di competenze regionali, ma solo per le 15 regioni ordinarie, la triplicazione (da 50mila a 150mila) del numero di firme per le leggi di iniziativa popolare”, approvato dal Parlamento e pubblicato nella Gazzetta ufficiale n.88 del 15 aprile 2016?”

Condividiamola, facciamola girare. Servirà a contrastare la propaganda che Renzi vuole fare perfino nella cabina elettorale! #IoVotoNo

Fonte: ilblogdellestelle.it

Share

SCIACCA, SEGNALETICA ORIZZONTALE IN VIA OVIDIO: URGE INTERVENTO

Alcuni nostri concittadini hanno segnalato un problema all’Assemblea permanente del M5S di Sciacca che vogliamo girare immediatamente al Sindaco, avv. Fabrizio di Paola, affinché si possa trovare una celere soluzione.

Sciacca, Via Ovidio 7
Sciacca, Via Ovidio

Si tratta dei residenti della Via Ovidio che hanno voluto evidenziarci le difficoltà, soprattutto per chi tra loro è più avanti con l’età, di attraversare la strada a causa dell’assenza di strisce pedonali, in particolare nelle ore in cui insiste un maggior traffico veicolare. Ci hanno precisato che l’anno scorso avevano sollevato il problema all’Urp del Comune di Sciacca, ma non hanno avuto più alcun riscontro.

Siamo andati a verificare e, come segnalatoci, ai bordi della carreggiata, all’altezza dei numeri civici 7 e 11, esistono due tracce ormai quasi impercettibili di attraversamenti pedonali che di fatto non possono essere ritenuti tali.

Andrebbe pertanto rifatta la segnaletica orizzontale al fine di garantire maggiore sicurezza per tutti coloro, in particolar modo bambini e anziani, residenti e non, che si trovano ad attraversare la Via Ovidio.

Siamo certi che l’Amministrazione comunale vorrà provvedere tempestivamente

Share

“CHI CI GUADAGNA DA QUESTE PERDITE IDRICHE?”

perdita-idrica-girgenti-acque-1

La rete idrica di Sciacca è una rete vetusta, una rete colabrodo, come tante altre della nostra ex provincia.

Percorrendo in lungo e in largo la nostra città, specie nei giorni in cui viene garantita l’erogazione dell’acqua, ci si accorge, anche se a volte non ci facciamo più caso, che le strade sono bagnate.

Potremmo citare diversi esempi ma ci soffermiamo su uno in particolare per alcune riflessioni.

Sulla via Amendola, chiusa al traffico per lavori di manutenzione, insiste un fiumiciattolo. I residenti lo ricordano da tempo, e da tempo immemore. Gli stessi cittadini saccensi che si trovano a transitare per quella strada ricordano i tanti interventi della Girgenti Acque eseguiti sulla stessa via, anche se in punti differenti, come se l’acqua riaffiorasse dove meno te l’aspetti. Li ricordano auspicando un intervento risolutivo che ancora non è arrivato. Su questa come su altre strade principali, l’acqua presente può determinare un pericolo per la viabilità, oltre che uno spreco in termini di costi per la collettività.

perdita-idrica-girgenti-acque-2Ci chiediamo allora, e lo facciamo ad alta voce: chi ci guadagna da queste perdite? I cittadini di certo no, che non le loro esose bollette finiscono per pagare anche l’acqua che si perde per la strada. Le “perdite” d’acqua, infatti, vengono conteggiate dal gestore sulla fatturazione all’utenza finale come tutte le “perdite” del proprio bilancio, compresi i costi per le continue riparazioni, anche sulle stesse vie. Non ci guadagna neppure la città che in termini d’immagine, tra buche e rigagnoli, rilascia un impressione degna della migliore Beirut.

Chiediamo allora, alla nostra amministrazione e a nome di tutti i cittadini saccensi, di intervenire presso il gestore affinché gli interventi di manutenzione della rete idrica siano risolutivi e non determinino altre “perdite”. Sulla Via Amendola, visto che attualmente risulta chiusa al traffico, non sarebbe il caso, facendo di necessità virtù, approffitarne? Non sarebbe il caso di invitare il gestore ad eseguire un intervento massivo che metta la parola fine a questo spettacolo indecoroso?

Ce lo chiediamo, e con noi se lo chiedono i residenti e non di case prospicienti i fiumiciattoli e i rigagnoli, simbolo dello spreco e simbolo della cattiva gestione delle nostre risorse idriche.

Assemblea del M5S di Sciacca

Share

Segnaletica orizzontale in Via Ovidio: ora ci siamo “chiariti”

via_ovidio-sciacca

Avevamo girato al nostro sindaco, circa un mese fa, una segnalazione ricevuta da alcuni nostri concittadini residenti della Via Ovidio che ci rappresentavano le difficoltà, soprattutto per chi di loro è più avanti con l’età, di attraversare la strada, in particolare nelle ore in cui vi è un maggior traffico veicolare, per via dell’assenza di strisce pedonali.

All’altezza dei numeri civici 7 e 11 esistevano due attraversamenti pedonali sbiaditi, come se non ci fossero, che avevamo chiesto di rimarcare al fine di rendere più chiara la segnaletica orizzontale e garantire la sicurezza di tutti coloro che si trovano ad attraversare quel tratto di strada.

Siamo lieti di certificare che dal Comune hanno finalmente provveduto e all’Amministrazione giriamo, questa volta, i ringraziamenti dei cittadini che si erano rivolti a noi per segnalarci il problema.

Share

Segnaletica orizzontale in Via Ovidio: urge intervento

sciacca_via_ovidio

Alcuni nostri concittadini hanno segnalato un problema al Meetup Sciacca 5 Stelle che vogliamo girare immediatamente al sindaco, avv. Fabrizio di Paola, affinché si possa trovare una celere soluzione.

Si tratta dei residenti della Via Ovidio che hanno voluto evidenziarci le difficoltà, soprattutto per chi tra loro è più avanti con l’età, di attraversare la strada a causa dell’assenza di strisce pedonali, in particolare nelle ore in cui insiste un maggior traffico veicolare. Ci hanno precisato che l’anno scorso avevano sollevato il problema all’Urp del Comune di Sciacca, ma non hanno avuto più alcun riscontro.

Siamo andati a verificare e, come segnalatoci, ai bordi della carreggiata, all’altezza dei numeri civici 7 e 11, esistono due tracce ormai quasi impercettibili di attraversamenti pedonali che di fatto non possono essere ritenuti tali.

Andrebbe pertanto rifatta la segnaletica orizzontale al fine di garantire maggiore sicurezza per tutti coloro, in particolar modo bambini e anziani, residenti e non, che si trovano ad attraversare la Via Ovidio.

Siamo certi che l’amministrazione comunale vorrà provvedere tempestivamente.

Le immagini sottostanti, prelevate da Street View di Google Maps, risalgono al 2010 e anche all’epoca le strisce pedonali erano ormai sparite.

 

Share