Chi siamo

Assemblea MoVimento 5 Stelle Sciacca

Il MoVimento 5 Stelle è una libera associazione di cittadini. Non è un partito politico né si intende che lo diventi in futuro. Non ideologie di sinistra o di destra, ma idee. Vuole realizzare un efficiente ed efficace scambio di opinioni e confronto democratico al di fuori di legami associativi e partitici e senza la mediazione di organismi direttivi o rappresentativi, riconoscendo alla totalità dei cittadini il ruolo di governo ed indirizzo normalmente attribuito a pochi.

nuovo_logo_m5s_300x300Il MoVimento 5 Stelle trova linfa vitale anche a Sciacca, si sviluppa come espressione locale del MoVimento 5 Stelle nazionale, lanciato a Milano il 4 ottobre 2009 da Beppe Grillo, e come frutto del lavoro del MeetUp nato nella nostra città il 1 gennaio 2011. Il lavoro svolto dal MeetUp nel corso del tempo ha subito una grande evoluzione trasformandosi da semplice collettore del malcontento per la cattiva gestione della res publica a centro di studio e raccolta di documenti tecnici e scientifici, analisi e proposte alternative. Proprio queste proposte, avanzate da persone comuni, da cittadini onesti con voglia di cambiare lo status quo, sono alla base del programma politico del MoVimento 5 Stelle .

Di fronte ad un’intera classe politica sempre più autoreferenziale, tanto impegnata a occupare poltrone quanto distante dai problemi reali delle persone comuni, che ha portato a un generale disinteresse politico perché “tanto sono tutti gli stessi” e ha spianato la strada al malaffare e all’illegalità, di fronte a questa “casta” è necessaria una chiara presa di coscienza e di posizione. E’ necessario che la cittadinanza si riavvicini alla politica per controllarla e si proponga per amministrarla con nuove forme di partecipazione rese possibili da quello strumento di democrazia tanto formidabile quanto temuto dai politici tradizionali che è la rete.

Chi può difendere il Comune se non i cittadini stessi?

I Comuni decidono della vita quotidiana di ognuno di noi, possono avvelenarci con un inceneritore o avviare la raccolta differenziata, fare parchi per i bambini o porti per gli speculatori, costruire parcheggi o asili, privatizzare l’acqua o mantenerla sotto il loro controllo. Dai Comuni si deve ripartire a fare politica.

Il MoVimento 5 Stelle è una svolta rivoluzionaria nella politica italiana dove “Uno conta Uno” e grazie all’impegno di tutti si persegue il bene della collettività. Ci siamo sottratti alla logica dei partiti, dove “uno conta zero”, salvo quando si accoda e fa massa dietro qualche leader, nell’illusione di condividere le briciole dei suoi meschini privilegi. Per questo intendiamo mettere la nostra energia a disposizione di tutti quelli che vivono nella nostra Sciacca e che, proprio come noi, sono stanchi di essere ridotti al mutismo, alla contemplazione, all’impotenza.

La nostra libertà esiste se sappiamo garantire che chi si è iscritto al MoVimento 5 Stelle da appena un minuto conterà esattamente quanto chi si è iscritto per primo anni fa, che il delegato conterà quanto chi lo ha delegato, e che essere delegati è solamente un onere e una responsabilità in più e in nessun modo un privilegio o un pulpito da cui far scendere idee magari giuste, ma che sono semplicemente le idee di uno solo.

Il MoVimento 5 Stelle non è un partito gerarchico, ma una rete di punti di vista, di riflessioni, di esperienze, per riportare in mano ai cittadini la tutela del bene comune.

Nel MoVimento 5 Stelle convergono persone mosse da passioni diverse. C’è chi crede nella legalità come valore fondamentale per la buona amministrazione. C’è chi non sopporta più di vedere la città umiliata da amministratori e politici inetti, indifferenti, insensibili, arroganti e talvolta prepotenti, inconsapevoli del ruolo che rivestono e attaccati soltanto alla poltrone che sono riusciti a procurarsi. C’è chi ritiene urgente correre ai ripari di fronte al disastro ambientale e ha fiducia nelle proposte che sono emerse in questi anni per impulso di Beppe Grillo e del popolo del suo blog. C’è chi pensa che la democrazia sia andata convertendosi in un sistema totalitario, che diviene ogni giorno più ostile alla libertà. C’è chi pensa che per cambiare la politica sia necessaria una profonda rivoluzione culturale. E altro ancora …

Ma tutti ci ritroviamo uniti nella convinzione che non vi sarà cambiamento se ciascuno non prenderà l’azione politica nelle sue mani, vedendo negli eletti non già qualcuno che agisce indipendentemente da lui (e spesso contro di lui), ma qualcuno che intende portare anche dentro le istituzioni il virus della libertà, della verità, della lealtà, della dignità, della coerenza, del reciproco rispetto, della trasparenza, dell’ascolto, della laicità, del senso del limite … Tutte cose che gran parte della politica italiana ha perso da tempo. Alcuni addirittura affermano che non le abbia mai davvero possedute.

Noi vogliamo che la Politica viva soprattutto fuori dai palazzi, in ogni strada, in ogni piazza, nella “rete” che non è solo il web ma l’auto-organizzazione orizzontale che si crea quando si mettono tra loro in relazione le persone reali, cioè dove si fa davvero Politica con la P maiuscola.

A differenza dei politici tradizionali i quali ritengono che per cambiare le cose occorra modificare le leggi, noi crediamo che sia più efficace cambiare prima la cultura dominante, anche se questo è un processo più lungo e più complicato: un popolo formato da un maggior numero possibile di persone correttamente informate, partecipi della vita pubblica e oneste è il migliore antidoto contro la presenza di governanti inadatti e/o corrotti.

La persona onesta sale i gradini dei palazzi del Potere solo per restituirlo ai cittadini.

.

I nostri Valori

  • Il cittadino al centro della vita politica e delle decisioni pubbliche.
  • La salute di tutti e la tutela dell’ambiente intesi come bene comune irrinunciabile.
  • La trasparenza nella gestione della cosa pubblica e nei rapporti con i cittadini.
  • La democrazia diretta per coinvolgere tutti nelle decisioni e come antidoto ad ogni forma di emarginazione e di violenza: uno vale (davvero) uno.
  • La rivalutazione delle competenze e dei meriti al posto del clientelismo.
  • La centralità dei valori quali il rispetto, il confronto e l’onestà.
  • La creazione delle opportunità perché tutti possano vivere nella legalità.
  • La corretta informazione come fondamento della libertà di decidere.
  • Il rifiuto in modo assoluto di ogni forma di violenza da parte nostra come da parte di chiunque.

I nostri candidati

  • Non appartengono a nessun partito e non hanno svolto in precedenza più di un incarico amministrativo a qualsiasi livello.
  • Sono incensurati.
  • Risiedono all’interno del territorio di riferimento per le elezioni.
  • Renderanno pubblici tutti gli elementi perché si possa verificare che non agiranno mai per vantaggi personali, familiari o di aziende a loro riconducibili.
  • Si impegnano a dimettersi immediatamente qualora perdessero o si dimostrasse che non avevano i requisiti richiesti.
  • Si impegnano, con responsabilità, lealtà e generosità, al servizio dei cittadini secondo i principi della democrazia diretta.
Share