[Video] Mistretta al Forum di Risoluto.it: “La prima cosa che farò se eletto? Chiedere all’Ati la risoluzione del contratto con Girgenti Acque”

“Il mio primo atto se sarò eletto? Chiedere la convocazione dell’Ati e invocare la risoluzione del contratto con Girgenti Acque”. È stato questo uno dei passaggi salienti dell’intervista a Domenico Mistretta durante il secondo dei Forum con i candidati a sindaco che si è svolto nella sede di Risoluto.it. Rispondendo alle domande di Massimo D’Antoni, Giuseppe Pantano e Giovanna Venezia, Mistretta ha evidenziato la necessità di approvare immediatamente il bilancio di previsione 2017, di cui il Comune di Sciacca è sprovvisto. “Ringraziamo per la cortesia l”amministrazione Di Paola che non ci ha lasciato lo strumento finanziario”, ha polemizzato l’aspirante primo cittadino del Movimento Cinque Stelle, ricordando che questo è un adempimento indispensabile, perché la legge adesso prevede, per i comuni inadempienti, la decadenza sia del Consiglio, sia del Sindaco. “Rischiamo di far tornare i cittadini alle urne entro tre mesi”, ha aggiunto Mistretta. Il candidato a sindaco ha inoltre contestato l’associazione tra il Movimento Cinque Stelle e il concetto di voto di protesta: “Noi abbiamo tante idee. Calogero Bono dice che solo lui sa dove mettere le mani? Allora mi domando perché, in questi ultimi cinque anni, la coalizione che lo sorregge non lo abbia fatto”. Mistretta ha poi contestato la previsione, all’interno del PRG, della trasformazione del vecchio ospedale in centro per accoglienza per immigrati. “Sono perplesso, perché da un lato parliamo di rilancio termale, e dall’altro lato prevediamo, a pochi metri dalle Terme, una struttura che è sì opportuno realizzare, perché per me è un segno di civiltà, ma non certo trasformando quell’edificio, perché non è questo il biglietto da visita da dare a chi arriva a Sciacca”. Infine il candidato a sindaco del Movimento Cinque Stelle ha parlato della sua estrazione culturale: “Sono stato socialista, come mio padre, come lo fu mio nonno. Ma oggi, per me, destra e sinistra non esistono più”, ha aggiunto Mistretta. Rivelando che, alle elezioni del 2009, votò per Vito Bono. “Era inevitabile, anche perché è il mio medico curante”, ha scherzato Domenico Mistretta.

Fonte: risoluto.it

Share

Sciacca, M5S: “Serie perplessità sul bando per l’affidamento della gestione della piscina comunale, un bel pacco confezionato su misura”

“Esprimiamo serie perplessità in merito al bando per l’affidamento della gestione della piscina comunale di Sciacca. Pubblicato in piena concomitanza con la campagna elettorale e con una scadenza per la presentazione delle offerte del 27 giugno, dunque, a giochi fatti, rappresenta forse per qualcuno il pretesto per sbandierare la presunta apertura di una struttura che la cittadinanza attende da oltre 30 anni”. Così il Movimento 5 Stelle di Sciacca attacca duramente l’amministrazione comunale saccense.

“Non possiamo non rilevare le condizioni estremamente singolari di affidamento, – vanno avanti – tra gli oneri a carico dell’affidatario, oltre a quelli che normalmente riguardano la gestione ordinaria di un bene pubblico, troviamo alcuni punti che tutto fanno pensare tranne che la struttura sia effettivamente pronta per essere fruita dalla cittadinanza. L’art. 4 del Capitolato Speciale d’Oneri descrive, infatti, una struttura priva d’impianto di areazione, con un sistema d’impermeabilizzazione delle coperture non adeguato, che necessità di verifiche e interventi di adeguamento alle normative vigenti per l’esercizio dell’attività prevista, per l’abbattimento delle barriere architettoniche, per la sicurezza antincendio. Tutte carenze cui dovrebbe porre rimedio l’eventuale affidatario”.

“Dalla lettura della documentazione allegata al bando è, dunque, evidente che l’amministrazione uscente stia cercando un gestore cui scaricare la “patata bollente” – concludono i 5Stelle di Sciacca – di rendere effettivamente fruibile la struttura, posto che ciò sia possibile a norma di legge. Un bel pacco confezionato su misura. Non permetteremo a nessuno di strumentalizzare per fini politici questo bando perché riteniamo che, anche laddove si trovasse il gestore pronto a immolarsi in questa impresa faraonica e questo si scoprirà solo dopo le elezioni amministrative, l’apertura effettiva della piscina è ancora ben lontana dal divenire realtà”.

Share

Amministrative di Sciacca, il candidato sindaco M5S Mistretta: “La rigenerazione urbana al centro della nostra attenzione”

“Tra i punti principali del nostro programma ci sono la valorizzazione del centro storico e il miglioramento della qualità della vita in tutti i quartieri. Solo con una continua cooperazione tra i cittadini e l’amministrazione si possono ridisegnare nuovi spazi e nuove forme di convivenza.  Insieme a voi cercheremo di dare risposte innovative ai problemi di interesse generale”. Lo dice il candidato sindaco del Movimento 5 Stelle a Sciacca Domenico Mistretta.

“Vogliamo un centro storico vivibile per i residenti – continua Mistretta – e aperto al turismo e al commercio. Raggiungeremo questo obiettivo con azioni semplici ma efficaci, come l’introduzione di strade a traffico limitato e aree pedonali, la realizzazione di una cintura di parcheggi a raso e l’istituzione di un servizio bus navetta con corse frequenti e tragitti più brevi”. E aggiunge: “tutti i quartieri della nostra città si sentiranno al centro dell’attenzione. Attiveremo servizi necessari al miglioramento della qualità della vita dei cittadini, con un occhio di riguardo alla viabilità che sarà riorganizzata secondo le direttive “Sciacca città sicura e vivibile” contenute nel PUMS (creazione di rotonde, svincoli, etc.)”.

“E’ così che i quartieri più abbandonati – conclude il candidato Cinquestelle Mistretta – potranno attivare nuovi cicli per la rigenerazione urbana. E’ dal confronto costante con i cittadini che si svilupperà un nuovo modo di essere comunità e che nasceranno servizi, attività, e imprese che aiuteranno a vivere meglio la nostra Sciacca e daranno risposte concrete ai bisogni di chi la abita”.

Share

Il Comitato dello Stazzone incontra Mistretta

Si è svolto ieri sera allo Stazzone un incontro tra il Comitato del Borgo dello Stazzone ed il Candiato a Sindaco del M5S Domenico Mistretta. L’incontro è stato il primo, ma il Comitato si è affrettato a dire che rimane aperto e disponibile ad incontrare qualunque candidato vorrà dialogare.

L’incontro ha avuto lo scopo di percorrere le vicende degli ultimi anni, le problematiche ancora presenti con uno sguardo sul futuro. “Riteniamo infatti che si debba avere chiara in mente la meta che si vuole raggiungere affinché tutti i piccoli passi che si possano fare nel prosieguo conducano sempre nella stessa direzione. – dicono dal comitato – In particolare, nella nostra visione, lo Stazzone deve ritornare alla dignità di un tempo, ossia ritrovare lo spazio di luogo di balneazione per i saccensi tutti, luogo di crescita sociale per i bambini e bellezza da mostrare ai nostri turisti”.

Per questo, oltre ad elencare tutti i problemi non risolti dalla precedente amministrazione, il comitato ha chiesto al candidato sindaco che in caso di elezione, si adoperi nel trovare fonti di finanziamento che consentano di far rinascere la tanto amata Spiaggia dello Stazzone. A tale scopo è stato siglato un protocollo d’intesa.

Fonte: http://fattieavvenimentisciacca.altervista.org/

Share

M5S Sciacca: “Nella lettera di Mangia una nota stonata. Francesca Valenti chiarisca alla cittadinanza di quale interesse comune si parla”

Fonte della copia della lettera: www.corrieredisciacca.it

Abbiamo letto e riletto con estrema attenzione la lettera attraverso la quale il Presidente della Aeroviaggi Spa., Antonio Mangia, invita i suoi collaboratori “ad appoggiare la lista civica della D.ssa Valenti” in nome dell’interesse per Sciacca e di un “interesse comune”. Si intuisce che questa iniziativa trae origine dall’incontro che l’imprenditore ha avuto con la candidata a sindaco di Sciacca per lo schieramento di centro-sinistra. Nella missiva è esplicitamente dichiarato che nel colloquio tenuto si è parlato di un programma per migliorare l’accesso a Sciaccamare, della valorizzazione delle Terme di Sciacca e della “disponibilità” di Mangia a rilanciarle.

Non mettiamo in discussione le scelte elettorali del Presidente di Aeroviaggi o di altri imprenditori locali anche se, a nostro avviso, sarebbe stato piu opportuno ascoltare tutti i candidati a sindaco prima di orientarsi e orientare il voto. Noi del M5S siamo disponibili ad un incontro con tutti i gli operatori del settore turistico per illustrare la nostra idea di città, il nostro concetto di turismo e il nostro obiettivo di sviluppo economico ad esso legato. Anche noi siamo convinti della necessità impellente di migliorare l’integrazione di una struttura alberghiera complessa come quella di Sciaccamare con il nostro territorio e il nostro tessuto urbano. E abbiamo, al riguardo, anche le idee chiare su come procedere.

Chiediamo, invece, alla candidata a sindaco Francesca Valenti quali siano stati i termini della discussione avuta con Antonio Mangia, visto che lo stesso parla di “nostro interesse comune” oltre che di interesse di Sciacca. A quale “interesse” specifico si riferisce? E’ doveroso che Francesca Valenti lo chiarisca alla cittadinanza.

I beni termali dovranno certamente essere affidati attraverso bandi pubblici ai quali noi del M5S stiamo già lavorando.

Esortiamo tutti i nostri concittadini a votare liberamente, secondo la propria coscienza e i propri naturali convincimenti, perché solo tramite l’espressione incondizionata delle proprie idee e delle proprie preferenze, la vera democrazia trova linfa vitale.

Share

M5S: “Con noi i cittadini al governo della città”

È un messaggio chiaro quello che il Movimento 5 Stelle lancia a Sciacca in occasione delle amministrative dell’11 giugno.

“Con noi sarà il governo dei cittadini. I cittadini non sceglieranno il sindaco e una squadra di professionisti per governare la città, ma sceglieranno di governarla insieme a noi – dichiara Domenico Mistretta, candidato a sindaco per il M5S di Sciacca – Da oltre un anno abbiamo costituito gruppi di lavoro suddivisi per competenze. Attraverso questi gruppi i cittadini hanno scritto il programma elettorale e saranno artefici delle scelte che saremo chiamati a fare per amministrare la nostra città. Diventeranno delle vere e proprie commissioni parallele aperte alla società civile”.

“Le amministrazioni passate – affermano dal Movimento di Sciacca – hanno avuto paura e hanno preferito regalare la gestione dei nostri beni ai privati. Noi non abbiamo alcuna paura di riprenderci la gestione dell’acqua, dei rifiuti e di tutti i servizi pubblici, di riprenderci le Terme per decidere coi saccensi come rilanciarle. Le nostre risposte e le nostre proposte arrivano direttamente dai cittadini. Occorre soltanto il coraggio di applicarle e noi di coraggio ne abbiamo da vendere”.

“Sulle Terme, in particolare, – conclude Domenico Mistretta – abbiamo notizie dal nostro deputato all’Ars Matteo Mangiacavallo, che entro la metà di maggio si completerà la vendita delle piscine Molinelli e si procederà con la liquidazione della società – noi siamo al lavoro per mettere in piedi i bandi per l’affidamento della gestione, per non trovarci impreparati e per recuperare tempo, visto che già se n’è perso troppo in questi anni. È così, mentre gli altri finiscono di smontare le tende, noi siamo già andati oltre”.

Share