Matteo Mangiacavallo (M5S): “Cauto ottimismo per la vicenda dell’Ospedale di Sciacca”

ospedale-sciacca

L’ordine del giorno sull’Ospedale di Sciacca, presentato dal deputato regionale del M5S Matteo Mangiacavallo durante la seduta dello scorso 2 luglio in aula all’Ars e accettato come raccomandazione dall’assessore al ramo Dott. Lucia Borsellino, ha avuto un primo interessante riscontro.

Lo stesso assessore regionale aveva sentito, nei giorni scorsi, il nuovo direttore generale dell’Asp, dott. Ficarra, per discutere in ordine alle criticità rappresentate nell’atto parlamentare ed oggi il dott. Ficarra, alla presenza del direttore medico del presidio saccense, dott. Migliazzo, ha ricevuto il portavoce del M5S Matteo Mangiacavallo.

Durante l’incontro sono state sviscerate tutte le tematiche riguardanti il nosocomio saccense e sono state concordate diverse soluzioni per tamponare principalmente le urgenze in attesa dell’imminente approvazione del piano sanitario.

In ordine alla mancanza di medici nel reparto di anestesia e rianimazione il direttore Ficarra sta provvedendo all’approvazione della graduatoria relativa all’avviso rivolto ai neo specializzati e già nelle prossime settimane dovrebbero essere sottoscritti i primi contratti. Due medici saranno destinati a sopperire le carenze del reparto di cardiologia, sarà inoltre nominato (anche se per un periodo di 60gg.), il direttore dell’unità complessa di Ortopedia ed è stata altresì garantita la nomina di un primario per il reparto di anatomia patologica.

Al reparto di emodinamica sarà garantito, in attesa della rimodulazione della rete ospedaliera, e quindi della nomina del primario, il supporto del direttore della stessa Unità del San Giovanni di Dio nonché di un medico cardiologo che nella fase di addestramento affiancherà i colleghi per acquisire le specifiche competenze necessarie.

Il deputato regionale del Movimento 5 Stelle ha colto con compiacimento lo spirito fattivo con il quale il direttore Ficarra sta affrontando le problematiche relative all’Ospedale di Sciacca e ha percepito l’interesse, anche dello stesso governo regionale, di porre fine alle criticità che interessano la struttura saccense.

Mangiacavallo è stato rassicurato infine che, rientrate le emergenze, tra cui la carenza del personale infermieristico, si affronteranno altre questioni importanti come la convenzione tra l’Asp e la Fondazione Maugeri e la banca del sangue cordonale di Sciacca. Nelle prossime settimane il portavoce regionale del M5S tornerà ad Agrigento per fare un ulteriore punto della situazione.

Share