Autolinee Gallo: interrogazione a risposta scritta di Matteo Mangiacavallo e M5S

autolinee_gallo

Riportiamo il post, pubblicato su laltrasciacca.it, che riporta l’interrogazione del portavoce all’Ars Matteo Mangiacavallo.

Sono anni che sbattiamo contro il muro di gomma della Regione quando segnaliamo i disservizi delle autolinee Gallo-Sais. L’unico servizio di trasporto pubblico a nostra disposizione per andare a Palermo non è ancora degno di questo nome.

Nel 2014 se stacchi il biglietto del bus per Palermo, soprattutto in certi orari e in certi giorni, non sei affatto sicuro che su quel bus ci potrai salire! Non esiste la possibilità di prenotare il posto sul bus, pur pagandolo anticipatamente, né tanto meno la prenotazione e l’acquisto on line dei biglietti.

Ad aggravare la situazione, l’aumento notevole dei viaggiatori per via dell’istituzione della navetta che gira per alcuni comuni della Valle del Belice e che fa fermata presso il bivio Gulfa, nei pressi di Sambuca di Sicilia. Tanto di cappello alle amministrazioni belicine che sono riuscite ad ottenere questa fermata, ma all’aumento dei viaggiatori, secondo voi, è corrisposto l’aumento delle corse?

Sottoscriviamo  Matteo Mangiacavallo quando scrive: “Sono trascorsi ben sei mesi dall’aprile 2014, termine (stabilito in seno alla riunione del 14 novembre 2013) entro il quale le Autolinee GALLO srl, si impegnava ad introdurre un sistema di prenotazioni; nonostante le numerose interlocuzioni avvenute nel corso degli scorsi mesi (e degli ultimi anni) tra i dirigenti del Dipartimento regionale ai Trasporti e i rappresentanti del Comitato spontaneo dei pendolari della tratta SCIACCA-PALERMO-SCIACCA, l’associazione di promozione sociale L’AltraSciacca ed i rappresentati della politica e i responsabili dell’azienda AUTOLINEE GALLO srl, i disservizi segnalati dagli utenti permangono e nessuno dei punti posti all’attenzione man mano sono stati ancora stati risolti”, e nello stesso tempo chiediamo con forza anche alle nostre autorità cittadine, a quelle dei comuni interessati alla tratta CATTOLICA-PALERMO, agli organi di controllo regionali, che siano vigili nei confronti della ditta Gallo-Sais, e che facciano anche loro pressing affinché, una volta e per tutte, sia dato il via al servizio di prenotazione dei posti sia nelle biglietterie che on-line.

Solo in questo modo la ditta Gallo-Sais potrà quantificare in anticipo il numero di utenti che richiedono il servizio e predisporre un numero di bus adeguato, evitando di lasciare a terra decine e decine di persone che il biglietto lo hanno comunque pagato.

A seguire l’interrogazione parlamentare.

ASSEMBLEA REGIONALE SICILIANA

INTERROGAZIONE

(CON RISPOSTA SCRITTA E URGENTE)

Iniziative urgenti finalizzate a porre fine alle problematiche inerenti il servizio di trasporto pubblico Palermo-Sciacca-Palermo effettuato dalla Ditta “Autolinee Gallo Srl”.
Al Presidente della Regione

All’Assessore regionale alle infrastrutture ed alla mobilità

PREMESSO CHE:

– l’azienda AUTOLINEE GALLO S.R.L., appartenente al gruppo “SAIS TRASPORTI”, gestisce, in regime di monopolio, il servizio di trasporto pubblico relativo alla tratta SCIACCA-PALERMO-SCIACCA;

RILEVATO CHE:

gli utenti, pendolari e non, di tale tratta, lamentano, da svariati anni, numerose criticità tra le quali:

a) l’emissione “incontrollata” dei titoli di viaggio con conseguente sovraffollamento di alcune corse;
b) mezzi di trasporto non sempre funzionanti a dovere (aria condizionata guasta, interruzione corse, soppressione corse) e, da quanto viene denunciato dagli utenti, anche carenti sotto l’aspetto igenico;
c) la mancata disponibilità di una carta dei diritti del passeggero sia all’interno dei mezzi che presso le biglietterie ne’, tanto meno, sul sito internet della ditta, con conseguenti difficoltà per l’inoltro dei reclami;
d) la mancanza di un effettivo controllo sull’efficienza e/o sulla qualità del servizio svolto;
f) l’assenza di strumenti atti a garantire agli utenti la possibilità di rilasciare feedback da parte degli utenti, indispensabile per avere un quadro puntuale e reale in ordine al servizio di trasporto pubblico reso dalla ditta Gallo;
g) la variazione in peius del rapporto “numero viaggiatori/numero posti disponibili” causato dalla riduzione del numero complessivo delle corse e dell’aumento progressivo del numero dei viaggiatori.

CONSIDERATO CHE:

in relazione al punto g) la causa va ravvisata sul fatto che, a coloro che usufruivano normalmente del servizio, si sono aggiunti gli utenti che percorrevano le tratte “minori” oggi del tutto cancellate (ad esempio, l’abolizione della tratta Caltabellotta-Palermo);
per approfondire e riscontrare le problematiche sopra elencate, veniva convocata, in data 22 ottobre 2013, un’audizione in IV Commissione legislativa ARS, alla presenza dei vertici e/o rappresentanti delle AUTOLINEE GALLO SAIS, del Governo Regionale nella persona Dirigente Generale del Dipartimento regionale delle Infrastrutture, della Mobilità e dei Trasporti, Dott. Giovanni Arnone e di una delegazione del comitato spontaneo dei pendolari della tratta Palermo-Sciacca-Palermo;
al termine della suddetta audizione, su proposta del dott. Giovanni Arnone, e su invito del Presidente della IV Commissione legislativa ARS, si stabiliva di organizzare un “tavolo tecnico” tra tutte le parti interessate per ragionare insieme sulle possibili soluzioni;
in data 14 novembre 2013 si svolgeva presso il Dipartimento regionale delle Infrastrutture, della Mobilità e dei Trasporti, una riunione alla presenza dei rappresentanti della Autolinee Gallo srl, i rappresentanti del comitato spontaneo dei pendolari, il Sindaco di Sciacca F. Di Paola e il Dirigente responsabile del Servizio 1 – Autotrasporto Persone V. Pacetto, in seno alla quale:
a) i dirigenti della Autolinee Gallo S.r.l. hanno riconosciuto che l’introduzione di un sistema di prenotazione consentirebbe di controllare meglio l’emissione dei titoli di viaggio di evitare le potenziali resse per accaparrarsi un posto sull’autobus, di pianificare i trasferimenti dei viaggiatori, assumendo contestualmente l’impegno formale di renderlo operativo quanto sopra evidenziato entro il mese di aprile 2014 e nelle more di tale adozione, anche quello di contenere il problema palesato dai pendolari, mettendo a disposizione corse bis negli orari e nei giorni più critici;
b) per migliorare la comunicazione tra l’azienda trasporti e l’utenza, veniva chiesto di attivare una linea di comunicazione telefonica distinta da quelle delle biglietterie per segnalare eventuali disservizi, effettuare reclami, chiedere chiarimenti o informazioni su ritardi, deviazioni, corse soppresse e quant’altro e, in alternativa, di creare un’apposita sezione sul sito internet dell’azienda;
c) veniva assunto l’impegno alla pubblicazione della carta integrale dei servizi e dei valori dei parametri di qualità del servizio erogato, incluso il grado di soddisfazione dei viaggiatori;

RILEVATO CHE:

– sono trascorsi ben sei mesi dall’aprile 2014 termine (stabilito in seno alla riunione del 14 novembre 2013) entro il quale le AUTOLINEE GALLO srl, si impegnava ad introdurre un sistema di prenotazioni;

– nonostante le numerose interlocuzioni avvenute nel corso degli scorsi mesi (e degli ultimi anni) tra i dirigenti del Dipartimento regionale ai Trasporti e i rappresentanti del Comitato spontaneo dei pendolari della tratta SCIACCA-PALERMO-SCIACCA, l’associazione di promozione sociale L’ALTRASCIACCA ed i rappresentati della politica e i responsabili dell’azienda AUTOLINEE GALLO srl,  i disservizi segnalati dagli utenti permangono all’ordine del giorno e nessuno dei punti posti all’attenzione man mano sono stati ancora stati risolti;

GLI INTERROGANTI CHIEDONO (CON RISPOSTA SCRITTA E URGENTE)

DI SAPERE:

quali iniziative intende mettere in atto il governo regionale, e nello specifico l’assessorato alle infrastrutture ed alla mobilità, per far fronte e porre fine immediatamente alle problematiche sopra evidenziate, inerenti al servizio di trasporto pubblico Palermo-Sciacca-Palermo

22 ottobre 2014

MANGIACAVALLO

CAPPELLO

CANCELLERI

TRIZZINO

ZITO

CIACCIO

SIRAGUSA

TANCREDI

CIANCIO

FOTI

FERRERI

PALMERI

LA ROCCA

ZAFARANA

Fonte: laltrasciacca.it

Share

Problemi trasporto pubblico Palermo-Sc​iacca: audizione in IV Commission​e il prossimo 23 ottobre

A seguito del moltiplicarsi delle segnalazioni dei disservizi segnalati dagli utenti del servizio di trasporto pubblico e relativi alla tratta Palermo-Sciacca-Palermo, il deputato del movimento 5 Stelle all’ARS Matteo Mangiacavallo ha chiesto e ottenuto la convocazione urgente di un’audizione presso la IV Commissione Legislativa “Territorio e Ambiente”, presieduta dall’avv. Giampiero Trizzino, affinché siano verificati e approfonditi i problemi evidenziati dai fruitori del servizio per poterli affrontare e risolvere. E’ stata richiesta la presenza dei vertici e/o rappresentanti della Autolinee Gallo Srl, società che gestisce il servizio, del Governo Regionale nella persona dell’Assessore Regionale ai Trasporti o di chi ne fa le veci e di una delegazione del comitato spontaneo dei pendolari della tratta di collegamento extraurbano. La seduta per l’audizione è stata fissata presso la sede della IV Commissione all’Ars il prossimo 23 ottobre 2013, alle ore 10:00.

Share

Richiesta audizione in IV Commissione in merito ai problemi dei pendolari della tratta Palermo-Sciacca avanzata da M. Mangiacavallo

Facciamo presente che, a seguito delle segnalazioni inoltrate dall’associazione L’AltraSciacca sul proprio sito web (www.laltrasciacca.it) e dal comitato spontaneo dei pendolari della tratta Palermo-Sciacca-Palermo, il deputato del movimento 5 Stelle all’ARS, Matteo Mangiacavallo, ha chiesto la convocazione urgente di una audizione presso la IV Commissione legislativa “Territorio e Ambiente”, presieduta dall’avv. Giampiero Trizzino, affinché vengano approfondite e verificate le problematiche segnalate dai fruitori di questo servizio di trasporto pubblico.

E’ stata altresì richiesta la presenza dei vertici e/o rappresentanti della società che gestisce il servizio, ovvero la Autolinee Gallo SAIS, del Governo Regionale nella persona dell’Assessore Regionale ai Trasporti o di chi fa le veci e di una delegazione del comitato spontaneo dei pendolari della tratta Palermo-Sciacca-Palermo.

Qui di seguito la richiesta inoltrata.

Al Presidente della IV Commissione Legislativa ARS

“Territorio e Ambiente”

Avv. Giampiero Trizzino

OGGETTO: Richiesta convocazione urgente audizione in IV commissione legislativa ARS in merito alle problematiche inerenti il servizio di trasporto pubblico Palermo-Sciacca-Palermo.

Con la presente, il sottoscritto Matteo Mangiacavallo, deputato della XVI Legislatura, chiede alla SV la convocazione urgente di una audizione presso la commissione legislativa da Lei presieduta affinché vengano approfondite e verificate le problematiche segnalatemi dai fruitori, pendolari e non, del servizio di trasporto pubblico Palermo-Sciacca-Palermo che di seguito, sommariamente, passo ad elencare:

  • Emissione “incontrollata” dei titoli di viaggio con conseguente sovraffollamento di alcune corse con liti e spintoni tra passeggeri per guadagnarsi un posto a sedere; spessissimo accade che gli abbonati, con biglietto pagato, rimangono a terra mentre altri viaggiatori riescono a salire e ad acquistare il titolo di viaggio sul pullman; si tratta comunque di guerra tra poveri.
  • Pullman non sempre funzionanti a dovere (aria condizionata guasta, interruzione corse, soppressione corse) e, da quanto mi viene riferito, non sempre puliti.
  • In alcuni casi, partenze ritardate e arrivi ritardati senza apparenti cause di forza maggiore come possono essere manifestazioni quali scioperi, incidenti, traffico, etc.
  • Carta dei diritti del passeggero non disponibile ne’ sui pullman ne’ presso le biglietterie ne’ sul sito internet con conseguente difficoltà per l’inoltro dei reclami;
  • Sito internet equiparabile a una pagina web con un link ad un file pdf contenente gli orari delle corse e pertanto assolutamente insufficiente.
  • Mancanza di un effettivo controllo sull’efficienza e/o sulla qualità del servizio svolto.
  • Inesistenza di un rapporto con i viaggiatori: l’assessorato non ha alcuna idea di cosa pensano gli utenti della gestione del servizio trasporto pubblico, pagato così a scatola chiusa.
  • Il taglio dei finanziamenti nel settore trasporti ha provocato la soppressione di tante tratte “minori” e la riduzione del numero di corse per quelle maggiori.
  • Il rapporto “numero viaggiatori / numero posti disponibili” è cresciuto a dismisura per i motivi fondamentali elencati di seguito.
    • 1) e’ stato ridotto il numero complessivo delle corse e conseguentemente il numero di posti disponibili;
    • 2) e’ aumentato il numero di viaggiatori dato che si sono aggiunti quelli che percorrevano le tratte minori (ad esempio, l’abolizione della tratta Caltabellotta-Palermo costringe i cittadini del centro montano a recarsi a Sciacca per raggiungere Palermo);
    • 3) e’ aumentato il numero di viaggiatori con l’introduzione della fermata al bivio Gulfa;
    • 4) e’ aumentato il numero di viaggiatori per via della crisi economica.

Tale parametro necessita di essere aggiornato, così come necessiterebbero d’essere aumentate le corse giornaliere onde evitare il collasso del sistema di collegamento Palermo-Sciacca-Palermo.

Per approfondire e riscontrare le problematiche sopra elencate, si richiede la presenza dei vertici e/o rappresentanti della società che gestisce il servizio, ovvero la AUTOLINEE GALLO SAIS, del Governo Regionale nella persona dell’Assessore Regionale ai Trasporti o di chi fa le veci e di una delegazione del comitato spontaneo dei pendolari della tratta Palermo-Sciacca-Palermo.

Distinti saluti.

Palermo, lì 17/10/2013

Matteo Mangiacavallo

Deputato ARS XVI Legislatura

Share