I parlamentari M5S presentano #BoomTour a Caltanissetta, Enna, Agrigento, Tremestieri e Mussomeli

I parlamentari M5S all’Ars presentano Boom Tour: Polmoni urbani, Microcredito e legge regionale sull’Albergo diffuso, questo fine settimana a Caltanissetta, Enna, Agrigento, Tremestieri e Mussomeli. Saranno presenti anche deputati e senatori M5s.

boom-polmoni-urbani-m5s-sicilia

Il 10, 11 e 12 aprile si terranno diversi incontri, in giro per la Sicilia, durante i quali verranno trattate importanti tematiche riguardanti le varie iniziative di carattere economico promosse dal MoVimento 5 Stelle Sicilia, come l’Albergo diffuso, il Microcredito e Polmoni Urbani.

Ecco gli appuntamenti di questo fine settimana per il BoomTour:

– 10 Aprile – Caltanissetta, Sagrato Chiesa della Provvidenza, ore 17:00

  • Interverranno: Azzurra Cancelleri, Giancarlo Cancelleri, Claudia La Rocca e Andrea Bartoli

– 11 Aprile – Enna, Sala Cerere, Piazza San Francesco, ore 11:00

  • Interverranno: Claudia La Rocca, Giorgio Ciaccio, Arch. Paolo Vaccaro, Paola Taverna, Nunzia Catalfo

– 11 Aprile – Tremestieri Etneo, Villa Immacolata, Largo Immacolata 3, ore 17:00

  • Interverranno: Angela Foti, Gianina Ciancio

– 11 Aprile – Mussomeli, Biblioteca Comunale, Piazzetta Monti, ore 17:00

  • Interverranno: Giancarlo Cancelleri, Claudia La Rocca, Giorgio Ciaccio.

– 12 Aprile – Agrigento, Villaggio Mosè, Via Lombardia 50, ore 10:00

  • Interverranno: Matteo Mangiacavallo, Claudia La Rocca, Giancarlo Cancelleri, Andrea Bartoli

Per saperne di più consultate il sito http://www.polmoniurbani. it/.

Dall’Ars i parlamentari M5s invitano i cittadini a partecipare al nuovo progetto promosso dal Movimento 5 Stelle Sicilia in collaborazione con Farm Cultural Park di Favara. Boom Polmoni Urbani è un concorso di idee per promuovere la creatività dei giovani siciliani e nuovi modelli di sviluppo urbano. Il progetto trova copertura finanziaria tramite la restituzione delle eccedenze degli stipendi dei 14 deputati che compongono il Gruppo Parlamentare all’A.R.S. del MoVimento 5 Stelle. Le prime tre idee risultanti vincitrici otterranno un contributo di 120.000€ lordi a fondo perduto ciascuno.

Possono presentare progetti tutti i cittadini (italiani e stranieri), residenti in Sicilia alla data di presentazione della domanda, organizzati in gruppi formali o informali composti da un minimo di 2 persone. I candidati dovranno aver compiuto i 18 anni di età alla data di presentazione della domanda. I progetti possono essere sviluppati in partnership con enti locali, scuole, università, imprese e altri attori sociali che possono sostenerne l’attività in vari modi (uso di strutture, ambienti, attrezzature, risorse economiche, ecc.).

Share

Si riparte tutti insieme … per l’Acqua Pubblica in Sicilia

Domenica 18 Novembre 2012, a Caltanissetta, ha avuto luogo un incontro tra attivisti e parlamentari del M5S Sicilia, il Forum Siciliano dei Movimenti per l’acqua e dei beni comuni, il Forum Siciliano dei Movimenti per l’acqua AcquainSicilia.org, Liberacqua Onlus e diversi altri Comitati Cittadini, associazioni, rappresentanti politici e liberi cittadini che si battono da tempo nella nostra Regione contro la privatizzazione dell’acqua e del servizio idrico.

Al termine di un dibattito costruttivo, ricercato con l’appello di qualche giorno fa e dunque auspicato dalla deputazione regionale del M5S, i presenti hanno sottoscritto in maniera informale la condivisione degli intenti nel prefigurare un reale disegno di ripubblicizzazione di tutti i servizi locali, prendendo a modello l’ipotesi dell’azienda speciale,  prevedendo strumenti per la partecipazione diretta ed effettiva dei cittadini nelle scelte gestionali, di pianificazione e programmazione, che non degradi il cittadino a mero utente del servizio in una logica privatistica e contrattualistica.
Pertanto, si ripartirà insieme dal disegno di legge di iniziativa popolare nella sua versione originaria, precedente alle modifiche peggiorative subite in IV Commissione, per far dunque approvare in Assemblea della Regione Siciliana una legge che assicuri la tutela della risorsa idrica e della sua qualità e la ripubblicizzazione del servizio idrico integrato e la gestione dello stesso mediante Enti di diritto pubblico, che prevedano strumenti per la partecipazione diretta dei cittadini nella gestione dell’ente stesso.
La riunificazione di tutte le forze siciliane contrarie alla privatizzazione dell’acqua si concretizzerà, di fatto, nell’istituzione di un tavolo tecnico che si riunirà periodicamente per discutere e confrontarsi sulle modifiche da apportare alla proposta di legge “Principi per la tutela, il governo e la gestione pubblica delle acque e disposizioni per la ripubblicizzazione del servizio idrico in Sicilia“ già presentata all’ARS il 7 Settembre 2010, supportata da 35.000 firme di cittadini siciliani e scelta ieri come base di partenza dal nuovo “gruppo di studio” per l’acqua bene comune.
Sarà istituito, nei prossimi giorni, un forum di discussione aperto a tutti i cittadini, al cui interno sarà disponibile la base di proposta di legge  sopra menzionata e tutte le proposte di emendamento con relativa motivazione. Ciascuno potrà intervenire per far sì, che la nuova legge siciliana per la ripubblicizzazione dell’acqua, sia il frutto di una più ampia e maggiore partecipazione possibile.
Si riparte, tutti insieme, per l’acqua pubblica!

Fonte: sicilia5stelle.it

Share

Comunicato-appello del gruppo parlamentare del M5S all’ARS rivolto agli attivisti per l’Acqua Pubblica

Uno dei nostri impegni prioritari sarà la ripubblicizzazione effettiva dell’acqua.

Riteniamo fondamentale dare voce ai 27 milioni di Italiani che con il referendum del 12 e 13 Giugno 2011 si sono pronunziati contro la privatizzazione del servizio idrico integrato e contro la previsione normativa di un obbligo per gli enti locali di privatizzare tutti i servizi pubblici locali.

Anche alla luce della “crisi del mercato” che sta mettendo in ginocchio tutti i cittadini non può più essere il mercato a gestire beni e servizi essenziali alla vita come l’Acqua.

Come oramai è noto la gestione attraverso società private (con o senza la partecipazione pubblica) ha, infatti, tutelato l’interesse dei soci ai dividendi e non quello dei cittadini degradati ad utenti.

Non possono essere i cittadini a pagare il debito e la cattiva gestione dovuta alla incapacità e noncuranza dei nostri amministratori.

Occorre invece, anche alla luce delle recenti sentenze della Corte Costituzionale, prefigurare un reale disegno di ripubblicizzazione di tutti i servizi locali, prendendo a modello l’ipotesi dell’azienda speciale,  prevedendo strumenti per la partecipazione diretta ed effettiva dei cittadini nelle scelte gestionali, di pianificazione e programmazione, che non degradi il cittadino a mero utente del servizio in una logica privatistica e contrattualistica.

Per tale motivo, ci rivolgiamo a tutti i movimenti, le associazioni e i singoli cittadini che negli anni si sono battuti per l’Acqua Pubblica.

Invitiamo tutti e tutte a collaborare insieme affinché si possa riprendere il disegno di legge di iniziativa popolare nella sua versione originaria, precedente alle modifiche peggiorative subite in IV Commissione.

Occorre lavorare insieme per far approvare all’Assemblea della Regione Siciliana una legge che assicuri la tutela della risorsa idrica e della sua qualità e la ripubblicizzazione del servizio idrico integrato e la gestione dello stesso mediante enti di diritto pubblico che prevedano strumenti per la partecipazione diretta dei cittadini nella gestione dell’ente stesso.

L’appuntamento è fissato per domenica 18 Novembre alle 10.30 a Caltanissetta. La sede dell’incontro sarà specificata nei prossimi giorni.

I Cittadini del Gruppo Parlamentare del MoVimento 5 Stelle presso l’Assemblea Regionale Siciliana
Giancarlo Cancelleri, Francesco Cappello, Gianina Ciancio, Giorgio Ciaccio, Vanessa Ferreri, Angela Foti, Claudia La Rocca, Matteo Mangiacavallo, Valentina Palmeri, Salvatore Siragusa, Giampiero Trizzino,
Sergio Troisi, Antonio Venturino, Valentina Zafarana, Stefano Zito

Contatti M5S Sicilia: SITO INTERNET www.sicilia5stelle.it – EMAIL info@sicilia5stelle.it – TEL. 348/7192017

Share