Sanità, Matteo Mangiacavallo: “Deliberto farnetica. Io lavoro in silenzio, senza foto e comunicati stampa”

“Il lavoro può anche svolgersi nel silenzio di incontri istituzionali, non sbandierati ai quattro venti, soprattutto quando si crede che vadano documentati i risultati invece che le azioni demagogiche e strumentali”.

Mangiacavallo(16)
Trovo doveroso replicare a chi decide di svegliarsi un bel giorno dal torpore politico e, evidentemente, senza cognizione di causa, inizia a sproloquiare alla stampa, approfittando di un’occasionale visita del proprio parlamentare nazionale“. Lo afferma il deputato pentastellato Matteo Mangiacavallo in risposta ad una dichiarazione del consigliere comunale Cinzia Deliberto inerente il mancato interessamento alla “battaglia” sulla sanità locale intrapresa dalla Commissione consiliare alla Sanità.

Al consigliere Deliberto, del PD, ricordo che l’attività politica di un parlamentare regionale non si misura dal numero di comunicati stampa o dalle “passerelle” svolte alla ricerca di visibilità.“- continua Mangiacavallo – “Il lavoro può anche svolgersi nel silenzio di incontri istituzionali, non sbandierati ai quattro venti, soprattutto quando si crede che vadano documentati i risultati invece che le azioni demagogiche e strumentali“.

Mangiacavallo cita la sua attività parlamentare: “Ricordo che il sottoscritto ha presentato diversi atti parlamentari che riguardano l’argomento sanità in Sicilia, pur occupandomi prevalentemente dei lavori della commissione “attività produttive” alla quale sono stato assegnato e, nella fattispecie, per quanto concerne le problematiche relative all’ospedale di Sciacca, ha prodotto un’interpellanza, alla quale è stata data una risposta vaga ed elusiva, tipica di un governo delle chiacchiere come quello di Crocetta, ed una mozione di indirizzo che attende da un anno la calendarizzazione. A questi due atti aggiungo numerosi colloqui e partecipazioni a tavoli tecnici e sedute specifiche che trattavano l’argomento“.

La settimana scorsa – continua Matteo Mangiacavallo – senza foto e comunicazioni alla stampa, sono stato, per l’ennesima volta, in visita tra i reparti dell’ospedale di Sciacca per verificarne le criticità coi diretti interessati e giusto domani sarò, sempre per l’ennesima volta, a colloquio con il commissario straordinario dell’ASP di Agrigento per evidenziare le urgenze e proporre le soluzioni del caso. Capirà bene, però, lo stesso consigliere Deliberto che tutte le problematiche vissute attualmente dall’ospedale di Sciacca sono il frutto dell’azione di un governo dalle mille promesse mai mantenute, governo sostenuto dal PD, cui lei fa riferimento, e non certo dal M5S che svolge il proprio ruolo di minoranza propositiva e costruttiva all’interno dell’Assemblea Regionale Siciliana“.

Matteo Mangiacavallo conclude ricordando al consigliere Deliberto che in occasione della “visita” dell’Assessore Borsellino a Sciacca – e della V Commissione legislativa all’ARS, “il Governo regionale, sostenuto dal partito cui appartiene, ha sciorinato anche lì le solite promesse a sostegno dell’ospedale di Sciacca, ovviamente puntualmente disattese. Se critiche vanno ricercate e mosse, queste vanno dunque indirizzate al partito e al governo di cui lei fa parte e non certo al mio movimento che si sta battendo, in tutta la Sicilia, per una Sanità a misura di cittadino“.

Fonte: corrieredisciacca.it

Share