Mangiacavallo sulla consegna del depuratore: “Gli investimenti non sono garantiti perchè Girgenti Acque non è un ente virtuoso”

Il deputato regionale saccense, Matteo Mangacavallo, frena l’entusiasmo sugli investimenti nella rete idrica e fognaria della città che sono stati annunciati stamattina dal sindaco e che si ricaveranno dall’affidamento del depuratore alla Girgenti Acque.

L’esponente del Movimento 5 Stelle, prima della sua elezione anche componente de L’AltraSciacca, così dichiara: “Capisco il sindaco quando dice di sentirsi obbligato ad affidare alla Girgenti Acque il depuratore, ma circa gli investimenti che potrebbero ricadere sull’ammodernamento della rete ho più di qualche dubbio perché Girgenti Acque non è un ente virtuoso. Ci sono state già cinque o sei istanze di fallimento presentate nei confronti del gestore che sicuramente ha già dimostrato di non essere efficiente ed efficace“. Intanto, come conferma il deputato grillino all’ARS, si lavora per il disegno di legge che dovrà  razionalizzare il settore puntando alla ri-pubblicizzazione dell’acqua: le commissioni dell’ARS sono impegnate anche in questa attività.

C’era già il contratto con la Conscoop – spiega Mangiacavallo – che prevedeva per tre anni la gestione del depuratore. Credo che tergiversare e attendere i risvolti legislativi sarebbe stata la decisione migliore“.

Share