Cosap, Girgenti Acque ha regolato la sua posizione con il Comune di Sciacca?

rigetto-ricorso-girgenti-acque-contro-comune-favara

Sono trascorsi 18 mesi da quando chiedemmo spiegazioni all’Amministrazione comunale delle ragioni per cui la Girgenti Acque non avesse provveduto al versamento del Cosap (Canone per l’Occupazione di Spazi e Aree Pubbliche) a partire dal 2009.

A confermare l’obbligo del versamento di tale canone da parte del gestore del servizio idrico integrato era stato lo stesso Ministero delle Finanze tramite la circolare del 20/01/2009 che fornisce chiarimenti in merito al regime impositivo delle occupazioni, sia permanenti che temporanee, effettuate con cavi, condutture, impianti o con qualsiasi altro manufatto da aziende di erogazione dei pubblici servizi e da quelle esercenti attività strumentali ai servizi medesimi, sul suolo comunale e provinciale.

L’assessore Ignazio Bivona rispose dicendo di aver provveduto alla notifica dell’avviso per il 2009 e di attendere il pronunciamento dell’autorità competente, cui si era rivolta Girgenti Acque per opporsi all’avviso di accertamento Tosap 2011 notificatole dal Comune di Favara, prima di procedere all’attivazione dell’ufficio tributario per l’accertamento sanzionatorio nei confronti del gestore del servizio idrico.

Lo scorso 22 aprile 2016 Girgenti Acque ha visto rigettare il ricorso (n. 3123/2014) contro il Comune di Favara da parte della Commissione Tributaria Provinciale di Agrigento per cui dovrà pagare anche a Sciacca il canone per l’occupazione di spazi e aree pubbliche.

Torniamo pertanto a chiedere all’Amministrazione comunale se il gestore del servizio idrico ha regolato la sua posizione, se la deve regolare e, in tal caso, a quanto ammonta il dovuto al Comune di Sciacca. Certamente non vorremmo che cadesse tutto nell’oblio a danno dei Saccensi.

Assemblea MoVimento 5 Stelle Sciacca

Share

Forte coi deboli e debole coi forti?

Parere_ANUTEL_TOSAP

L’ANUTEL (Associazione Nazionale Uffici Tributari Enti Locali), con parere espresso in data 17/12/2012, ha affermato che la Girgenti Acque S.p.a, in qualità di gestore del servizio idrico integrato per l’ATO di Agrigento, e quindi concessionario delle reti, degli impianti e degli altri beni strumentali necessari allo svolgimento del servizio, sia soggetto passivo T.O.S.A.P. (Tassa Occupazione Suolo e Aree Pubbliche) e che il pagamento dell’imposta debba avvenire sulla base delle utenze installate nel Comune.

D’altra parte anche il Ministero delle Finanze con circolare del 20/01/2009 ha confermato che ciascuna società che fruisce, a qualunque titolo di dette infrastrutture deve corrispondere direttamente al competente Ente locale gli importi dovuti a titolo di T.O.S.A.P. o di C.O.S.A.P. (Canone Occupazione Suolo e Aree Pubbliche)calcolati sulla base del numero delle proprie utenze, anche se non sono titolari delle infrastrutture con le quali si realizzano le occupazioni stesse.

Alla luce di quanto sopra il Comune di Favara ha già avviato un accertamento sanzionatorio nei confronti del Gestore Idrico relativamente alla T.O.S.A.P. non pagata nel periodo dal 2009 al 2013, per un totale di circa 60.000€.

Il Meetup Sciacca 5 stelle chiede di sapere se Girgenti Acque ha versato al Comune di Sciacca quanto dovuto in termini di C.O.S.A.P. per il periodo in questione; in caso contrario invita l’Amministrazione Comunale di Sciacca a consultare urgentemente l’ufficio legale per verificare l’efficacia giuridica degli autorevoli pareri sopracitati e, qualora ricorrano le circostanze, attivare l’ufficio tributario per un accertamento sanzionatorio nei confronti della Girgenti Acque. Considerato il numero di utenze del comune, le somme dovute, comprese le sanzioni e gli interessi, potrebbero superare la somma di 100.000€.

In un momento di crisi come quello che sta vivendo la nostra città, dove la parola d’ordine della Giunta è “non ci sono soldi”, una buona Amministrazione, piuttosto che limitarsi a compensare i tagli di trasferimenti con nuove tasse (TASI), non dovrebbe lasciarsi sfuggire simili occasioni per ridurre la pressione fiscale sui propri cittadini; ci auguriamo che non preferisca girare la testa dall’altra parte apparendo forte coi deboli e debole coi forti.

Meetup Sciacca 5 Stelle

Share