M5S: “Sulle promozioni illegittime alla CRIAS intervenga direttamente Crocetta”

Sulla  questione Crias, intervenga Crocetta”. Il gruppo parlamentare del M5S all’ARS ha chiesto con una interrogazione l’intervento del presidente della Regione sulla vicenda delle assunzioni illegittime alla Cassa regionale per le imprese artigiane.

Da oltre tre anni la CRIAS – sottolineano i  15 deputati M5S  – ha adottato due delibere, ritenute illegittime da tutti i soggetti preposti al controllo, per ‘promuovere’ 44 dipendenti sul totale di 87 del proprio organico, che a tutt’oggi nessuno ha provveduto a revocare, né la medesima CRIAS, in autotutela, né tantomeno, in via sostitutiva, l’Assessorato alle Attività Produttive, che è l’Organo di vigilanza sull’ente”.

La CRIAS –  proseguono i  deputati –  fa orecchie da  mercante ai continui e sterili richiami dell’Organo di vigilanza. Da un lato gli amministratori dell’ente, per cercare di non rendersi  ’responsabili’ nei confronti dell’Erario, non pagano formalmente gli aumenti retributivi ai quei dipendenti illegittimamente ‘promossi’, dall’altro consentono ad alcuni di essi di ‘firmarsi’ con le illegittime nuove qualifiche, permettendo così a loro di intraprendere azioni giudiziarie per farsi riconoscere, ‘di fatto’, l’espletamento di mansioni superiori, così come è già accaduto con la presentazione di diversi decreti ingiuntivi.”

Entrando nel merito dell’operazione –  concludono  i parlamentari M5S  –  c’è veramente da arrossire, considerata l’assurdità di una pianta organica, mai approvata dalla Giunta di governo, che prevederebbe ben 34 funzionari, paragonabili ai dirigenti regionali, su 87 dipendenti totali, con aumenti stipendiali che toccano anche i 2000 euro al mese.”

Share