È online il nuovo numero di Cittadini5StARS con lo speciale finanziaria

Online il nuovo numero di Cittadini5StARS, speciale finanziaria. Al suo interno: la vergognosa tabella h, il taglio alle auto blu, l’avvio del microcredito e molto altro ancora. Vi proponiamo l’editoriale a cura dell’addetto stampa del gruppo, Tony Gaudesi.

“Vergognosa”,”falsa”, “odiosa”. Lo hanno letteralmente saccheggiato il vocabolario italiano i deputati dell’Ars la notte del 30 aprile per fotografare al meglio il “cancro” delle ultime finanziarie dell’isola, l’elemento più stabile di tutte le ultime leggi di stabilità siciliane, l’immorale ed immortale ex tabella H. Nessuno, o quasi, a giudicare dalla violenza degli attacchi avrebbe dovuto votarla. Nessuno, o quasi, dopo le veementi filippiche rimbombate tra le navate di sala d’Ercole, avrebbe potuto avallarla.

E, invece… Promossa. Ed è stato quasi un plebiscito ad imbarcarla nel carrozzone della Finanziaria 2013. Movimento Cinque Stelle, Lista Musumeci e pidiellino Falcone a parte, tutti l’hanno votata, rinnegando con un veloce colpo di pulsante, raffiche di improperi ed ore di sterili, e soprattutto, farisaiche dissertazioni. Di Regale, nel Palazzo che fu di Federico II e dei Normanni, evidentemente, oltre agli arredi ed ai decori, è rimasto ben poco. E dopo il saccheggio, che avrebbe alleggerito la Regione di 25 milioni di euro, ecco il trionfo dell’ipocrisia, con quasi tutti i deputati a recriminare, inveire e a giurare che l’epitaffio per l’infame tabella poteva considerarsi ormai scritto. Elenchi come questo – hanno assicurato quasi tutti – non avrebbero mai più visto la luce in futuro.

Ne prendiamo atto. Crederci è però missione assai ardua; alla luce, soprattutto, delle non troppo carbonare danze dei deputati, volte a scatenare, qualche giorno prima, la solita pioggia di contributi per enti – e chissà – mezzi parenti. O amici. La Regione, anche quest’anno, avrebbe dovuto farsene una ragione. La Nemesi divina, però, è arrivata. Puntuale. Sulle gambe del Commissario dello Stato. Meno di dieci giorni dopo l’ipocrita nottata, la sua scure si è abbattuta sulla clientelare tabella, sbarcandola d’imperio dalla Finanziaria. Tutto è bene, a volte, anche se comincia male.

Scarica il nuovo numero di Cittadini5StARS!

Share