L’Istituto musicale “Arturo Toscanini” di Ribera all’attenzione d’assessore Lo Bello. Tra i deputati regionali presente solo Matteo Mangiacavallo (M5s)

istituto-arturo-toscanini-ribera

Si è svolto ieri mattina, presso l’assessorato all’Istruzione, un incontro tra Mariella Lo Bello, vicepresidente della Regione siciliana, e una delegazione formata dal direttore dell’Istituto “Arturo Toscanini” di Ribera, dal suo corpo docenti, da una rappresentanza di cittadini e amministratori riberesi, dai deputati nazionali Maria Iacono e Angelo Capodicasa e dal deputato regionale Matteo Mangiacavallo, l’unico in rappresentanza dell’Ars.

Nel corso della riunione sono state discusse le problematiche economico finanziarie dell’Istituto musicale pareggiato della città crispina ed è stato posto all’attenzione dell’assessore Lo Bello un documento, attraverso il quale, nelle more del processo di statizzazione, avviato presso la VII commissione al Senato, si chiede alla Regione siciliana un intervento atto a scongiurarne la chiusura e la conseguente perdita dell’offerta formativa oltre che dei livelli occupazionali.

“Ero presente – dichiara Matteo Mangiacavallo – anche a nome del mio gruppo parlamentare che non farà mai mancare, come in passato, il proprio sostegno alla causa dei tre Istituti musicali pareggiati presenti in Sicilia. Come agrigentino e saccense, non può che starmi a cuore, in maniera particolare, la sorte del Toscanini di Ribera del quale non possiamo permetterci la chiusura“.

“Con l’arte e la cultura – conclude Mangiacavallo – come diceva qualche impavido politicante in Tv, non si mangerà di certo, soprattutto se il “mangiare”, in politica, viene interpretato nella sua accezione negativa. Senza alcun dubbio, tutte le forme d’arte, compresa quella inerente alla musica, rappresentano modalità di aggregazione sociale che non possono che favorire il superamento di quello che viene denominato, in altri modi, “disagio giovanile”. Ho fatto mie le istanze presentate dal direttore Claudio Montesano e ho presentato quest’oggi un’interpellanza presso il governo regionale per sostenere l’indirizzo politico, più volte espresso dal mio gruppo, a sostegno di questo e di altri enti virtuosi. Apprezziamo le buone intenzioni dell’assessore ma desideriamo che l’amministrazione regionale si attivi presso il governo centrale affinché siano assicurati i finanziamenti a tutti i servizi, essenziali e non, erogati dalle ex province“.

Share

Gli istituti superiori di Caltanissetta, Catania e Ribera a rischio finanziamento. Mangiacavallo (M5S): “Costi a carico dell’Assessorato Istruzione o, in alternativa, dei liberi consorzi di nuova costituzione”

Due emendamenti targati M5s per garantire il mantenimento delle tre scuole musicali in Sicilia.

Gli Istituti superiori di studi musicali di Caltanissetta, Catania e Ribera vanno tutelati e garantiti”. Così il deputato Cinquestelle Matteo Mangiacavallopresenta all’Ars due emendamenti, alternativi, aggiuntivi al disegno di legge n.642 affinché i costi necessari al funzionamento degli stessi vengano sostenuti direttamente dall’assessorato Istruzione e formazione professionale altrimenti, qualora la regione non fosse nelle condizioni di farlo, direttamente dai liberi consorzi di comuni.

I tre istituti musicali – continua Mangiacavallo – sono enti pubblici strumentali il cui funzionamento era di competenza delle rispettive province regionali ed inclusi nel sistema nazionale universitario dell’Alta Formazione Artistica e Musicale (AFAM), pertanto di estremo valore per la formazione musicale dei giovani nella nostra regione”.

In attesa che si concluda la procedura di statalizzazione prevista dalla legge n. 508 del ‘99, la proposta del Movimento cinque stelle all’Ars è proprio quella di garantire il funzionamento degli istituti attraverso l’attribuzione dei costi ad uno dei due enti, nel pieno rispetto di quanto previsto dai protocolli di intesa in atto tra le istituzioni sopra indicate e le cessate province regionali di riferimento.

Share

Interpellanza al Governo Regionale di M. Mangiacavallo circa l’adozione di misure urgenti per la tutela dell’Istituto “A. Toscanini”

Il cittadino a 5 stelle all’ARS Matteo Mangiacavallo ha presentato un’interpellanza al Governo Regionale circa l’adozione di misure urgenti per la tutela dell’Istituto “A. Toscanini” di Ribera.

L’Istituto Superiore di Studi Musicali “Arturo Toscanini” è un istituto pareggiato ai Conservatori di Musica di Stato ed ha ottenuto l’accreditamento AFAM (Alta Formazione Artistico Musicale) dal Ministero dell’Università e Ricerca per rilasciare titoli di studio accademici di 1° e 2° livello secondo il sistema europeo dei crediti formativi.

Allo stato attuale, l’Istituto “A. Toscanini” è un ente pubblico strumentale della Provincia Regionale di Agrigento, dotato di piena autonomia, in attesa del completamento del processo di statizzazione avviato con la legge 508/99 e non ancora portato a termine da parte dello Stato per tutti gli istituti superiori di studi musicali d’Italia. Ne segue che l’unica fonte di finanziamento è l’ente istitutore, ossia la Provincia di Agrigento, la quale, con atto di Convenzione 30/4/2010, si è obbligata a finanziarlo per 20 anni, a partire dal 2010, con 1 milione di euro all’anno, fatti salvi i rinnovi contrattuali per il personale in servizio secondo la dotazione organica.

Nel mese di maggio 2013 è arrivata la sospensione improvvisa e inaspettata del finanziamento da parte della Provincia di Agrigento, mettendo sin da subito l’Istituto in grave difficoltà economica data l’impossibilità di erogare gli stipendi e di provvedere alle normali spese di funzionamento.

Tale situazione compromette seriamente il diritto allo studio di centinaia di studenti provenienti da tutta la Provincia e non solo, i diritti del personale supplente, nominato con regolari contratti annuali fino a ottobre e già senza stipendio dal mese di giugno, i diritti del personale docente di ruolo che si troveranno anch’essi senza stipendio dal mese di luglio e il cui posto di lavoro a tempo indeterminato al momento non è più garantito.

Il portavoce del M5S Matteo Mangiacavallo chiede quali provvedimenti la Regione Siciliana intenderà assumere per garantire il regolare e corretto funzionamento dell’Istituto Superiore di Studi Musicali “A. Toscanini”, uno dei pochi centri di eccellenza del territorio agrigentino, e per tutelare il fondamentale diritto allo studio, atteso che la Provincia Regionale sarà gestita e amministrata attraverso la figura di un Commissario Straordinario sino alla costituzione del libero consorzio dei Comuni. Matteo Mangiacavallo chiede inoltre quali provvedimenti il Governo Regionale intenderà adottare, tramite il nominato Commissario straordinario, per far fronte al pagamento degli stipendi di tutti i lavoratori dell’Istituto Superiore di Studi Musicali “A. Toscanini”.

Share