Il Liceo E. Fermi di Sciacca approda in Parlamento

NAPOLITANO HA GIURATO

DI GIUSEPPE PATTI

Alle 10.00 di questa mattina (14 Maggio 2015), presso Palazzo Montecitorio, si è svolto l’attesissimo iter parlamentare riguardante il Disegno Di Legge (DDL) “La Buona Scuola”. La nuova riforma dell’Istruzione è stata aspramente contestata sin dall’uscita dei famosi “12 punti”, che non hanno convinto il mondo scolastico, attuando diverse misure di sicurezza a favore del diritto allo studio. Occupazioni, scioperi, cortei e il blocco delle INVALSI sembra non fermare l’inarrestabile avanzata del gigante Golia, nutrito e aizzato dal Premier Renzi e dal Ministro Giannini. Stamani il “piccolo  Davide”, interpretato dal Liceo Scientifico E. Fermi di Sciacca, ha sfidato Golia nella sua tana. Letteralmente. Infatti, tramite la voce dell’On. Maria Marzana del Movimento 5 Stelle, il piccolo eroe ha avuto modo di attaccare direttamente il più grande e attuale nemico della nazione.  “Renzi, risponda almeno ai ragazzi dell’istituto Fermi di Sciacca. Simbolo degli studenti italiani che più di tutti sanno interpretare il futuro della nostra scuola”. L’Onorevole ha così cominciato il proprio discorso in Parlamento, portando realmente le proteste dei cittadini fra le mura in cui tutto si decide. Ovviamente, i ragazzi del Liceo Scientifico si dicono entusiasti di questa opportunità data, e dell’accoglienza da parte di Marzana, la quale non ha esitato ad accettare il ruolo da prestavoce, oltre a fare da filologo per fare chiarezza su un DDL incomprensibile e incompleto. Adesso gli alunni del Fermi, e di tutta Italia, aspettano che il gigante si possa ammansire e capire il danno prossimo a compiersi, altrimenti saranno costretti, insieme ai rinforzi dei professori e del personale ATA, a bloccare e uccidere il mostro con altre armi. Nel frattempo, gli studenti del Liceo Scientifico ringraziano di cuore l’On Mangiacavallo, l’On. Marzana e i suoi collaboratori (fra cui Giuseppe Ricchi), i quali hanno dedicato, e stanno dedicando, tempo e fatica  per la lotta a favore della vera Buona Scuola e per averci permesso di manifestare il nostro dissenso lì, dove nessuno si aspettava di poter arrivare.

GRAZIE!

Fonte: fermi24ore.com

Share