Istruzione, “la Regione azzera contributo a quattro Convitti”. Interpellanza M5S a Musumeci

La deputata regionale Stefania Campo: “Inaccettabile decapitazione finanziaria senza preavviso. L’esecutivo faccia marcia indietro”.

“Abbiamo appreso che lo scorso 22 novembre i quattro Convitti di Modica, Caltanissetta, Giarre e Sciacca sono stati esclusi dagli impegni di spesa per il funzionamento amministrativo e didattico delle Istituzioni Scolastiche funzionanti in Sicilia per l’anno scolastico 2017/2018. Una inaccettabile decapitazione finanziaria senza comunicazione preventiva”.

A dichiararlo è la deputata regionale del Movimento 5 Stelle Stefania Campo, prima firmataria di una interpellanza del gruppo M5S e sottoscritta anche dal deputato Giorgio Assenza di Diventerà Bellissima. Un’interpellanza urgente al Presidente Musumeci, all’Assessore all’Istruzione Lagalla e all’Assessore all’Economia Armao, per conoscere le motivazioni che hanno condotto ad una simile sciagurata scelta e per chiedere conseguenzialmente il ripristino immediato del suddetto finanziamento.

“A fine novembre – spiega Campo – con un decreto del dirigente generale del dipartimento regionale dell’istruzione, tutto il personale dipendente e gli alunni stessi, ospiti dei Convitti, hanno, improvvisamente, scoperto di non poter più godere del contributo regionale. I Dirigenti Scolastici dei Convitti siciliani, fra l’altro, ci hanno espressamente confermato di non aver ricevuto nessuna comunicazione formale, né tantomeno sono stati contattati per un confronto istituzionale, da cui magari far sorgere orizzonti alternativi di auto-sostegno economico. Risulta evidente che avendolo saputo per tempo – continua Stefania Campo – i Dirigenti Scolastici si sarebbero adoperati per valutare coscienziosamente se offrire o meno il servizio per l’anno scolastico in corso”.

“Che sia questa la grandiosa prospettiva della Buona Scuola, tanto declamata dal fu presidente Renzi e dall’indimenticabile governatore Crocetta? – aggiunge il Deputato nisseno Nuccio Di Paola.

“Sarà necessario – aggiunge il deputato Matteo Mangiacavallo – aprire un confronto serio e ponderato sulle future prospettive di contribuzione da parte della Regione Siciliana, coinvolgendo in primo luogo le direzioni scolastiche dei Convitti”.

Share

EMERGENZA IDRICA A SCIACCA, M5S: “IL SINDACO REQUISISCA LE RETI E ASSICURI L’ACQUA AI SUOI CITTADINI”

Sciacca in emergenza acqua da oltre un mese. E mentre la città è nel caos per i turni che non vengono erogati, il gestore, la Girgenti Acque Spa, ammette di “dirottare” l’acqua saccense in altri Comuni. Oltre il danno arriva anche la beffa.

“Soltanto chi non sta in mezzo alla gente – dichiara Matteo Mangiacavallo, deputato regionale del M5S – non può rendersi conto della gravità della situazione. I cittadini sono spazientiti e ormai hanno superato ogni limite di tolleranza. Sono pronti a manifestare la loro indignazione e non ce la fanno più. La corda è stata tirata troppo a lungo e noi ovviamente siamo con loro”.

“Girgenti Acque onori i suoi debiti in altro modo – continua Mangiacavallo – e il sindaco non abbassi mai la guardia. Se il gestore non torna alla normale turnazione, il primo cittadino requisisca le reti e le sorgenti, che sono di proprietà del Comune, e per ragioni di ordine pubblico e sanitario, che ci stanno tutte, assicuri l’acqua ai suoi cittadini”.

“Il tempo di spingere sulla risoluzione anticipata del contratto è definitivamente arrivato – concludono i due consiglieri comunali del M5S, Alessandro Curreri e Teresa Bilello – abbiamo chiesto copia del dossier preparato dall’amministrazione comunale e stiamo raccogliendo ulteriori dati a supporto della causa. Sciacca e il resto della provincia non meritano questo gestore. Dieci anni di disservizi e inadempienze sono un record per chi, come noi, ha dovuto sopportarli”.

Siamo pronti a qualsiasi azione a fianco dei cittadini che possa servire a far sentire la nostra voce. Se nei prossimi giorni non sarà risolta la situazione scenderemo in piazza a manifestare e lotteremo fino a che sarà necessario.

Share

Crisi idrica senza precedenti: l’Amministrazione agisca ora per la risoluzione del contratto con Girgenti Acque e chieda il rispetto della dignità dei cittadini!

“Una crisi idrica senza precedenti e una città lasciata a secco per oltre due settimane meritano maggiore attenzione che l’ennesimo di una lunga serie di buoni propositi, sentiti a centinaia negli ultimi 10 anni”. Questo è quanto dichiara oggi il portavoce alla Regione Siciliana, Matteo Mangiacavallo che, insieme al M5S di Sciacca, denuncia lo stato di estrema urgenza della questione legata ai disservizi idrici che affliggono la città con continuità ormai da mesi. “Riceviamo – aggiunge – continue segnalazioni, appelli e richieste di aiuto da tanti concittadini esausti, senza acqua in casa da giorni e a rischio di conseguenze serie anche sul piano igienico.”

Siamo di fronte ad un gestore che fa mancare l’acqua ma non assicura un servizio alternativo; che quando manda l’autobotte te la ritrovi in bolletta e che, se non hai pagato la bolletta, non ti manda l’autobotte; che gestisce un depuratore che non si sa se funziona ma fa pagare per intero i canoni di depurazione; che fa firmare un contratto d’utenza unilaterale che non prevede possibilità per l’utente di chiedere risarcimento dei danni subiti dalla mancanza di continuità del servizio; un gestore forte coi deboli quando arrivano i distacchi per morosità spesso incolpevole.

Di fronte a tutto questo l’Amministrazione appare ridicolizzata. “Che azioni sono state messe in atto? – chiede Mangiacavallo – Sono andati in Procura? Sono anni che dovevano fare la voce grossa ma sentiamo ancora balbettare. Che si arrivi subito alla risoluzione anticipata del contratto!”

Come M5S non riusciamo a tollerare la sofferenza dei nostri concittadini e ci chiediamo, anche alla luce delle ultime dichiarazioni del sindaco Valenti, perché non si dà attuazione alla clausola risolutiva espressa del contratto con Girgenti Acque, visto che vi sono tutti i presupposti per chiederla. Quali sarebbero gli adempimenti propedeutici sui quali l’Amministrazione si sta attardando? Né possiamo accettare come scusa che occorre prima pensare ad un modello di gestione nel caso di un post Girgenti Acque perché il Comune potrebbe certamente affrontare un periodo transitorio di gestione fino all’individuazione di una soluzione definitiva e soprattutto efficiente.

Il M5S è per la gestione “in house” dell’acqua sul modello menfitano e chiede, ancora una volta, a nome della città e di tutte le persone che rappresenta, che l’Amministrazione spieghi i motivi del suo indugiare e che si assuma pienamente le responsabilità di quanto proclamato in campagna elettorale evitando ai cittadini l’ennesima tragica delusione rispetto ad una politica che promette, illude e poi non mantiene.

Movimento 5 Stelle Sciacca

Share

Il M5S di Sciacca festeggia Mangiacavallo incontrando i suoi sostenitori

Il Movimento 5 stelle festeggerà, domenica alle 19.00, la rielezione di Matteo Mangiacavallo all’Assemblea Regionale Siciliana insieme al gruppo locale che lo ha fortemente sostenuto. Il meeting avrà luogo presso la nuova sede del M5S di piazza Marconi a Sciacca.

Nella prima fase dell’evento il neo rieletto deputato all’Ars ringrazierà la città, tutti i sostenitori e gli attivisti degli altri gruppi pentastellati della provincia di Agrigento che lo hanno sostenuto ottenendo un risultato esaltante per il Movimento 5 Stelle, risultato essere il primo partito in provincia con oltre il 46% dei voti. Comuni come Ribera, Menfi, Santa Margherita di Belice, Sambuca di Sicilia ed altri hanno tributato al deputato uscente ed al M5S un contributo che ha superato le aspettative rimarcando come il voto al Movimento, pur nella circostanza di un forte astensionismo, non solo non sia una mera reazione di protesta ma sia anzi frutto di una crescita organizzata dei gruppi locali e di un’adesione al pensiero pentastellato sempre più strutturata e trasversale, che attraversa il Paese.

La seconda parte dell’incontro sarà dedicata all’apertura ufficiale della nuova sede del Movimento 5 Stelle di Sciacca, battezzata “Laboratorio 5 Stelle Sciacca”, quale luogo di incontro per attivisti, simpatizzanti e cittadini, aperto a proposte e iniziative future per la città e per il territorio e cuore pulsante di una nuova idea di Sicilia a 5 Stelle. Dalla sede di Piazza Marconi, i Portavoce del M5S tratteggeranno le linee programmatiche del Movimento in vista degli impegni e delle future iniziative dei MeetUp della Provincia.

Share

Crisi idrica a Sciacca – Mangiacavallo (M5S): “Valenti chieda la risoluzione del contratto con Girgenti Acque”

E’ crisi idrica a Sciacca. Intere zone lasciate a secco per più di 10 giorni. In determinati casi l’acqua non arriva nemmeno con le autobotti e la popolazione è inferocita. Ecco le dichiarazioni del deputato regionale Matteo Mangiacavallo, da sempre attento alla tematica.

“Le gravi inadempienze del gestore sono diventate gravissime – commenta il pentastellato saccense – e il sindaco fa bene a rivolgersi alla Procura. Al contempo, però, vada all’ATI per chiedere la risoluzione anticipata del contratto perché quanto sta avvenendo a Sciacca è davvero intollerabile”.

“La Procura indaghi anche su ulteriori assunzioni fatte dalla Girgenti Acque in questi ultimi mesi, – conclude Mangiacavallo – giusto in periodo sospetto. Noi faremo la nostra parte chiedendo tutti gli atti necessari. Non vorremmo che il sistema ‘assumificio’, denunciato dall’ex procuratore di Agrigento, il dott. Fonzo, abbia avuto un seguito anche nell’ultima tornata elettorale.”

Share

La sindaca Valenti abbia rispetto per gli elettori della sua città

La sindaca Valenti qualifica le preferenze al M5S come voto di protesta, legato alla stanchezza e alla disaffezione per la politica. A parte che ci piacerebbe capire come qualifica l’immenso popolo degli astenuti, riteniamo la sua affermazione un giudizio di parte proveniente da un sindaco part-time. Nelle sue dichiarazioni Francesca Valenti trascura volutamente le quasi 15.000 preferenze assegnate a Matteo Mangiacavallo, testimonianza tangibile del suo lavoro svolto per il territorio, dell’attività portata avanti dal gruppo che lo sostiene e del valore del progetto del M5S. A proposito, la Sindaca di Sciacca dovrebbe ben conoscere l’esistenza dei progetti del M5S, in particolare quello di Sciacca che ha dato origine a un programma da cui lei stessa, durante le scorse amministrative, ha ammesso di voler attingere per rimpinguare il proprio.

Questa città merita un sindaco full-time che, con imparzialità, mostri rispetto verso la maggioranza dei cittadini che hanno deciso di puntare sul M5S, consapevoli della nostra proposta per la Sicilia.

Con le sue dichiarazioni, questa volta, la Sindaca di Sciacca non si è dimostrata all’altezza del ruolo istituzionale che ricopre. Non ci resta che sperare in un comportamento migliore in futuro.

Share

14.973 volte grazie! I vostri Comuni saranno la mia città

Matteo Mangiacavallo e Giancarlo Cancelleri

Siete stati uno tsunami! Mi avete travolto con un mare di voti e continuate a sommergermi con messaggi e telefonate di auguri. Siete talmente tanti che ancora non sono riuscito a rispondervi o a richiamarvi tutti ma cercherò di ringraziarvi uno per uno.

Nel frattempo, vi mando un collettivo enorme grazie. Un grazie a tutti i 14.973 cittadini liberi che il 5 novembre hanno scritto MANGIACAVALLO, contribuendo al raggiungimento di un risultato che ha superato ogni mia più rosea aspettativa. Grazie per l’affetto che mi avete dimostrato e soprattutto grazie per la fiducia che avete voluto riporre in me e nel Movimento, in ognuno dei 43 Comuni della provincia di Agrigento.

Grazie a tutti coloro che mi sono stati accanto in una campagna elettorale dura e difficile, ma che ha regalato soddisfazioni immense a tutti i gruppi presenti sul territorio che, con l’attività portata avanti in tanti lunghi anni, hanno reso ancor più credibile la nostra proposta. E’ la loro vittoria. I numeri raggiunti meritano rispetto e rappresentano una grande responsabilità. Grazie di cuore.

Un grazie a Giancarlo per averci messo anima e corpo. Nella provincia di Agrigento ha vinto, in alcuni casi ha addirittura stravinto e per noi rimane il nostro presidente.

Un grazie particolare, infine, ai 5714 cittadini di Sciacca, ai 1470 di Ribera, ai 952 di Canicattì, ai 725 di Menfi, ai 594 di Campobello di Licata, ai 591 di Licata, ai 559 di Casteltermini, ai 490 di Santa Margherita di Belice, ai 430 di Ravanusa, ai 294 di San Giovanni Gemini, ai 288 di Agrigento, ai 275 di Cammarata, ai 275 di Aragona, ai 265 di Sambuca di Sicilia, ai 259 di Porto Empedocle, ai 202 di Caltabellotta, ai 152 di Cianciana, ai 126 di Montevago, ai 112 di Cattolica Eraclea, ai 101 di Racalmuto, ai 101 di Burgio, ai 93 di Lucca Sicula, agli 83 di Lampedusa e Linosa, ai 79 di San Biagio Platani, ai 78 di Naro, ai 77 di Raffadali, ai 65 di Favara, ai 59 di Palma di Montechiaro, ai 58 di Villafranca Sicula e di Alessandria della Rocca, ai 57 di Calamonaci, ai 53 di Bivona, ai 35 di Joppolo Giancaxio, ai 34 di Comitini, ai 24 di Montallegro, ai 23 di Siculiana, ai 23 di Camastra 23, ai 22 di Sant’Angelo Muxaro, ai 22 di Realmonte, ai 21 di Santo Stefano Quisquina, ai 16 di Castrofilippo, ai 12 di Grotte e ai 5 di Sant’Elisabetta che tutti insieme diventano 14.973.

Per questo, i vostri Comuni saranno la mia città. Grazie!

Matteo Mangiacavallo

Share

Domani sera comizio di Cancelleri, Di Maio e Mangiacavallo a Sciacca in piazza Scandaliato

Prosegue senza sosta la campagna elettorale del M5S: domani sera comizio di Cancelleri, Di Maio e Mangiacavallo a Sciacca in Piazza Scandaliato.

Sarà l’ultimo e più importante appuntamento della campagna elettorale regionale del M5S nella nostra città. Domani 31 ottobre, alle ore 21.00, in Piazza Angelo Scandaliato si terrà il comizio di fine campagna elettorale del M5S. Interverranno Giancarlo Cancelleri, candidato alla presidenza della Regione Siciliana, Luigi Di Maio, vicepresidente della Camera dei Deputati, Matteo Mangiacavallo, deputato saccense all’Ars in corsa per la riconferma, e gli altri candidati all’Assemblea Regionale Siciliana. Al comizio lo staff del Movimento 5 Stelle di Sciacca invita tutti coloro che, prima del voto, desiderano conoscere gli aspetti più importanti del programma regionale pentastellato dei quali parleranno Matteo Mangiacavallo e Giancarlo Cancelleri che, insieme a Di Maio, torna a Sciacca a distanza di poco più di una settimana dall’ultima visita.

Share

#CancelleriPresidente, Di Battista e Di Maio a #Sciacca il 31 ottobre prossimo – #SceglieteilFuturo #M5S #Sicilia

Siamo l’unica forza politica che ha mantenuto gli impegni presi rinunciando alle auto blu, ai vitalizi e ai maxi stipendi.

Siamo stati i parlamentari all’ARS più produttivi con oltre 2000 atti parlamentari prodotti.

Abbiamo restituito in 5 anni quasi 4 milioni di euro che sono stati utilizzati per progetti concreti per la Sicilia.

Abbiamo portato avanti 5 anni di dura opposizione per difendere il nostro territorio e i diritti dei siciliani dai disastrosi danni provocati da oltre vent’anni di cattiva politica.

👉 Adesso abbiamo l’occasione per cambiare rotta! Manca poco per farcela. I numeri dei sondaggi dicono che siamo vicini al traguardo.

Convinciamo amici, parenti, indecisi e coloro che voglio astenersi dall’esprimere una preferenza. Non lasciamoci scappare questa grande opportunità di riappropriarci del nostro presente e futuro: per noi e per i nostri figli!

Portiamo tutti a votare per una Sicilia diversa, nuova, pulita e soprattutto libera!

✍️Vi aspettiamo a Sciacca in Piazza Angelo Scandaliato per il comizio del 31 Ottobre alle ore 21:00.

Insieme a noi, ancora una volta hanno scelto di essere presenti in difesa del nostro territorio il candidato alla presidenza Giancarlo Cancelleri, il portavoce alla camera dei deputati Alessandro Di Battista, il vicepresidente della camera Luigi Di Maio, il portavoce all’ARS Matteo Mangiacavallo e tutti gli altri candidati della Provincia di Agrigento.

L’appuntamento e’ a Sciacca per martedi’ prossimo, 31 ottobre, in Piazza Angelo Scandaliato alle ore 21:00.

Siamo vicini alla storia. Arriviamoci insieme!

Share

Terme di Sciacca, Mangiacavallo (M5S): “Il PD festeggi adesso, che il 5 Novembre sarà la volta dei siciliani”

Si tinge di giallo la questione Terme di Sciacca. Il vice presidente della Regione Siciliana Mariella Lo Bello ieri annuncia l’avvenuto trasferimento al Comune di Sciacca del patrimonio termale già in data 19 ottobre, invece sembra proprio che abbia scambiato un sollecito dell’assessore Baccei per decreto.

“In questi giorni sulle Terme, assistiamo a continui deliri da campagna elettorale – dichiara Matteo Mangiacavallo, deputato all’ARS del M5S. – Ed è una corsa a chi la spara più grossa tra i candidati del PD. Resta il fatto che ancora noi saccensi non sappiamo quali saranno l’oggetto e i termini della concessione di cui si parla in maniera frenetica, cosi’ come non sappiamo se sia avvenuto il passaggio formale di consegne tra società termale in liquidazione e Regione”.

“Ciò che sappiamo per certo – conclude il parlamentare saccense – è che siamo in campagna elettorale e gli annunci e le finte cerimonie si sprecano. Probabilmente domani faranno festa per il passaggio di quelle strutture chiuse dal 2015 dallo stesso PD, private delle stufe e bisognevoli di interventi di manutenzione ordinaria e straordinaria. Domani certamente alla festa parteciperanno anche gli esponenti locali del Partito Democratico che, col loro silenzio, sono anche i responsabili dell’ennesima farsa elettorale che e’ stata messa in scena per raggirare i saccensi. Festeggino adesso, che il 5 Novembre sarà la volta dei siciliani, e anche dei saccensi”.

Share