La beffa di Piazza S. Friscia

Fonte della foto: http://sciaccaunavolta.altervista.org/piazza-friscia-viale-della-vittoria/

Lo scorso 23 maggio 2014 si è concluso il termine ultimo per presentare le domande di accesso alle agevolazioni previste per la zona franca urbana di Sciacca.

Tante sono le aspettative per questo provvedimento riservato alle aziende che si trovano all’interno dei centri storici, in territori economicamente depressi. Sfortunatamente non è stata data uguale opportunità a tutti, infatti molti titolari di attività presenti nei pressi della centralissima Piazza S. Friscia, nella cosiddetta zona di “Porta Bagni”, sono stati esclusi, a quanto pare, a causa di un errore dell’Ufficio comunale per lo Sviluppo Economico.

Nei mesi scorsi il Meetup Sciacca 5 Stelle ha denunciato la problematica all’amministrazione, sotto segnalazione dei commercianti della zona interessata che lamentavano l’impossibilità di reperire informazioni in merito a questo presunto errore. L’unica risposta ufficiale pervenuta dall’amministrazione Di Paola invitava a non presentare le istanze per accedere al bando: “temporeggiate – si legge – in attesa di ulteriori comunicazioni”.

Il Meetup Sciacca 5 Stelle considera questa discriminazione inaccettabile e torniamo così a chiedere adeguate spiegazioni in merito al Sindaco e al dirigente dell’Ufficio comunale per lo Sviluppo Economico, Nando Rapisardi.

È opportuno che, se responsabilità vi sono state, queste siano accertate, dando seguito ad eventuali provvedimenti.

Ad oggi l’unica cosa certa è che i commercianti delle zone censuarie 13, 37 e 38 avranno bisogno di tanto bicarbonato per digerire una beffa così insopportabile.

Share