Grillo alla conquista dell’Etna. ‘Votare il MoVimento 5 Stelle? Un salto nel buio.’

Show di Grillo in Sicilia. Il leader del M5S, dopo essere sbarcato nell’isola a nuoto, oggi ha scalato l’Etna per il terzo giorno di campagna elettorale. Ai bordi del cratere più alto d’Europa il comico genovese ha esordito con una battuta. ”Il predellino non vorrei che portasse male: l’ultimo che l’ha utilizzato sta scomparendo dalla storia”, ha detto salendo su uno scalino, davanti a circa 300 persone, a quota 1.986 metri, vicino ai crateri Silvestri.

‘Questi malati di mente parlano di spending rewiev, di rating e poi gli si ferma la macchina e non sanno dove è il motore, se è davanti o di dietro. Non sanno neanche sopravvivere. E’ allora è il momento di cambiare perché cosa abbiamo da perdere?, Cosa avere da perdere voi siciliani? Abbiamo già perso tutto, dobbiamo perdere anche la dignità e la moralità?”, attacca Grillo. ”Il nostro Presidente della Repubblica – ha aggiunto- dice che bisogna riconquistare la moralità. Cos’è la moralita? Non devi fare una legge per essere morale. Io non posso rispettare una legge se viene scritta da un fuorilegge. La mia moralità me lo vieta”.

Poi la richiesta di voto per il Movimento 5 Stelle: “Lo penso anch’io che dare il voto al Movimento Cinque Stelle è un salto nel buio ma con onestà, veramente, preferisco un salto nel buio con questi ragazzi che un suicidio assistito con questi qua”, ha detto ancora.

Non manca una battuta sulla mafia: “L’unico modo per far fuori la mafia è quello di quotarla in borsa, fargli pagare le tasse e distruggerla con l’irpef. E’ una battuta per dirvi che questa e’ una terra dove non ho visto mafie, ho visto persone e cultura”.

“Nei siciliani vedo uno sguardo diverso, meno disilluso, adesso, forse c’e’ un minimo di speranza”, ha detto ancora Grillo, facendo un primo bilancio dei primi tre giorni di campagna elettorale in Sicilia. ”Un anno fa sono andato a Palermo per la amministrative – aggiunge – e ho visto gente disillusa con le braccia conserte che sembrava mi dicesse ‘ma che cosa stai facendo? Tanto qui non si muove nulla’. E infatti non si è mosso niente. Ora gli sguardi sono diversi. Forse c’è un briciolo di speranza”. ”Avete una cultura spaziale ma siete passati da Verga e Pirandello a Micciche’… Ma se qui nasce qualcosa, nasce qualcosa che cambierà l’Italia, non soltanto la Sicilia”.

“Io assemblo persone, controllo se chi entra nel movimento è incensurato. Per trovare 80 incensurati in Sicilia – chiosa ironico – mi sono fatto un culo così…”

Fonte: siciliainformazioni.it

Share

Se cambiamo la Sicilia, cambiamo l’Italia

“Non ho più voce e ho bisogno di fare l’aerosol durante le brevi soste in camper. Ho attraversato mari, scalato montagne. Qui a 2.000 metri ho fatto qualcosa che ha dello strabiliante. Una coincidenza incredibile. Nello stesso punto dove io ho parlato alla gente Pitagora, vestito da attore, in un suo viaggio, ha arringato la folla dicendo una frase che ho detto io 10 minuti fa. Incredibile. Ha detto che se si cambiava la Sicilia si cambiava il mondo. Pitagora con quella enunciazione diede l’avvio alla grande rivoluzione francese, partendo dalla Sicilia. Io, per combinazione, ho detto le stesse cose. Se si cambierà la Sicilia, cambieremo l’Italia, forse anche il mondo. Chi lo sa. Staremo a vedere.”

Beppe Grillo

Share