RIFIUTI SPECIALI AL PORTO DI SCIACCA, MARINELLO (M5S): SUBITO UNA SOLUZIONE, GIA’ IN CONTATTO CON UNA DITTA PER IL RICICLAGGIO

OGGI L’INCONTRO VOLUTO DAL COMANDANTE DELLA CAPITANERIA DI PORTO GIANNONE, CON GLI ARMATORI DELLA MARINERIA, I PESCATORI E I PARLAMENTARI M5S MARINELLO E MANGIACAVALLO

Si è tenuto questa mattina un confronto presso il porto di Sciacca per cercare una soluzione urgente al grave problema di conferimento dei rifiuti speciali che al momento insistono sull’area portuale nel comune dell’Agrigentino. “Tra i temi affrontati, – dice il senatore del Movimento 5 Stelle Rino Marinello, presente all’incontro voluto dal tenente di vascello Giuseppe Claudio Giannone, da tre mesi alla guida del presidio militare marittimo saccense – l’isola ecologica chiusa, lo smaltimento dei rifiuti prodotti dall’attività di pesca, il rispetto della misura delle reti e la pulizia complessiva del porto”. 

All’incontro erano presenti anche il deputato regionale Matteo Mangiacavallo e gli operatori della pasca. “Insieme a questi ultimi, – dice Marinello – si chiede di rendere funzionante l’isola ecologica perdepositare il materiale inquinante raccolto e utilizzato durante le battute di pesca”. “Una vera emergenza ambientale – continua il senatore 5 Stelle – per la quale bisogna trovare soluzioni urgenti, non possono bastare le raccolte tra volontari come quelle alle quali ho partecipato anche poche domeniche fa; c’è bisogno di azioni durature e coordinate”. 

“Tutti i soggetti interessati – conclude il parlamentare ecologista del Movimento – devono attivare una collaborazione costante a favore del nostro territorio, anche noi portavoce del Movimento 5 Stelle ci stiamo attivando perché si risolva prima possibile questo problema. Intanto, ho già preso contatti con una ditta di Iseo che ricicla reti di nylon che confermano la possibilità di riciclare una parte dei materiali utilizzati nelle reti da pesca, principalmente nylon, poliestere, polietilene e polipropilene”. Gli incontri andranno avanti nelle prossime settimane e tante sono le proposte che interessano l’area del porto di Sciacca, prossimi sviluppi saranno comunicati tempestivamente.

Share

Interrogazione di M. Mangiacavallo sulla gestione rifiuti e creazione isola ecologica nei porti di Sciacca e Porto Palo di Menfi

Il cittadino a 5 stelle all’ARS Matteo Mangiacavallo, accogliendo le istanze del Meetup Sciacca 5 Stelle, ha presentato un’interrogazione scritta all’Assemblea Regionale sull’affidamento del servizio di gestione dei rifiuti e l’istituzione di un’isola ecologica per i porti di Sciacca e Porto Palo di Menfi.

La questione, già sollevata dal M5S in occasione della campagna per le amministrative di Sciacca dello scorso mese di Maggio, è stata approfondita in questi mesi. Ne è emersa un’inadempienza da parte della Regione Sicilia che, nonostante le prescrizioni normative, non ha ancora provveduto all’esecuzione dell’iter istruttorio per l’affidamento, mediante gara d’appalto a evidenza pubblica, dei servizi suddetti.

Nel frattempo la non corretta gestione dei rifiuti prodotti dalle navi e dei residui del carico e la mancata istituzione di un’isola ecologica portuale hanno favorito la comparsa di “discariche abusive” (contenenti, tra l’altro, rifiuti pericolosi) che, seppur condannate e perseguite ai sensi di legge dal locale Ufficio Circondariale Marittimo, determinano l’inevitabile degrado igienico-sanitario delle strutture portuali.

Si auspica che l’interrogazione possa porre fine a questa emergenza ambientale che riguarda sia il porto di Sciacca che Porto Palo di Menfi.

Testo dell’interrogazione

L’interrogazione è anche visibile sulla pagina personale del cittadino a 5 stelle Matteo Mangiacavallo ospitata sul sito dell’ARS e accessibile tramite questo link.

Share