#SfiduciaDay, domenica sei ore no stop per dire ‘no’ a Crocetta. Grillo sul palco alle 20,30

Pronta la scaletta della manifestazione in piazza del Parlamento a Palermo. Il via alle 16. Spazio a 4 complessi musicali e a una sfilza di parlamentari Cinquestelle nazionali, regionali ed europei. Tra loro anche i volti più noti del Movimento: Morra Taverna, Di Battista e il vicepresidente della Camera Di Maio.

sfiducia-day

Tutto pronto in casa 5Stelle per lo #sfiduciaday, la manifestazione che punta a portare in piazza Parlamento domenica prossima i Siciliani scontenti del governo Crocetta e che mira a raccogliere le firme contro il governatore per irrobustire simbolicamente la mozione di sfiducia già presentata all’Ars dai deputati del Movimento.

A parte qualche piccolo punto interrogativo (l’attore Gioè ci sarà se riuscirà a liberarsi di alcuni impegni lavorativi) la scaletta è pronta. Si parte alle 16,00 con l’introduzione dell’ex capogruppo Francesco Cappello e si chiude intorno alle 22,00 sulle note dei “Meganoidi”, il gruppo genovese noto, tra l’altro, per essere stato l’autore della sigla del programma televisivo “Le Iene”. Il piatto forte alle 20, 30 con l’intervento di Beppe Grillo. In mezzo tanta musica (alle 16,15 gli “Skitzomovimento”, alle 17,30 i “Brigantini”, alle 19,00 i “Vallanzaska”) e gli interventi di portavoce 5 stelle nazionali, regionali ed europei eletti in Sicilia, oltre ai due sindaci Cinquestelle di Bagheria e Ragusa (17,00 Corrao, 17,15 i sindaci Piccitto e Cinque, 18,00 Nuti e Villarosa, 18,15 Catalfo e Santangelo,18,45 Trizzino, 19,45 Zafarana, 20,15 Giancarlo Cancelleri). Introdurranno tutti gli interventi dei portavoce i deputati all’Ars. Saranno della “partita” anche alcuni tra i volti più conosciuti del Movimento, quali i senatori Nicola Morra (16,45) e Paola Taverna (19,30), il deputato alla Camera Alessando Di Battista e il vicepresidente di Montecitorio Luigi Di Maio (20,00).

La manifestazione si terrà a piazza del Parlamento, concessa sul filo di lana dal Comune, fatto, questo, che caricherà di un forte valore simbolico la giornate dei siciliani, che potranno gridare il loro “no” a Crocetta sotto le finestre del Parlamento più antico d’Europa.

In piazza sono attesi non solo attivisti e simpatizzanti Cinque Stelle, ma tutti i Siciliani che vogliono voltare pagina e chiudere una volta per tutte con Crocetta, sempre più ‘Re Mida al contrario’, capace solo di distruggere tutto ciò che tocca. A loro sarà chiesto di firmare, su degli stampati, la simbolica sfiducia al governatore.

Il Movimento 5 Stelle – dicono i deputati – in questi anni ha dimostrato di essere all’altezza del ruolo che gli elettori gli hanno dato, confermandosi l’unica vera forza di opposizione all’interno del Parlamento regionale. Oggi siamo pronti a diventare l’unica vera forza di governo e questo è il momento di manifestarlo. Partecipare è l’unica cosa che resta a noi cittadini, e dobbiamo esserci tutti, perché altrimenti, nessuno lo farà al posto nostro”.

Firme per staccare la spina al governo Crocetta saranno raccolte nei giorni precedenti e seguenti alla manifestazione anche in tantissime piazza della Sicilia. Una petizione per dire “no” a Crocetta è stata avviata pure on line.

Share

Palermo, 26 ottobre: mandiamo a casa Crocetta – #sfiduciaday

“Cari Cittadini. Non possiamo restare a guardare, di cosa abbiamo paura? Che sia troppo tardi? In due anni di Governo, la tanto sbandierata Rivoluzione crocettiana si è dimostrata essere un totale fallimento. La Sicilia sta adesso attraversando uno dei periodi più tragici della sua storia recente, proprio a causa dell’incompetenza amministrativa del nostro Governatore. E’ giunto il momento di far sentire nuovamente la nostra voce, quella dei Siciliani onesti, che non hanno paura di manifestare il loro malcontento. Il 26 ottobre scenderemo in piazza per lo Sfiducia Day e manderemo un messaggio forte e concreto al Governo Crocetta, ai suoi Assessori e a tutto il Parlamento siciliano. Ci vuole una nuova guida per questa Regione, ma questo Parlamento non si manderà a casa da solo. Per la mozione di sfiducia al Presidente della Regione servono 46 voti favorevoli e i loro sederi attaccati col “bostik” alle poltrone non lo faranno mai, per questo motivo dobbiamo motivare questo passaggio, corredando con migliaia di firme di cittadini la nostra mozione di sfiducia. Il 26 ottobre sarà una giornata memorabile, invaderemo pacificamente tutte le città della Sicilia per raccogliere le firme per la prima “mozione di sfiducia popolare” della storia della Regione. L’evento principale sarà a Palermo dove dalle ore 14 fino alle ore 22 si alterneranno sul palco artisti, portavoce del M5S ed esperti per parlare della Sicilia che vorremmo, sarà un momento di confronto in cui potremo condividere idee con gli altri e farle diventare insieme progetti per la nostra terra. Il Movimento 5 Stelle, in questi anni ha dimostrato di essere all’altezza del ruolo che gli elettori gli hanno dato, confermandosi l’unica vera forza di opposizione all’interno del Parlamento Regionale. Oggi siamo pronti a diventare l’unica vera forza di governo e questo è il momento di manifestarlo! Partecipare è l’unica cosa che resta a noi cittadini, e dobbiamo esserci tutti, perché altrimenti, nessuno lo farà al posto nostro!
Vi aspettiamo quindi il 26 ottobre, per riveder le Stelle!
In alto i cuori!” Giancarlo Cancelleri, portavoce M5S in Sicilia

PS: Sostieni lo #sfiduciaday con una donazione

Fonte: beppegrillo.it

Share