Sette le tappe di Grillo in Sicilia per le prossime elezioni amministrative

Si parte il primo giugno da Mascalucia, si chiude il 5 a Menfi

Saranno sette le tappe siciliane di Beppe Grillo a sostegno dei candidati  del Movimento 5 Stelle in vista delleamministrative del 9 e 10 giugno.  Il camper di Grillo sbarcherà nell’isola sabato 1 giugno per la prima tappa prevista a Mascalucia alle 17,00. Nella stessa giornata, alle 21, è previsto il comizio a Siracusa (largo XXV luglio). Queste le altre tappe: domenica 2 giugno, Marina di Ragusa (piazza Duca degli Abruzzi, ore 17) e  Acate ( ore 21);  lunedì 3 giugnoLeonforte (ore 21), martedì 4 giugno Riesi (ore 21), mercoledì 5 giugno Menfi (ore 21).

Le tappe – dice il capogruppo M5S all’Ars, Giancarlo Cancelleri – sono state scelte da Beppe. In linea  di massima si è cercato di puntare su posti dove non era mai stato”.

Share

Il Tour Elettorale in Sicilia

Video intervista a Giancarlo Cancelleri che racconta come si svolgerà il tour elettorale in Sicilia

“L’idea è rivoluzionare le tappe fatte finora, che sono quelle dei semplici comizi nelle città. Un’idea nuova. Vogliamo rivoluzionare anche il modo di approcciare con la gente. Si parte il 10 ottobre con l’attraversamento dello Stretto. Una follia che Beppe vuole regalare ai siciliani. Ci aspettiamo che si accendano i riflettori sulla nostra campagna elettorale. Noi non utilizziamo rimborsi elettorali, non usiamo finanziamenti pubblici. Ci muoviamo con la Rete, ci muoviamo con i cittadini girando per i mercati. Siamo cittadini e facciamo una campagna elettorale sobria dal punto di vista economico. Ci aspettiamo che ci faccia crescere ancora nelle percentuali che ora ci danno intorno al 10%.
Cercheremo di fare una campagna elettorale “diversa“. Non escludo che potremo fare dei comizi in luoghi simbolo. Perchè no? Davanti ai templi d’Agrigento. A Segesta. Davanti alle raffinerie, sulla darsena di Augusta. Denunciare le cose belle, denunciare le cose brutte. E’ lì che dobbiamo accendere i riflettori. La Sicilia è una terra fantastica. Una terra depredata e devastata e va denunciato tutto questo per ripartire.” Giancarlo Cancelleri

Share