“LA TUA SCUOLA CI STA A CUORE”: M5S DONA DEFIBRILLATORE AD ISTITUTO SACCENSE LUNEDì 26 NOVEMBRE

Il sottosegretario Santangelo e i senatori Leone e Marinello consegneranno i tre DAE in tre scuole siciliane: Palermo, Sciacca e Valderice.

Dopo la prima consegna nella scuola Don Milani di Palermo, due settimane fa, adesso è il turno dell’Istituto comprensivo Dante Alighieri di Sciacca. La consegna avverrà lunedì 26 novembre, alle ore 9.30, presso la sede della scuola Scaturro, discesa Santa Caterina Sciacca. Alla cerimonia di consegna parteciperanno il senatore saccense Rino Marinello e il sottosegretario alla Presidenza del Consiglio Vincenzo Maurizio Santangelo, la senatrice Cinzia Leone, invece, non potrà essere presente.

L’iniziativa, targata Movimento 5 Stelle, è realizzata grazie alle restituzioni di parte degli stipendi dei parlamentari Cinquestelle; si tratta della consegna di defibrillatori nelle scuole.

La terza consegna è prevista lunedì 3 dicembre in provincia di Trapani, a Valderice, presso l’Istituto comprensivo Dante Alighieri.

“Si tratta di uno strumento fondamentale per rendere le scuole dei luoghi cardio protetti e sicuri, un’iniziativa che ci auguriamo venga presa d’esempio e riprodotta in altre innumerevoli scuole. Questo perché la tua scuola ci sta a Cuore”.

Così i tre portavoce M5S che oltre alla donazione dei DAE, provvederanno anche ai costi per formare due unità per scuola e al materiale informativo da consegnare direttamente agli studenti.

Share

La tua scuola ci sta a cuore! Un defibrillatore per la sicurezza dei nostri figli

“La tua scuola ci sta a cuore”, l’iniziativa M5S per la consegna di defibrillatori nelle scuole siciliane. Il sottosegretario Santangelo e i senatori Leone e Marinello consegneranno i tre DAE in tre scuole: Palermo, Sciacca e Valderice.

Al via un’altra iniziativa targata Movimento 5 Stelle, realizzata grazie alle restituzioni di parte degli stipendi dei parlamentari Cinquestelle, si tratta della consegna di defibrillatori nelle scuole.

L’iniziativa è promossa dal Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio dei Ministri Vincenzo Maurizio Santangelo e dai portavoce al Senato Cinzia Leone e Rino Marinello e verrà realizzata tra il mese di novembre e inizio dicembre.

Tre le scuole destinatarie della donazione: la prima consegna avverrà lunedì 12 novembre, presso la Scuola Don Milani di Palermo, alle ore 9. Il secondo defibrillatore sarà donato all’Istituto comprensivo di Sciacca Dante Alighieri, lunedì 26 novembre, sempre allo stesso orario; e il terzo, lunedì 3 dicembre in provincia di Trapani, a Valderice, presso l’Istituto comprensivo Dante Alighieri.

“Una notizia importantissima per molti ragazzi siciliani. Si tratta, infatti, di uno strumento fondamentale per rendere le scuole dei luoghi cardio-protetti e sicuri, un’iniziativa che ci auguriamo venga presa d’esempio e riprodotta in altre innumerevoli scuole. Questo perché la tua scuola ci sta a Cuore”. Così i tre portavoce M5S che oltre alla donazione dei DAE, provvederanno anche ai costi per formare due unità per scuola e al materiale informativo da consegnare direttamente agli studenti. Santangelo, Leone e Marinello saranno presenti durante le consegne.

Guardate il video dove descriviamo tutta l’iniziativa e le immagini di supporto a seguire.

Share

#Sicilia: impianti di compostaggio rifiuti non realizzati e 90 milioni spariti – #SceglieteilFuturo #CancelleriPresidente #M5S

Di Vilma Moronese, Vincenzo Maurizio Santangelo

In Sicilia la raccolta differenziata finisce pari pari in discarica, questo è quello che abbiamo verificato facendo un sopralluogo alla discarica di Trapani che raccoglie i rifiuti di 21 comuni, compresa la parte umida. Mancano gli impianti di compostaggio e le discariche sono sature. Nella regione vi è solo il 12,6 % di raccolta differenziata e cioè al di sotto dell’obiettivo di legge del 15% previsto come target da raggiungere nel 1999, come si evince dal rapporto ISPRA 2016. Si contano inoltre solo 15 impianti di compostaggio, in cui la quantità totale autorizzata di rifiuti è di 293.007 tonnellate, ma i rifiuti trattati sono poco più della metà. Attualmente gli impianti di compostaggio attivi sarebbero solo 8.

Come si è arrivati a questa situazione drammatica? Per il superamento dell’emergenza rifiuti nella Regione il governo ha nominato nel 2010 un commissario delegato che era l’allora presidente Raffaele Lombardo. Con una delibera CIPE furono stanziati 200 mln di euro a valere sui fondi FAS 2007-2013. L’obiettivo da raggiungere era il 35% di raccolta differenziata entro il 2011. Obiettivo che non è stato raggiunto.

Ma non finisce qui: dal programma di Lombardo emerge che furono destinati oltre 90 mln di euro all’incremento del sistema impiantistico della frazione organica dei rifiuti provenienti dalla raccolta differenziata. Di quei 90 mln in particolare 37 milioni di euro dovevano essere impegnati per impianti a breve termine da realizzare e completare entro il 31 dicembre 2012. E circa 58 milioni per impianti a medio termine da fare entro il 31 dicembre 2013. Ad oggi, nulla di tutto questo ci risulta essere stato compiuto, e pertanto abbiamo presentato una interrogazione parlamentare a firma dei portavoce in Senato Vilma Moronese e Vincenzo Santangelo rivolta al ministro Galletti con la richiesta di intervenire e di farci sapere se, e come, siano stati spesi questi 90 milioni di soldi pubblici.

Vogliamo vederci chiaro su tutta la gestione dei rifiuti in Sicilia, anche dopo questa ispezione accompagnati dalla portavoce all’Ars Valentina Palmeri. Già nel 2015 abbiamo interrogato la Regione per sapere che fine avessero fatto i fondi CIPE stanziati, senza ottenere risposta, adesso presentiamo in Senato una interrogazione parlamentare al ministro dell’Ambiente. Nel frattempo sull’incapacità della regione nella gestione dell’emergenza rifiuti è intervenuta anche l’ANAC con una delibera del 2016.

Diciamo basta a questo scellerato modo di fare, basato solo sul conferimento in discarica. Il MoVimento 5 stelle vuole riciclare tutto, e lo faremo senza inceneritori se riusciremo a vincere le prossime elezioni in Sicilia. È necessario cambiare subito tutto. Monitoreremo la situazione siciliana, perché il rischio che si corre è che possa arrivare una nuova infrazione europea per la disastrosa gestione del ciclo dei rifiuti, così come è successo già per la Regione Campania. Se accadrà a causa dei partiti, e della mala gestione di chi ha governato per anni la regione, i cittadini si ritroveranno doppiamente puniti: dal punto di vista ambientale, e da quello economico.

Share

Oggi a Sciacca portavoce nazionali e regionali del M5S incontrano i cittadini

Vi ricordiamo che oggi alle ore 17:30, presso l’ex Chiesa della Perriera a Sciacca, si terrà un incontro con alcuni portavoce del MoVimento 5 Stelle. In particolare saranno presenti: Roberto Fico, presidente della Commissione di Vigilanza Rai e portavoce del Movimento alla Camera, Vincenzo Maurizio Santangelo, attuale capogruppo al Senato, Nunzia Catalfo, membro della Commissione Lavoro nonché prima firmataria della proposta di legge per il reddito di cittadinanza. Prevista anche la presenza dei portavoce all’ARS Matteo Mangiacavallo, Sergio Tancredi e Valentina Palmeri. Si tratterà del primo di una serie di incontri tra cittadini e portavoce del M5S che serviranno a informare sull’attività parlamentare svolta e da svolgere e a raccogliere le istanze provenienti da territorio.

Share

Domenica 23 febbraio a Sciacca i portavoce del M5S incontrano i cittadini

Domenica 23 Febbraio 2014 alle ore 17.30 presso l’ex Chiesa della Perriera di Sciacca, si terrà un incontro con alcuni portavoce del MoVimento 5 Stelle.

Saranno presenti: Roberto Fico, presidente della Commissione di Vigilanza Rai e portavoce del Movimento alla Camera, Vincenzo Maurizio Santangelo, attuale capogruppo al Senato, Nunzia Catalfo, membro della Commissione Lavoro nonché prima firmataria della proposta di legge per il reddito di cittadinanza. Prevista anche la presenza dei portavoce all’ARS Matteo Mangiacavallo, Sergio Tancredi e Valentina Palmeri.

Quello di domenica è il primo di una serie di incontri rivolti a tutti, con parlamentari nazionali e regionali, che illustreranno il loro lavoro e le difficoltà incontrate e risponderanno alle domande poste dai cittadini presenti.

Share