Il M5S rinuncia al rimborso elettorale e restituisce simbolicamente l’assegno all’ARS

Il Movimento 5 Stelle Sicilia rinuncia a 1 milione e 426 mila euro di rimborso elettorale spettantegli per i risultati ottenuti dopo la partecipazione alle elezioni regionali dello scorso fine Ottobre. La rinuncia formale ai rimborsi elettorali sta avvenendo tramite l’invio di una lettera ufficiale alla Camera dei Deputati e all’Ufficio di Presidenza dell’ARS, ma gli attivisti e i 15 Cittadini eletti all’Assemblea Regionale Siciliana compiranno un gesto simbolico che conferma tale indirizzo.

Domani Mercoledì 14 Novembre 2012 alle ore 11.00 dinanzi la sede dell’ARS, “i cittadini a 5 Stelle” si presenteranno davanti ai cancelli con la gigantografia di un assegno che reca la cifra di 1.426.000,00 euro. La cifra alla quale il Movimento 5 Stelle siciliano rinuncia è il frutto del semplice calcolo di un 1 euro a voto per 5 anni che fa 5 euro, moltiplicato ovviamente per il numero totale delle preferenze espresse dai siciliani con oltre 285 mila voti.

Un gesto che pone ancora una volta l’accento – dichiara Giancarlo Cancelleri Portavoce del Movimento 5 Stelle – su come si possa e si debba fare politica senza gravare sui cittadini. La nostra campagna elettorale – conclude Cancelleri – è costata 25 mila euro, non abbiamo fatto convention nei grandi alberghi, non abbiamo imbrattato i muri delle città con i 6×3, ci siamo presentati agli elettori come comuni cittadini che vogliono rimanere tali, con la responsabilità però di rappresentare al meglio anche le istanze di chi non ha la voce grossa”.

Anche domattina, così come avvenuto per i momenti topici del Movimento 5 Stelle Sicilia, i cittadini potranno seguire la consegna simbolica dell’assegno dei rimborsi elettorali in streaming su internet all’indirizzo http://www.ustream.tv/channel/m5s-siciliatour

Share

Lettera aperta del M5S Sicilia al governo Monti

“I candidati  del Movimento 5 Stelle Sicilia hanno ben chiara la grave situazione dei bilanci in cui versa l’isola, ma non hanno alcuna intenzione di consegnare l’agenda politica della Regione Siciliana nelle mani di Bruxelles né del Fondo Monetario Internazionale, che farebbero pagare questa crisi soltanto ai cittadini e non ai reali esecutori finanziari e politici del grave stato sociale ed economico in cui versa il paese.  Abbiamo osservato e rilevato che si stanno perseguendo i dettami prefissati dal FMI e che state avallando con il consenso dei partiti a Roma.

Stiamo guardando attentamente ciò che sta accadendo in stati come la Grecia e la Spagna con le imposizioni della Troika che mirano ai tagli indiscriminati alla sanità e agli altri servizi sociali, interventi sulle pensioni, riduzione dei dipendenti pubblici e degli stipendi, tagli ai sussidi per la disoccupazione, nuove imposizioni fiscali e altre austerità giustificate da parole come “spread” , “mercati finanziari”, “Fiscal Compact”  e “Fondo Salva Stati/ESM”.

Non siamo disposti a permettere che siano i cittadini e la piccola e media imprenditoria a pagare per le “scellerate” scelte economiche decise a Bruxelles da un’élite di banchieri e votate a Roma dai nostri politici  da destra a sinistra , in Italia come in Europa.

Il Movimento 5 Stelle non ha alcuna intenzione di consegnare la Sicilia in mano  a dei “burattini” politici in quanto siamo coscienti che i veri “burattinai” sono gli stessi partiti che da Roma votano la fiducia al suo governo nel Parlamento Italiano, nonostante fingano pubblicamente di avere opinioni diverse sulle politiche di austerità che iniziano a colpire  soprattutto le fasce più deboli. I parlamentari hanno concesso al vostro Governo di introdurre modifiche costituzionali come il principio del pareggio di bilancio a tutti i livelli della pubblica amministrazione, imponendo in tal senso pesanti limiti al potere politico regionale.

Abbiamo appreso che si intende realizzare, in coerenza con la bozza della legge di attuazione del pareggio di bilancio in Costituzione, una Commissione Fiscale che porterebbe perfino ad un controllo ex ante dei bilanci regionali i cui limiti dell’ingerenza politica sui poteri dei rappresentanti politici democraticamente eletti dal popolo non sono ben definiti.

Siamo perfettamente a conoscenza del fatto che l’attuale rappresentanza politica debba chiaramente essere sostituita, il Movimento 5 Stelle si vuole schierare dalla parte di quei siciliani che abbiano intenzione di riappropriarsi della propria autonomia nel rispetto dei vincoli costituzionali. Non abbiamo alcuna intenzione di favorire i poteri economici speculativi che sono alla base del fallimento di cui è stata vittima una regione come la Sicilia che, se ben amministrata con il nostro programma, sarebbe in grado di risollevarsi senza le ingerenze di Bruxelles e di Roma che avete votato.

I siciliani sono perfettamente a conoscenza del fatto che il mancato sviluppo del loro territorio è dettato da una classe politica corrotta, dal clientelismo, dagli sprechi di denaro pubblico, dall’accentramento del potere economico nella mani di entità societarie che stanno spingendo gli interessi a favore dei grandi mercati e non dalla parte del popolo e delle piccole e medie imprese che sono state il motore vitale di questa regione e dell’Italia.

Cari membri del Governo Monti, nonostante la credibilità che voi professate per mezzo dei media al Popolo italiano e siciliano, il Movimento 5 Stelle Sicilia non  permetterà di consegnare la nostra splendida Regione nella mani delle banche e dei forti poteri economici, di cui voi in questo momento state perseguendo i pieni interessi, grazie anche ai vostri “vassalli” ben mascherati dai partiti di destra e di sinistra in Sicilia, come in Italia.”

I Firmatari: 

Cancelleri Giancarlo – Candidato Portavoce alla Presidenza dell’ARS

Giulivi Mauro, La Rocca Claudia, Ciaccio Giorgio, Trizzino Giampiero, Busalacchi Samanta, Di Benedetto Chiara, Siragusa Salvatore, Lupo Francesco, Ricciardi Riccardo, Lanzafame Salvatore, Paradiso Stefano Alessio, Sardisco Giovanni, Negrì Marco, Campanella Francesco, Fiore Gabriella, Lupo Loredana, Calderone Maddalena, Vetro Alessandro, Foti Angela, Cappello Francesco, Montesanto Agata, Raciti Santina Lucrezia, Bertorotta Ornella, Mauceri Claudio, Currò Tommaso, Mazza Alfio, Duro Gregorio, Nipitella Marco, Allegra Isidoro, Interlicchia Rita, Sapienza Giuseppe, Finocchiaro, Emanuele, Nicotra Angelo, Ciancio Gianina, Zafarana Valentina, Bonanno Caterina, Forestiere Giusi, Russo Leonardo, Saija Maria, Villarosa Alessio, D’Uva Francesco, Fanara Carlo, Mannelli Massimiliano, Laspada Alberto, Nuciforo Gaetano, Giannì Emma, Zagarrio Giuseppe, Di Caro Giovanni, Mangiacavallo Matteo, Dalli Cardillo Emanuele, Palmeri Valentina, Troisi Sergio, Piazza Giacomo, Tancredi Sergio, Ragusa Mario, Santangelo Vincenzo Maurizio, Tremamondo Laura, Zito Stefano, Marzana Maria, Anzalone Roberto, Lauria Teresa, Di Silvestro Antonino, D’Amico Filippo, Ferreri Vanessa, Lorefice Marialucia, Fornaro Dario, Botta Valentina, Lo Monaco Giuseppe, Bognanni Mirko, Venturino Antonio, Lanza Francesco, De Luca Maria Carmela.

Share

Campagna “Seed of Freedom” – A stizzania percia a timpa (la goccia cava la roccia)

seeds-of-freedom

A stizzania percia a timpa (la goccia cava la roccia)

Video di sensibilizzazione alla campagna “Seed of Freedom” ideata dall’ecologista e attivista, scienziata e filosofa, Vandana Shiva, una delle più autorevoli voci mondiali in difesa della natura e della sua biodiversità. La campagna riguarda la situazione di monopolio in cui versa il mercato mondiale delle sementi. Il documentario nasce da un’idea di Ivan Segreto e Matteo Accardi in collaborazione con: la S.O.A.T. di Sciacca , il Meetup Sciacca a 5 Stelle.

Il video è dedicato a tutti i contadini, anima della nostra storia!

Share

Campagna internazionale di sensibilizzazione ‘Seed Freedom’

Matteo Mangiacavallo, portavoce del Meetup ‘Sciacca a 5 Stelle’ e candidato all’ARS per il MoVimento 5 Stelle Sicilia nella circoscrizione di Agrigento, sostiene apertamente la campagna internazionale di sensibilizzazione ‘Seed Freedom‘ contro il monopolio del mercato mondiale delle sementi e in difesa della natura e della sua biodiversità. Per tale motivo è ben lieto d’invitare tutta la cittadinanza alla manifestazione promossa dalla SOAT dell’Assessorato Regionale Risorse Agricole e Alimentari, in collaborazione con componenti del Meetup ‘Sciacca a 5 Stelle’, che si terrà a Sciacca dal 15 al 16 ottobre presso il mercatino del lunedì pomeriggio allo stadio e il mercatino del contadino del martedì mattina in Via D. Alighieri.

L’adesione alla campagna internazionale di sensibilizzazione “Seed Freedom” (http://seedfreedom.in/) ideata dalla ecologista e attivista, scienziata e filosofa, Vandana Shiva, una delle più autorevoli voci mondiali in difesa della natura e della sua biodiversità, avverrà attraverso l’atto simbolico di scambio di sementi autoctone e di informazione riguardo la situazione di monopolio in cui versa il mercato mondiale delle sementi.

Share

BANCHETTI INFORMATIVI DEL M5S DI SCIACCA NEL FINE SETTIMANA… SIAMO PARTITI!

Sabato 01 Settembre 2012, il MEETUP “Sciacca a 5 Stelle” si è recato al mercatino rionale di San Michele per svolgere il primo di una lunga serie di banchetti informativi del M5S che ci vedranno impegnati anche durante i prossimi fine settimana.

L’incontro è stato molto proficuo. Erano presenti Cristiano, Luca, Angelo, Michele, Matteo ed Ernesto del Meetup Sciacca a 5 Stelle e Enzo del Meetup di Menfi.

Abbiamo adottato un approccio inverso cercando di ascoltare più che di parlare. Lo abbiamo fatto sottoponendo alcune semplici domande:
Cosa ne pensa della politica? Cosa dovrebbe fare la politica per migliore le cose? E’ a conoscenza che a Ottobre si voterà per le regionali? Intende andare a votare? Conosce il M5S? Cosa ne pensa?
Le risposte sono state molto interessanti.

La gente è disillusa e non vuol più sentirne parlare. Pochi credono che si possa fare qualcosa per cambiare la situazione attuale. In linea di massima, si chiede di tagliare i costi della politica , di creare lavoro, di mandare a casa i dinosauri che stanno al governo da tempo immemore.

Molti sono a conoscenza delle elezioni regionali e, quando non sono decisi a non andare a votare, dichiarano che potrebbero andare a votare se vi fosse una proposta valida e alternativa. Quasi tutto il campione conosce il M5S (bisogna citare Grillo per far capire di che si tratta) ma, pur condividendone molte idee, crede che, alla fine, ci riveleremmo come altri partiti. Su quest’ultima riflessione, il tempo ci darà ragione.

[nggallery id=6]

Share

E TANTISSIMI SACCENSI, IERI SI SONO “RITROVATI”

 

Gran successo di pubblico nella prima giornata per l’evento “RITROVARSI”, UN PERCORSO PER CONOSCERE E VALORIZZARE VICOLI E CORTILI DI SCIACCA, nata dalla collaborazione tra il MeetUp Sciacca a 5 stelle e il Circolo di Cultura di Sciacca oltre che dalla disponibilità di coloro che vivono giornalmente i luoghi dell’evento e, non per ultimo, dalla creatività dei nostri artisti locali.

L’iniziativa che, ricordiamo, propone un percorso artistico urbano con l’intento pedagogico di far conoscere e valorizzare quei vi­coli e quei caratteristici cortili, pubblici e privati, che sono parte integrante del nostro patrimonio storico-culturale, continuerà anche nella giornata di oggi, sabato 1 settembre 2012 e domani, domenica 2 settembre 2012 con la serata conclusiva.

La collocazione di installazioni artistiche all’interno di questi spazi urbani, talvolta bui, spesso nascosti, in alcuni casi di­menticati, offre l’occasione al visitatore di acquisire mag­giore consapevolezza e appartenenza al territorio in cui vive. Gli orari di fruizione dell’evento sono dalle ore 21,00 alle ore 24,00.

In attesa di vedervi ancora più numerosi in visita ai cortili saccensi del centro storico, vi proponiamo un contributo fotografico sull’iniziativa in corso:

[nggallery id=4]

Share

CORTILI A CINQUESTELLE

In piena sintonia con la nostra immagine ideale di Sciacca, i ragazzi del Meetup “Sciacca a 5 Stelle” hanno stamattina, alla buon’ora, imbracciato scope, ramazze, palette e spugnette, e in completo silenzio mediatico hanno ripulito gli undici cortili e i luoghi caratteristici del centro storico di Sciacca interessati dall’evento “ritroVarsi” organizzato in collaborazione con il Circolo di Cultura. L’iniziativa, denominata “CORTILI A CINQUESTELLE”, sarà riproposta in altre forme, nella nostra città, anche nei prossimi mesi.

Stay with US ed iscrivitevi al nostro MEETUP (CLICCA QUI) per dare un volto nuovo alla nostra Sciacca e per partecipare con noi alle prossime iniziative.

[nggallery id=5]

Share

“RITROVARSI”

“RITROVARSI”, UN PERCORSO PER CONOSCERE E VALORIZZARE VICOLI E CORTILI DI SCIACCA

Dalla collaborazione tra il MeetUp Sciacca a 5 stelle e il Circolo di Cultura, dalla disponibilità di coloro che vivono giornalmente i luoghi dell’evento e dalla creatività dei nostri artisti nasce >>> RITROVARSI.

L’iniziativa propone un percorso artistico urbano con l’intento pedagogico di far conoscere e valorizzare quei vi­coli e quei caratteristici cortili, pubblici e privati, che sono parte integrante del nostro patrimonio storico-culturale. La collocazione di installazioni artistiche all’interno di questi spazi urbani, talvolta bui, spesso nascosti, in alcuni casi di­menticati, offre l’occasione al visitatore di acquisire mag­giore consapevolezza e appartenenza al territorio in cui vive.

L’evento si svolgerà da Venerdì 31 Agosto a Domenica 2 Settembre dalle ore 21,00 alle 24,00

Share

Presidente D’Orsi, risolviamo il contratto con Girgenti Acque!

Egr. dott. D’Orsi,

come le ha comunicato il sindaco del nostro Comune nonché membro del CDA dell’ATO Idrico di Agrigento, l’avv. Fabrizio Di Paola, avanzandole fermamente le lamentele di una cittadinanza saccense ormai più che insofferente, in questi giorni e per l’ennesima volta il gestore privato del nostro servizio idrico, la Girgenti Acque SpA, sta dimostrando gravi inadempienze contrattuali.

Tralasciando infatti tutti i seguenti punti che il CdA dell’ATO Idrico non ha ancora ritenuto talmente gravi da far riconsiderare il contratto in essere con l’ATO oggetto della nostra missiva;

  • gli “interminabili” tempi di attesa per un nuovo allaccio idrico o una voltura e le “cifre astronomiche” chieste per tale intervento;
  • le “abusive” richieste di sottoscrizione di un contratto in buona parte vessatorio all’utenza che necessita dei sopracitati allacci e volture (a dispetto di un regolamento EAS che invece d’essere applicato risulta così disatteso);
  • l’assenza per circa tre anni nella nostra città di un ufficio di relazioni con il pubblico degno di tale nome (mentre Comune di Sciacca e Provincia di Agrigento, non si sa a quale titolo, prestavano “gratuitamente o quasi” i locali dell’URP provinciale per far svolgere tale attività al gestore privato);
  • fatturazioni definite meritoriamente “pazze”, bollette palesemente “anomale” e conseguenti distacchi “selvaggi” delle forniture anche in presenza di ricorsi da parte dei cittadini;
  • l’assenza di un sito internet e di un numero telefonico “non più a pagamento”, come invece era all’inizio, che dessero informazioni chiare all’utenza circa lo svolgimento del servizio alla quale si è posto rimedio dopo innumerevoli pressioni con le istituzioni;
  • le “riparazioni” ad impianti idrici e fognari eseguite dopo tempi di attesa “biblici” (abbiamo registrato casi in cui sono stati necessari sei o addirittura nove mesi dalla constatazione della rottura alla sua riparazione) e i lavori non eseguiti proprio a regola d’arte, tant’è che le strade sono ridotte peggio di quelle che possiamo trovare a Beirut (slogan della penultima campagna elettorale a Sciacca);

e’ palese che, in questi primi interminabili quattro anni di gestione della Girgenti Acque SpA e di sofferenza per i cittadini saccensi, nessuna delle fatturazioni di conguaglio all’utenza si è mai rivelata corretta. L’ultima, in ordine temporale, riguarda le fatture emesse lo scorso mese di maggio che riportano erroneamente la voce canoni di depurazione anche per le zone mai coperte dal servizio e per le quali il pagamento di quelle somme era stato sospeso da tempo. E ci sarebbe da discutere anche sulla dicitura “salvo conguaglio” presente nelle fatture di conguaglio. Cosa vorrebbe conguagliato il gestore, dopo il conguaglio?
Ci sembra davvero l’ora di dire basta!
Non ci sono scusanti per quest’ennesimo insulto al buon senso e per questo ulteriore schiaffo alla nostra cittadinanza!
Non è più tollerabile che si continui a sbagliare con le tasche già tartassate dei cittadini che il Movimento Cinque Stelle di Sciacca intende rappresentare.
Quest’ennesima grave inadempienza contrattuale non può e non deve rimanere impunita!

Ricordandole che lei nella qualità di presidente della nostra provincia e dell’ATO Idrico di Agrigento, è stato eletto per prestare servizio a quei cittadini che in stragrande maggioranza hanno votato SI per la gestione pubblica dell’acqua e contro la remunerazione del capitale investito, che lei intende introdurre facendo commissariare l’assemblea dei sindaci della provincia, e che lei, in quanto presidente della nostra provincia e dell’ATO Idrico di Agrigento, è stato eletto per prestare servizio a quei cittadini, La invitiamo ad impugnare la convenzione sottoscritta con questo gestore e avviare tutte le procedure volte alla risoluzione del contratto in essere.
E’ inconcepibile pensare che i sindaci possano non essere capaci di gestire questo importante servizio meglio del gestore cui lo avete assegnato.

Cordialmente.

Share

LA VILLA COMUNALE: RICORDO SBIADITO DI UN RECENTE PASSATO

Pulizia Vasca

“Qualche settimana fa ho portato mio figlio alla villa comunale , attraverso lui ho riscoperto le bellezze di quel luogo:  le piante,  il suo magico stagno con le oche chiassose, il panorama mozzafiato sul nostro mare dominato da “Rocca Regina”. Grazie a mio figlio sono stato rapito dalla magia di quel luogo e ho rivissuto momenti d’infanzia trascorsi con persone care che oggi non ci sono più; di fatto sono stato travolto dalla malinconia, la gioia di essere tristi per un passato che non c’è più.
Nel mio viaggio tra i ricordi, ho visto la villa ancora sprizzante di vitalità, piena di risate di bimbi allegri sulle altalene, di anziani che giocano a bocce, di ragazzi che marinano la scuola, mi sono rivisto a giocare con la fontanella dell’acqua potabile, riuscivo a farla schizzare ad altezze incredibili…

Rivivere il passato mi ha riportato con forza al tragico presente e alle condizioni drammatiche in cui versa un luogo che fino a pochi anni fa era la gioia di molti, orgoglio cittadino sin dai primi del ‘900.
I nostri figli e la storia di Sciacca ci impongono di fare qualcosa per recuperare uno dei luoghi simbolo della nostra città che da troppi anni subisce l’incuria dei suoi cittadini, i quali sembrano rassegnati ad accettare passivamente le decisioni e gli errori di una classe politica drammaticamente inadeguata.
Il compito di noi cittadini oggi, è quello di intervenire con le nostre competenze, partecipare tutti al miglioramento del nostro patrimonio. Ognuno di noi nel suo piccolo può e deve contribuire a rendere questo paese migliore. Molto si può e si deve fare anche per la nostra bella Villa Comunale, pertanto auspico un’azione collettiva.”

 

Daniele De Filippi.

 
Il MoVimento 5 Stelle e la Villa Comunale
Un paio di giorni fa l’amministrazione comunale ha predisposto le pulizie straordinarie del nostro giardino di città per eccellenza, la Villa Comunale. In attesa che questi lavori, da tempo necessari, siano completati,  auspichiamo che la cittadinanza saccense tutta (associazioni, comitati, liberi cittadini), consapevole che i beni comuni e le risorse naturali della nostra terra vadano preservati e tutelati,  possa tornare a frequentare orgogliosa uno dei pochissimi polmoni verdi del nostro centro storico.
Il Movimento Cinque Stelle – MeetUp Grilli di Sciacca si dichiara fin da subito disponibile a collaborare con tutte le realtà cittadine che, come noi, vorranno cimentarsi volontariamente e gratuitamente per cercare, con ogni genere di iniziativa, di ridar lustro a questo piccolo angolo di Sciacca, per troppo tempo dimenticato.
Foto scattate l’8 giugno 2012 dopo l’intervento dell’amministrazione comunale
Share