Tour a 5 stelle della Provincia di Agrigento

I candidati alle politiche 2013 incontreranno i cittadini della provincia di Agrigento per confrontarsi e discutere del programma nazionale del M5S.

Sono previste le seguenti tappe:

Giorno 06-02-2013

  • Canicattì, Via Carlo Alberto (località oltreponte o ponte di ferro) – Ore 10:00
  • Racalmuto – Ore 17:00
  • Ravanusa – Ore 19:00
  • Palma Di Montechiaro – Ore 20:30

Giorno 07-02-2013

  • Licata – Ore 10:00
  • Ribera – Ore 17:00
  • Sciacca, Murphy’s Pub nella Piazza Inveges – Ore 20:00

 

Share

Tsunami Tour – Oggi Beppe Grillo arriva in Sicilia

Oggi l’attesissimo via. Con Messina le tappe diventano 7. Pure una troupe danese al seguito della carovana M55.

Lo Tsunami tour di Grillo in Sicilia si arricchisce di una nuova tappa. La corsa pre-elettorale della “voce” del Movimento Cinque Stelle passerà anche da Messina. Una pioggia di richieste provenienti dalla città dello Stretto ha infatti indotto lo staff del Movimento ad aggiungere una fermata last-minute al viaggio di Grillo in Sicilia. Gli attivisti locali del Movimento 5 Stelle sono riusciti ad organizzarsi, nonostante lo strettissimo tempo a disposizione, per consentire alla “voce” del Movimento di parlare alla folla. A Messina, Grillo arriverà il 30 gennaio verso mezzogiorno , il comizio si terrà in Piazza Cairoli , poi ripartirà alla volta di Ragusa, dove è previsto il comizio, alle 17.00, a piazza San Giovanni.
Intanto è stato sciolto il dubbio sulla sede del comizio di Palermo. E’ infatti arrivato l’atteso ok per piazza Castelnuovo che ha fatto stare sulle spine tutti gli attivisti del capoluogo. Lo staff di Riccardo Nuti, oggi capolista per la Camera nella circoscrizione Sicilia 1, ha infatti ancora vivo il ricordo del “no” per il palco di piazza Castelnuovo, arrivato all’ultimo minuto dalla Soprintendenza in occasione delle elezioni comunali, cosa che ha costretto il popolo dei simpatizzanti del Movimento Cinque Stelle a dirottare sulla vicina piazza Croci. Prima del comizio di piazza Castelnuovo, previsto per le ore 21, Grillo dovrebbe fare una puntatina all’Ars per visitare il Palazzo e salutare i 15 deputati eletti alle scorse regionali che hanno mantenuto le promesse elettorali rinunciando a gran parte dei loro stipendi e benefit.
Su ogni palco allestito nelle città sede della varie tappe del tour accanto a Grillo ci saranno i candidati alle elezioni del 24 febbraio e alcuni deputati regionali del Movimento.
A seguire il tour di Grillo ci sarà anche una troupe danese. La regista Lise Birk Pedersen, autrice di Putin’s Kiss, vincitore del premio per il miglior documentario al Sundance film festival 2012, attratta dalla fama del Movimento 5 Stelle è arrivata in Sicilia per realizzare un video sul fenomeno, che definisce “portatore di una missione quasi impossibile ma inevitabile: combattere la corruzione politica”.
Tra la fermata ragusana e il capolinea di Palermo ci saranno altre quattro tappe nelle spazio di tre giorni: Catania, Siracusa, Caltanissetta e Trapani (calendario dettagliato).
Lo Tsunami-tour soffia sull’Italia dal 14 gennaio scorso e si fermerà il 22 febbraio a Roma, dopo aver toccato circa 100 città. Nel suo viaggio lungo lo Stivale Grillo è accompagnato da Walter (alla guida del camper), Pietro (ai social) e Salvatore (per dirette streaming, approfondimenti e interviste). Il tour è seguito da un web channel dedicato per 12 ore al giorno chiamato “La Cosa”, come la cosa da un altro mondo, la democrazia diretta.

Share

Grillo riempie piazza Magione: “E’ arrivato il momento di cambiare”

Folla per il comizio finale del leader del Movimento 5 Stelle. “Oggi mi trovo in questa piazza importante dove hanno giocato Falcone e Borsellino e dobbiamo ripartire da qui per cambiare le cose”

Ennesimo bagno di folla per Beppe Grillo, che sta concludendo il suo tour elettorale con un affollatissimo comizio a piazza Magione. Dopo un giro nei pressi di via Lincoln, il leader del Movimento 5 Stelle è salito sul palco allestito in piazza Magione e ha attaccato il comizio finale della campagna elettorale a sostegno del candidato alla Presidenza della Regione, Giancarlo Cancelleri.

GUARDA / Lo show in via Lincoln: Foto Video

In piazza Magione Grillo ha nomina subito Falcone e Borsellino, forse per scacciare via l’ombra di quella battuta infelice secondo cui “la mafia non strangola, lo Stato sì” criticata persino dal suo candidato Giancarlo Cancelleri (“Sulla mafia ha sbagliato”, ha detto Cancelleri alla trasmissione radiofonica La Zanzara). “Sono venuto qui sei mesi fa – ha detto Grillo – c’erano tante persone che non si avvicinavano e mi guardavano con diffidenza. Ora forse siete cambiati voi, siete tanti e mi mostrate affetto. Oggi mi trovo in questa piazza importante dove hanno giocato Falcone e Borsellino e dobbiamo ripartire da qui per cambiare le cose”, afferma.

“Sei mesi fa non è cambiato nulla – ha proseguito – e infatti avete eletto a Palermo lo stesso sindaco di vent’anni fa. Io mi sono allenato per sei mesi per attraversare lo Stretto a nuoto e ho impiegato venti minuti meno del traghetto. Ciò dimostra che quando si desidera qualcosa si può ottenere. Il cambiamento è possibile ma deve partire da voi. Bisogna azzerare classe politica perchè è un sistema che è marcio”. “Ognuno di noi deve rischiare qualcosa, Bisogna andare a votare. Se non si vota si fa il gioco di Cuffaro che diceva ‘non andate a votare, tanto noi i voti li abbiamo lo stesso – ha detto ancora Grillo – Cuffaro ci costa 300 euro al giorno in galera, che esca e faccia lavori socialmente utili. Volete cadere in questa trappola? Basta…”.

(25 ottobre 2012)

Fonte: palermo.repubblica.it

Share

Siciliani nel mondo, ascoltatemi!

Siciliani nel mondo, ovunque voi siate, a Toronto in Canada, a Little Italy a New York, ad Alice Spring al centro del deserto australiano o nelle mille terre del Sud America, ascoltatemi. Io ho bisogno del vostro aiuto, la Sicilia ha bisogno del vostro aiuto e anche l’Italia, che spesso vi è stata matrigna e vi ha costretto a lasciare la vostra isola, ha bisogno di voi. Potete fare molto, cambiare tutto perché, almeno una una volta nella Storia, tutto cambi veramente. I treni del vero cambiamento passano poche volte nella vita, uno di questi rarissimi treni sta percorrendo in questi giorni la Sicilia, da Messina a Palermo, da Termini Imerese a Cefalù. Lo vedi, il passaggio del treno, negli sguardi dei ragazzi siciliani che credono finalmente nella possibilità di creare sviluppo e ricchezza nella loro isola senza dover emigrare, lo vedi nel pianto di alcuni vecchi che mi hanno abbracciato come se fossi un loro figlio e nelle piazze piene all’inverosimile in cui si è accesa una speranza di buon governo, di futuro e di libertà dai ricatti dei capibastone. Ovunque voi siate telefonate a casa, inviate una mail, fate informazione presso i vostri amici e parenti in Sicilia. La libertà di informazione in Italia è agli ultimi posti nel mondo, al 61esimo posto dopo Haiti, Samoa, Guyana. Le televisioni e i giornali sono strumenti di propaganda dei partiti e delle lobby. Sono l’ultima barriera di una classe politica predatoria e vorace che ha prodotto i Cuffaro e i Lombardo. Collegatevi alla Rete, che in Sicilia è quasi inesistente, guardate le dirette su Ustream e su Youtube, ascoltate i ragazzi del MoVimento 5 Stelle e il loro portavoce Giancarlo Cancelleri, leggete il programma e poi chiamate i vostri conoscenti e spiegate che il loro voto alle prossime elezioni regionali del 28 ottobre è importante sia per loro che per voi, perché domani potrete scegliere se ritornare dalle vostre nuove patrie nell’isola di luce al centro del Mediterranneo che avete lasciato. Quanti siete nel mondo? Milioni, decine di milioni? Il vostro potere è enorme. Il vostro passaparola deve sentirsi fino ai due poli. Un fragore mai sentito prima. Se cambia la Sicilia, cambia l’Italia. E poi, forse, anche l’Europa. Non lasciate soli i vostri ragazzi.

Beppe Grillo

Share

M5S Sicilia – Come votare

SI VOTERA’ SOLO DOMENICA 28 OTTOBRE DALLE H 8.00 ALLE H 22.00

Per votare il MoVimento 5 Stelle Sicilia metti una “X” sui simboli del MoVimento e scrivi il cognome di un candidato deputato della provincia in cui voti.

La scheda è unica ed è gialla:  guarda il fac-simile della scheda elettorale (esempio provincia di Palermo)

Domande frequenti

Cosa succede se non indico il nome di un candidato?

Se non indichi il nome del candidato e metti soltanto la “X” sul simbolo, il voto verrà dato comunque alla lista.

Cosa succede se segno solo il simbolo a sinistra (lista)?

Se segni solo il simbolo di sinistra, per “effetto trascinamento”, il voto verrà dato anche al Candidato Presidente associato alla Lista.

Cosa succede se segno solo il simbolo a destra (presidente)?

Se segni solo il simbolo a destra, il voto verrà dato solo al candidato Presidente, per questo motivo è importante apporre la “X” su entrambi i simboli.

Share

M5S Sicilia e i rimborsi elettorali

“Ieri Repubblica Palermo ha scritto di noi : “In caso di elezione (gli eletti del moVimento) dovranno versare in beneficenza o al moVimento la parte eccedente i 2.500 euro netti dello stipendio”, facendo intendere che avremmo utilizzato quei soldi per finanziare le nostre attività in maniera furba.
Noi siamo e saremo sempre per la trasparenza e per la partecipazione, anche per quanto riguarda le attività del movimento.
Per quanto riguarda la trasparenza, vi mostro un contratto che ho firmato con Beppe in cui non solo mi impegno a non prendere un euro dai rimborsi elettorali, ma soprattutto mi impegno a RESTITUIRE ALLA REGIONE la parte eccedente i 5.000 euro lordi; siamo per la partecipazione perché stiamo finanziando le nostre “piazze a 5 stelle” con le vostre donazioni libere e volontarie, che sono quasi arrivate ai 30.000 euro che ci eravamo prefissati.
Ringrazio voi per il sostegno di questi giorni e perché non state credendo alle bugie che sui giornali stanno scrivendo perché vogliono fermare la nostra onda di entusiasmo e cambiamento.
Il cambiamento non si ferma davanti ad inesattezze scritte su un giornale.
Grazie di tutto, ci vediamo più tardi a Niscemi, ed al Governo della Regione Siciliana, sarà un piacere!”

Giancarlo Cancelleri, candidato portavoce alla presidenza della Regione Sicilia

Share

Due croci sul M5S e sarà storia!

Ieri sera sono stato ad Enna, in piazza San Francesco, per presentare Giancarlo Cancelleri e la lista del MoVimento 5 Stelle Sicilia. Ascoltate attentamente come si vota. Due croci sul MoVimento Cinque Stelle, e sarà storia!

In alto a sinistra ci sono due simboli: gli unici con le stelle! Una croce per la lista, una croce per il presidente e sarà Storia!

Share

I soldi non sono l’economia

I soldi non sono l’economia. L’economia è un’altra cosa. “Oikos”, casa, e “nomos”, legge. Le regole della casa, della gestione delle cose. L’economia è pesante. È tangibile, non è evanescente. I partiti vogliono fare autostrade, corridoio cinque per spostare camion o mettere merci sulla ferrovia dagli Urali al Portogallo, il ponte di Messina per collegare la Russia alla Sicilia. Per trasportare cosa? In Sicilia buttiamo via le arance perché la finanza ha truccato il prezzo di quelle tunisine rendendole più convenienti. È questa l’economia che vogliamo?

Share

Grillo: “La mafia? E’ tutta all’Expo. Qui ci sta a guardare interessata”

“La mafia? io avevo paura di qualche chiamata, ma non c’è. Secondo me sta guardando, ha capito che qui c’è un cambiamento epocale e quindi sta a guardare”. Dopo aver attraversato a nuoto lo stretto di Messina, Beppe Grillo è approdato nella Sicilia occidentale. E’ un tour fuori dagli schemi quello del comico genovese, venuto in Sicilia per sostenere la candidatura di Giancarlo Cancelleri alle prossime elezioni regionali. Un tour che l’ha portato a visitare l’entroterra siciliano, quello dei piccoli centri ad alta densità mafiosa. Oggi però Cosa Nostra è diversa. “La mafia – ha detto Grillo in provincia di Trapani – è stata corrotta dalla politica e dalla finanza. La mafia aveva un codice etico: uccideva per il territorio. Ma adesso non c’è. Oggi si è spostata. Il commercialista della ‘ndrangeta si è spostato in Lombardia a spartirsi sette miliardi di Expo”. Il leader del Movimento Cinque Stelle ha fatto un bilancio del suo tour elettorale nella Sicilia orientale. ” Avete posti incredibili. Sono stato a Ragusa, è bellissima! Ma non ci sono strade, non c’è un centimetro di autostrada. Non ci sono ferrovie: ho preso un treno, Scordia – Vizzini, sono 25 chilometri, ci abbiamo messo un giorno mezzo con la lettorina, l’ultima che ho visto era giocattolo, qui l’avete ancora vera”. Quindi Grillo ha lanciato qualche stilettata ai politici che hanno governato la Sicilia negli ultimi decenni. “Dicono che siamo tutti uguali: è la strategia di Totò Cuffaro, sono tutti uguali, così vincono loro. L’ho visto Cuffaro che usciva dal carcere: è un fighetto, magro, ci costa 300 euro al giorno. Questa gente qui non deve andare in carcere ma a riparare strade. Qui aveva Salvatore Quasimodo, premio nobel per la letteratura. Siete passati da Quasimodo a Miccichè: è questa la vostra evoluzione culturale”

di Giuseppe Pipitone e Silvia Bellotti

22 ottobre 2012

Fonte: ilfattoquotidiano.it

Share

I finanziamenti che vogliamo

“Sono questi i finanziamenti che vogliamo! Ci ha contattato Giovanni Mancuso, un benzinaio, chiedendoci di passare dal suo rifornimento di benzina a Pallavicino per REGALARCI un pieno per il camper! E mentre i partiti spendono i soldi dei rimborsi elettorali che noi rifiutiamo, attingendo dalle nostre tasse, noi chiediamo micro donazioni libere e volontarie da parte di tutti i cittadini! Grazie ancora a Giovanni per questa splendida sorpresa e a tutti quelli che hanno già donato per sostenere la nostra campagna elettorale. Abbiamo ancora bisogno del vostro aiuto per finanziare le nostre bellissime “Piazze a 5 Stelle“. Grazie! Donazione è partecipazione! Per donare clicca qui!”

Giancarlo Cancelleri, candidato presidente alla Regione Siciliana per il M5S

.

I parlamentari regionali siciliani percepiranno uno stipendio di massimo 5.000 euro lordi al mese e rinunciano ai cosiddetti rimborsi elettorali. Guarda tutti i video di Beppe Grillo in Sicilia su http://www.beppegrillo.it/tour_sicilia_2012.html

Share