SCIACCA, SEGNALETICA ORIZZONTALE IN VIA OVIDIO: URGE INTERVENTO

Alcuni nostri concittadini hanno segnalato un problema all’Assemblea permanente del M5S di Sciacca che vogliamo girare immediatamente al Sindaco, avv. Fabrizio di Paola, affinché si possa trovare una celere soluzione.

Sciacca, Via Ovidio 7
Sciacca, Via Ovidio

Si tratta dei residenti della Via Ovidio che hanno voluto evidenziarci le difficoltà, soprattutto per chi tra loro è più avanti con l’età, di attraversare la strada a causa dell’assenza di strisce pedonali, in particolare nelle ore in cui insiste un maggior traffico veicolare. Ci hanno precisato che l’anno scorso avevano sollevato il problema all’Urp del Comune di Sciacca, ma non hanno avuto più alcun riscontro.

Siamo andati a verificare e, come segnalatoci, ai bordi della carreggiata, all’altezza dei numeri civici 7 e 11, esistono due tracce ormai quasi impercettibili di attraversamenti pedonali che di fatto non possono essere ritenuti tali.

Andrebbe pertanto rifatta la segnaletica orizzontale al fine di garantire maggiore sicurezza per tutti coloro, in particolar modo bambini e anziani, residenti e non, che si trovano ad attraversare la Via Ovidio.

Siamo certi che l’Amministrazione comunale vorrà provvedere tempestivamente

Share

“CHI CI GUADAGNA DA QUESTE PERDITE IDRICHE?”

perdita-idrica-girgenti-acque-1

La rete idrica di Sciacca è una rete vetusta, una rete colabrodo, come tante altre della nostra ex provincia.

Percorrendo in lungo e in largo la nostra città, specie nei giorni in cui viene garantita l’erogazione dell’acqua, ci si accorge, anche se a volte non ci facciamo più caso, che le strade sono bagnate.

Potremmo citare diversi esempi ma ci soffermiamo su uno in particolare per alcune riflessioni.

Sulla via Amendola, chiusa al traffico per lavori di manutenzione, insiste un fiumiciattolo. I residenti lo ricordano da tempo, e da tempo immemore. Gli stessi cittadini saccensi che si trovano a transitare per quella strada ricordano i tanti interventi della Girgenti Acque eseguiti sulla stessa via, anche se in punti differenti, come se l’acqua riaffiorasse dove meno te l’aspetti. Li ricordano auspicando un intervento risolutivo che ancora non è arrivato. Su questa come su altre strade principali, l’acqua presente può determinare un pericolo per la viabilità, oltre che uno spreco in termini di costi per la collettività.

perdita-idrica-girgenti-acque-2Ci chiediamo allora, e lo facciamo ad alta voce: chi ci guadagna da queste perdite? I cittadini di certo no, che non le loro esose bollette finiscono per pagare anche l’acqua che si perde per la strada. Le “perdite” d’acqua, infatti, vengono conteggiate dal gestore sulla fatturazione all’utenza finale come tutte le “perdite” del proprio bilancio, compresi i costi per le continue riparazioni, anche sulle stesse vie. Non ci guadagna neppure la città che in termini d’immagine, tra buche e rigagnoli, rilascia un impressione degna della migliore Beirut.

Chiediamo allora, alla nostra amministrazione e a nome di tutti i cittadini saccensi, di intervenire presso il gestore affinché gli interventi di manutenzione della rete idrica siano risolutivi e non determinino altre “perdite”. Sulla Via Amendola, visto che attualmente risulta chiusa al traffico, non sarebbe il caso, facendo di necessità virtù, approffitarne? Non sarebbe il caso di invitare il gestore ad eseguire un intervento massivo che metta la parola fine a questo spettacolo indecoroso?

Ce lo chiediamo, e con noi se lo chiedono i residenti e non di case prospicienti i fiumiciattoli e i rigagnoli, simbolo dello spreco e simbolo della cattiva gestione delle nostre risorse idriche.

Assemblea del M5S di Sciacca

Share

Segnaletica orizzontale in Via Ovidio: ora ci siamo “chiariti”

via_ovidio-sciacca

Avevamo girato al nostro sindaco, circa un mese fa, una segnalazione ricevuta da alcuni nostri concittadini residenti della Via Ovidio che ci rappresentavano le difficoltà, soprattutto per chi di loro è più avanti con l’età, di attraversare la strada, in particolare nelle ore in cui vi è un maggior traffico veicolare, per via dell’assenza di strisce pedonali.

All’altezza dei numeri civici 7 e 11 esistevano due attraversamenti pedonali sbiaditi, come se non ci fossero, che avevamo chiesto di rimarcare al fine di rendere più chiara la segnaletica orizzontale e garantire la sicurezza di tutti coloro che si trovano ad attraversare quel tratto di strada.

Siamo lieti di certificare che dal Comune hanno finalmente provveduto e all’Amministrazione giriamo, questa volta, i ringraziamenti dei cittadini che si erano rivolti a noi per segnalarci il problema.

Share

Segnaletica orizzontale in Via Ovidio: urge intervento

sciacca_via_ovidio

Alcuni nostri concittadini hanno segnalato un problema al Meetup Sciacca 5 Stelle che vogliamo girare immediatamente al sindaco, avv. Fabrizio di Paola, affinché si possa trovare una celere soluzione.

Si tratta dei residenti della Via Ovidio che hanno voluto evidenziarci le difficoltà, soprattutto per chi tra loro è più avanti con l’età, di attraversare la strada a causa dell’assenza di strisce pedonali, in particolare nelle ore in cui insiste un maggior traffico veicolare. Ci hanno precisato che l’anno scorso avevano sollevato il problema all’Urp del Comune di Sciacca, ma non hanno avuto più alcun riscontro.

Siamo andati a verificare e, come segnalatoci, ai bordi della carreggiata, all’altezza dei numeri civici 7 e 11, esistono due tracce ormai quasi impercettibili di attraversamenti pedonali che di fatto non possono essere ritenuti tali.

Andrebbe pertanto rifatta la segnaletica orizzontale al fine di garantire maggiore sicurezza per tutti coloro, in particolar modo bambini e anziani, residenti e non, che si trovano ad attraversare la Via Ovidio.

Siamo certi che l’amministrazione comunale vorrà provvedere tempestivamente.

Le immagini sottostanti, prelevate da Street View di Google Maps, risalgono al 2010 e anche all’epoca le strisce pedonali erano ormai sparite.

 

Share

Sciacca, la trovi anche a naso

IMG_20140623_164028

A seguito delle lamentele da parte di alcuni residenti di Via Pagani, il Meetup Sciacca 5 Stelle ha effettuato un sopralluogo sotto il cavalcavia che sovrapassa la ‘variante’, all’ingresso di Sciacca.

A prima vista, ma sarebbe meglio dire a ‘primo olfatto’, ci si è presentata una situazione da voltastomaco. Da quello che una volta era un pozzetto di raccolta, oggi completamente scoperchiato a costituire un’originale vasca a cielo aperto, i nostri occhi hanno visto affiorare acque di colore, consistenza e fetore che, per citare un famoso film, “voi umani non immaginate neanche”. Le acque fuoriuscenti si mescolano a quelle provenienti da una canaletta a monte, per proseguire a valle costeggiando la Via Pagani in un canaletta, anch’essa a cielo aperto.

Sperimentando sulla nostra pelle, o meglio sulle nostre narici, quello che i residenti della zona vivono ogni giorno, abbiamo seguito il percorso di questa disgustosa miscela maleodorante, sino a un canalone che costeggia il corso del Cansalamone e che scompare sotto la strada che oggi sorge sul vecchio letto e che conduce direttamente allo Stazzone.

All’Amministrazione comunale chiediamo quale sia la loro meta finale, come mai seguano un percorso a cielo aperto e, soprattutto, quale la sia la loro natura, anche se le nostre narici sembrano gridare la risposta a quest’ultimo interrogativo.

Nell’attesa, non possiamo che constatare il degrado di una delle zone d’ingresso alla città di Sciacca che finisce per riservare ai turisti, inebriandoli d’un rivoltante lezzo, un benvenuto medievale.

Meetup Sciacca 5 Stelle

IMG_20140623_164940

Share