#M5S, Angelo Parisi assessore designato ai Rifiuti. L’ingegnere convinto sostenitore delle rinnovabili #SceglieteilFuturo #CancelleriPresidente #Sicilia

Il quinto nome della giunta pentastellata, in caso di vittoria di Cancelleri, è quello di un 45enne ingegnere ambientale, che cinque anni fa si è avvicinato al Movimento. Consulente della deputata regionale Angela Foti, ha contribuito a redigere il programma dei pentastellati in un settore in cui promettono una rivoluzione.

Di SALVO CATALANO

È Angelo Parisi l’assessore designato del Movimento cinque stelle ai Rifiuti. Ingegnere ambientale di Leonforte e laureato all’Università di Catania, il 45enne tecnico poco mediatico è la figura che Giancarlo Cancelleri ha scelto per guidare uno dei dipartimenti più delicati e su cui i pentastellati annunciano una rivoluzione, nel caso di vittoria. Il candidato alla presidenza ha approfittato ieri delle tappe in provincia di Enna, a Troina Piazza Armerina, per annunciare la nomina dell’ingegnere di Leonforte.

«Bisogna smetterla di considerare i rifiuti un problema – sono le prime parole di Parisi dopo la nomina – questi devono diventare quello che sono: una risorsa da sfruttare anche per creare nuovi posti di lavoro. E le discariche lentamente devono essere dismesse, fino a sparire completamente entro il 2050. I rifiuti devono assumere un percorso circolare che li porti ad essere riutilizzati. Il recupero della materie come i metalli e le plastiche non solo porterà a minore occupazione di spazi nelle discariche che vanno inesorabilmente verso l’esaurimento, ma potranno essere fonte di guadagno e occupazione. Come la raccolta porta a porta, che va incentivata al massimo».

Parisi si è avvicinato al Movimento già cinque anni fa e ha avuto modo di collaborare sia alla stesura del programma di Cancelleri che a numerose iniziative in giro per la Sicilia. Fa parte del comitato Cetri, il Circolo Europeo per la Terza Rivoluzione Industriale, un’associazione nata nel 2010 composta da cittadini ed esperti in vari settori delle scienze economiche, tecniche e sociali «che condividono – si legge sul sito – la visione di un nuovo modello energetico distribuito, interattivo e democratico come proposto da Jeremy Rifkin nelle sue varie opere, riassunte ed organicamente organizzate nel suo ultimo libro La Terza Rivoluzione Industriale». All’interno del Cetri spende in particolare le sue qualifiche di progettista di impianti fotovoltaici ed esperto di modelli economici innovativi per le Fonti di energie rinnovabili.

Proprio per queste sue specificità, nel 2016 è stato consulente a pagamento della deputata regionale Angela Foti. In quell’occasione, insieme ad altri professionisti, ha contribuito a redigere il documento Sicilia post carbon, che sintetizza le linee programmatiche del Movimento in tema di energia e rinnovabili. «C’è stata sin da subito una perfetta coincidenza dei nostri principi ispiratori – spiega Foti – in particolare condividiamo l’approccio per cui l’energia è un diritto democratico naturale, così come lo sono l’acqua e il cibo». Parisi ha anche collaborato, durante la campagna elettorale di Ugo Forello per le Amministrative di Palermo, al piano energetico per il capoluogo.

L’ingegnere è il quinto assessore designato da Cancelleri, segue al ragioniere comisano Salvo Corallo, alle Infrastrutture; all’avvocato Giampiero Trizzino all’Ambiente, all’agronoma Federica Argentatiall’Agricoltura e all’informatico, ex sindaco di Licata, Angelo Cambiano agli Enti locali. 

Fonte: meridionews.it

Share

#CancelleriPresidente, Di Battista e Di Maio a #Sciacca il 31 ottobre prossimo – #SceglieteilFuturo #M5S #Sicilia

Siamo l’unica forza politica che ha mantenuto gli impegni presi rinunciando alle auto blu, ai vitalizi e ai maxi stipendi.

Siamo stati i parlamentari all’ARS più produttivi con oltre 2000 atti parlamentari prodotti.

Abbiamo restituito in 5 anni quasi 4 milioni di euro che sono stati utilizzati per progetti concreti per la Sicilia.

Abbiamo portato avanti 5 anni di dura opposizione per difendere il nostro territorio e i diritti dei siciliani dai disastrosi danni provocati da oltre vent’anni di cattiva politica.

👉 Adesso abbiamo l’occasione per cambiare rotta! Manca poco per farcela. I numeri dei sondaggi dicono che siamo vicini al traguardo.

Convinciamo amici, parenti, indecisi e coloro che voglio astenersi dall’esprimere una preferenza. Non lasciamoci scappare questa grande opportunità di riappropriarci del nostro presente e futuro: per noi e per i nostri figli!

Portiamo tutti a votare per una Sicilia diversa, nuova, pulita e soprattutto libera!

✍️Vi aspettiamo a Sciacca in Piazza Angelo Scandaliato per il comizio del 31 Ottobre alle ore 21:00.

Insieme a noi, ancora una volta hanno scelto di essere presenti in difesa del nostro territorio il candidato alla presidenza Giancarlo Cancelleri, il portavoce alla camera dei deputati Alessandro Di Battista, il vicepresidente della camera Luigi Di Maio, il portavoce all’ARS Matteo Mangiacavallo e tutti gli altri candidati della Provincia di Agrigento.

L’appuntamento e’ a Sciacca per martedi’ prossimo, 31 ottobre, in Piazza Angelo Scandaliato alle ore 21:00.

Siamo vicini alla storia. Arriviamoci insieme!

Share

Il voto in #Sicilia è più importante del referendum costituzionale #SceglieteilFuturo #CancelleriPresidente #M5S

di Luigi Di Maio

Il presidente del Senato Grasso è uscito dal Pd perché con la vergognosa approvazione della legge elettorale Rosatellum sono state messe in imbarazzo le istituzioni. Ora nel Pd sono rimasti solo Renzi, i Renzi boys e Verdini. Il Pd di Renzi insomma è quello dove il condannato Verdini si sente a suo agio e quello da cui il procuratore nazionale antimafia Grasso esce sbattendo la porta. Mattarella dovrà tenere conto del gesto della seconda carica dello Stato al momento della firma di questa legge elettorale incostituzionale.

Io sono ancora in Sicilia e ci rimarrò fino alla fine al fianco di Giancarlo Cancelleri. Questo week end con noi ci saranno anche Beppe Grillo e Alessandro Di Battista e ci vedremo il 28 a Catania e il 29 a Palermo.

Qui sarà una corsa all’ultimo voto, i sondaggi ci danno testa a testa con Musumeci e la sua banda di impresentabili condannati e arrestati. Quello del 5 novembre è un referendum, più importante di quello costituzionale. Si sceglie tra il passato e il futuro. Tra la legalità e la corruttibilità. Tra le facce giovani e pulite di Giancarlo e della sua squadra e quelle vecchie e stantie di quelli che hanno devastato la Sicilia: Miccichè, Genovese, Cuffaro e Lombardo nascosti dietro Musumeci.

La priorità è andare a votare in massa e convincere quante più persone possibili a farlo. Oggi ho letto che un quarto dei siciliani non sa ancora che il 5 novembre si vota. Questo a causa soprattutto dei media nazionali che stanno nascondendo queste votazioni per fare un favore agli impresentabili e un torto ai cittadini liberi. Il nostro compito è informare e farlo sapere a tutti. Mancano 7 giorni alla fine di questa campagna elettorale. Non molliamo proprio ora. Forza!

Ps: sostieni la campagna in Sicilia con una donazione —> http://www.giancarlocancelleri.it/donazioni/

ECCO TUTTE LE TAPPE DEL TOUR IN SICILIA #SCEGLIETEILFUTURO. PASSATE PAROLA E RAGGIUNGETECI!

27 ottobre
Ore 15:30 Villafranca Tirrena
Ore 18:00 Milazzo
Piazza Caio Duilio
Ore 21:00 Messina
Piazza Cairoli

28 ottobre
Ore 16:00 fino alle 23:00 Catania Day
Il #Cataniaday inizierà con una passeggiata di 10 chilometri, a cui parteciperanno Beppe e vari parlamentari nazionali e siciliani, con partenza alle 15.30 da Acitrezza, Via Lungomare dei Ciclopi (altezza Porto Nuovo) e arrivo alle 19 circa in Piazza Università, dove ci incontreremo tutti alle 21 per il comizio.
Ore 18:00 Augusta
Piazza Duomo
Ore 21:00 comizio a Catania
Piazza Università

29 ottobre
Ore 9:00 fino alle 22:00 Palermo Day
Un’intera giornata per le vie della città, saremo in tutte le piazze, strade e mercati per incontrare il maggior numero possibile di persone

30 ottobre
Ore 21:00 Trapani

31 ottobre
Ore 18:00 Alcamo
Corso VI Aprile (attraverso Piazza Ciullo d’Alcamo)
Ore 21:00 Sciacca

1 novembre
Ore 21:00 Agrigento
Piazza Cavour

2 novembre
Ore 18:00 Niscemi
Ore 21:00 comizio a Caltanissetta

3 novembre
Ore 21:00 comizio finale a Palermo
Piazza Verdi

Share

Domani Open Day Rousseau a #Catania – #SceglieteilFuturo #CancelleriPresidente #M5S #Sicilia

di MoVimento 5 Stelle

Prima tappa in Sicilia per l’Open Day di Rousseau. La piattaforma di democrazia diretta del MoVimento 5 Stelle arriva a sostegno di Giancarlo Cancelleri, che potrà contare anche sul supporto di Rousseau per cambiare la Sicilia. L’occasione per spiegare il funzionamento della piattaforma ad attivisti e curiosi sarà l’evento in programma a Catania sabato 28 ottobre dalle 10.30 alle 12 al Camplus College di via San Vincenzo de’ Paoli 2.

La Sicilia non è la prima né l’ultima tappa degli open day in cui Enrica Sabatini e i vari responsabili delle differenti funzioni illustrano il funzionamento del primo strumento di democrazia diretta del nostro Paese.

A Catania saranno presenti Nunzia Catalfo e Manlio Di Stefano come referenti di lex Parlamento, Nicola Morra come referente di e-learning, Paola Taverna come referente activism ed Enrica Sabatini come coordinatrice degli Open Day.

SOSTIENI ANCHE TU ROUSSEAU CON UNA DONAZIONE –> 👍👍👍

Share

Ponte crollato in #Sicilia, dopo sei anni pendolari ancora senza treni! #SceglieteIlFuturo #CancelleriPresidente #M5S

di MoVimento 5 Stelle

Da quando nel 2011 è crollato il ponte della tratta ferroviaria Gela-Caltagirone, usata ogni giorno da migliaia di pendolari siciliani, né il Governo né la Regione Siciliana ad oggi hanno fatto nulla. Lo ha appena ammesso lo stesso Ministero dei Trasporti che, rispondendo al question time promosso in Commissione dal deputato 5 stelle Diego De Lorenzis, ‘ha manifestato la disponibilità ad avviare un tavolo di confronto con RFI e Regione Siciliana’.

Dopo sei anni di immobilismo da parte dei vari Governi di destra e di sinistra che si sono susseguiti, il Ministero dei Trasporti aveva bisogno di essere interrogato dal MoVimento 5 Stelle per produrre una semplice dichiarazione d’intenti? Questa risposta è offensiva per i cittadini e per un servizio essenziale come quello del trasporto pubblico.

Lo abbiamo visto nei giorni scorsi con i nostri occhi durante il tour del MoVimento 5 Stelle per le elezioni regionali in Sicilia: una ferrovia letteralmente spezzata dal crollo di un ponte, evidentemente mal progettato, che serviva centinaia di studenti, lavoratori e turisti ogni giorno e la cui definitiva demolizione, a detta del Ministero dei Trasporti, è costata finora quasi 2 miliardi di euro. Una vergogna senza fine. Il Governo ci ha inoltre risposto che la messa a norma dell’infrastruttura è stimata all’incirca in 90 milioni di euro.

Delrio, così come Renzi e Berlusconi, resuscitano periodicamente progetti di grandi opere inutili come il Ponte sullo Stretto che costano decine di miliardi di euro ai contribuenti italiani ma poi non riescono mai a trovare poche decine di milioni per ripristinare un ponte utilissimo in aree scarsamente infrastrutturate che ne hanno necessità immediata. Questo è l’emblema della malapolitica, in Sicilia come nel resto d’Italia. Ecco cosa hanno prodotto sei anni di partitocrazia: disservizi, sprechi e disagi. E’ ora di mandarli a casa e scegliere un Governo a 5 stelle!

Ponte ferroviario crollato in Sicilia

Da Caltagirone verso Niscemi, la linea ferroviaria è interrotta da maggio 2011 per la caduta di un ponte. Impressionante.

Pubblicato da Mirella Liuzzi – Portavoce M5S su Sabato 21 ottobre 2017

Share

A #Catania e #Palermo per un week end indimenticabile! #SceglieteIlFuturo #CancelleriPresidente #M5S #Sicilia

di Giancarlo Cancelleri

Sabato 28 ottobre ci sarà Beppe a Catania! Con lui arriveranno tantissimi portavoce nazionali ed europei; ci saranno anche Alessandro Di Battista e Luigi Di Maio (al mio fianco da mesi) che arricchiranno la carovana dello #SceglieteilFuturo tour.

Il #Cataniaday inizierà con una passeggiata di 10 chilometri
, a cui parteciperanno Beppe e vari parlamentari nazionali e siciliani, con partenza alle 15.30 da Acitrezza, Via Lungomare dei Ciclopi (altezza Porto Nuovo) e arrivo alle 19 circa in Piazza Università, dove ci incontreremo tutti alle 21 per il comizio.

Domenica 29 ci sposteremo tutti insieme a Palermo per il #PalermoDay. Un’intera giornata per le vie della città, saremo in tutte le piazze, strade e mercati per incontrare il maggior numero possibile di persone. Ci aspetta un week end indimenticabile! Manca poco, non mancate! 💪🏻

Ps: sostienici con una donazione —> http://www.giancarlocancelleri.it/donazioni/

ECCO TUTTE LE TAPPE DEL TOUR IN SICILIA #SCEGLIETEILFUTURO. PASSATE PAROLA E RAGGIUNGETECI!

27 ottobre
Ore 15:30 Villafranca Tirrena
Ore 18:00 Milazzo
Piazza Caio Duilio
Ore 21:00 Messina
Piazza Cairoli

28 ottobre
Ore 16:00 fino alle 23:00 Catania Day
Pomeriggio a Catania in compagnia dei portavoce regionali, nazionali ed europei
Ore 18:00 Augusta
Piazza Duomo
Ore 21:00 comizio a Catania
Piazza Università

29 ottobre
Ore 9:00 fino alle 22:00 Palermo Day
Intera giornata a Palermo in compagnia dei portavoce regionali, nazionali ed europei

30 ottobre
Ore 21:00 Trapani

31 ottobre
Ore 18:00 Alcamo
Corso VI Aprile (attraverso Piazza Ciullo d’Alcamo)
Ore 21:00 Sciacca

1 novembre
Ore 21:00 Agrigento
Piazza Cavour

2 novembre
Ore 18:00 Niscemi
Ore 21:00 comizio a Caltanissetta

3 novembre
Ore 21:00 comizio finale a Palermo
Piazza Verdi

Share

Un altro condannato. La lista di Musumeci è Impresentabilissima #SceglieteilFuturo #CancelleriPresidente #M5S

di Giancarlo Cancelleri

Avanti il prossimo! Mi è appena giunta la notizia. C’è un nuovo condannato nelle liste di Musumeci e questa volta è addirittura nella sua lista personale “Diventerà bellissima” che intanto è diventata impresentabilissima. Si aprono le scommesse sulle scuse che avanzerà questa volta Ponzio Pilato Musumeci.

Il condannato di oggi è Ernesto Calogero. L’ex consigliere provinciale è stato arrestato nel 2009 nell’ambito dell’operazione Atena, inchiesta sulla compravendita di diplomi scoppiata a Gela, e condannato nel febbraio 2017 in primo grado a quattro anni. Si viene a sapere solo oggi e chissà… magari da qui al 5 novembre ne usciranno fuori altri.

La credibilità di Musumeci è ridotta a zero. La sua proposta ai siciliani si sintetizza in 3 punti: impresentabili, Miccichè e Cuffaro. Programmi zero. Peggio di così non si può. Siciliani: il 5 novembre rifiutate chi ha distrutto la nostra terra, andate a votare in massa e accogliete il cambiamento!

Il 5 novembre #SceglieteIlFuturo!

Ps: sostienici con una donazione —> http://www.giancarlocancelleri.it/donazioni/

ECCO TUTTE LE TAPPE DEL TOUR IN SICILIA #SCEGLIETEILFUTURO. PASSATE PAROLA E RAGGIUNGETECI!

27 ottobre
Ore 15:30 Villafranca Tirrena
Ore 18:00 Milazzo
Piazza Caio Duilio
Ore 21:00 Messina
Piazza Cairoli

28 ottobre
Ore 16:00 fino alle 23:00 Catania Day
Pomeriggio a Catania in compagnia dei portavoce regionali, nazionali ed europei
Ore 18:00 Augusta
Piazza Duomo
Ore 21:00 comizio a Catania
Piazza Università

29 ottobre
Ore 9:00 fino alle 22:00 Palermo Day
Intera giornata a Palermo in compagnia dei portavoce regionali, nazionali ed europei

30 ottobre
Ore 21:00 Trapani

31 ottobre
Ore 18:00 Alcamo
Corso VI Aprile (attraverso Piazza Ciullo d’Alcamo)
Ore 21:00 Sciacca

1 novembre
Ore 21:00 Agrigento
Piazza Cavour

2 novembre
Ore 18:00 Niscemi
Ore 21:00 comizio a Caltanissetta

3 novembre
Ore 21:00 comizio finale a Palermo
Piazza Verdi

Share

Se voti Musumeci, vince Miccichè – #SceglieteilFuturo #M5S #CancelleriPresidente #Sicilia

di Giancarlo Cancelleri

In questi giorni sto girando in lungo e in largo la Sicilia per presentare il nostro programma di governo. Ci incontriamo con i cittadini nelle piazze che sono sempre piene di entusiasmo e affetto. Ieri tra una tappa e l’altra ho letto che Musumeci ha fatto appello agli elettori del centrosinistra. Mi sono fatto una sonora risata e mi sono rimesso in marcia.

La situazione è questa. Musumeci sta perdendo buona parte dei suoi elettori perchè non tollera la presenza degli impresentabili arrestati e condannati nelle sue liste, ma soprattutto non sopportano il fatto che dietro di lui si nasconda Miccichè che è il vero candidato presidente visto che qualche settimana fa ha detto di avere già pronti 18 nomi per gli assessorati. Miccichè è solo uno di quelli che Musumeci si porta dietro e che hanno devastato la nostra terra. Dietro di lui c’è anche Cuffaro, Genovese e addirittura gente che fino a ieri stava dentro il governo Crocetta. Il peggio degli ultimi 15 anni della Sicilia. E se i suoi stanno decidendo di non votarlo, figurarsi se i cittadini che in passato hanno votato centrosinistra daranno il voto a lui per far vincere Miccichè.

Perché, e questo è bene che si sappia, se voti Musumeci vince Miccichè. Con la schiera di impresentabili condannati e arrestati e portandosi dietro l’accozzaglia di politicanti che ha distrutto la Sicilia, in totale assenza di un programma, Musumeci ha perso qualsiasi credibilità. Con il disperato appello al centrosinistra però perlomeno ci regala una risata e di questo gli va dato atto. Sono l’unico candidato presidente che presenta un programma, o meglio, un progetto per il futuro della Sicilia e sono l’unico a non dover affrontare l’imbarazzo degli impresentabili perchè le nostre liste sono linde e pulite come la mia camicia bianca. Il 29 ottobre Lucia Annunziata ha invitato tutti i candidati presidenti a partecipare a un confronto sui programmi in diretta televisiva sulla RAI. Spero che tutti i candidati accettino e che Musumeci smetta finalmente di scappare e si confronti sulla dialettica faccia a faccia da uomo, piuttosto che limitarsi agli insulti a distanza, che a me non scalfiscono, ma che lo fanno vedere per quello che è: un uomo nervoso e preoccupato. Spero che questa domenica riesca a rilassarsi.

Noi continuiamo a viaggiare. Alle 12 con Luigi Di Maio saremo a Vittoria, alle 15.30 a Francofonte, poi faremo tappa a Priolo (patria del sindaco candidato e arrestato, ora dimessosi) e infine chiuderemo la giornata alle 21 in piazza a Siracusa. Non ci fermiamo mai! E’ una corsa all’ultimo voto per non far tornare Miccichè e tutti quelli che hanno distrutto la Sicilia. Ci vediamo in piazza. #SceglieteIlFuturo!

ECCO LE TAPPE DEL TOUR IN SICILIA #SCEGLIETEILFUTURO. PASSATE PAROLA E RAGGIUNGETECI!

22 ottobre
ore 12:00 Vittoria
incrocio Via Cavour con Via Milano, Vittoria – c/o Isola Pedonale
Ore 15:30 Francofonte
Piazza Dante Alighieri
Ore 18:00 Priolo
Piazza Vittime del Femminicidio (Ex-Piazza Reno)
Ore 21:00 Siracusa
Piazza Santa Lucia, 96100 Siracusa SR, Italia

23 ottobre
Ore 15:30 Misterbianco
via Giordano Bruno 124 – Piazza XXV Aprile – Piazza Mazzini
Ore 18:00 Paternò
Via Vittorio Emanuele
Ore 21:00 Acireale
Largo Giovanni XXIII (Sotto L’arco del Vescovo)

24 ottobre
Ore 18:00 Caltagirone
Piazza Municipio
Ore 21:00 Enna
Piazza Vittorio Emanuele

27 ottobre
Ore 15:30 Villafranca Tirrena
Ore 18:00 Milazzo
Piazza Caio Duilio?
Ore 21:00 Messina
Piazza Cairoli

28 ottobre
Ore 16:00 fino alle 23:00 Catania Day
Pomeriggio a Catania in compagnia dei portavoce regionali, nazionali ed europei
Ore 18:00 Augusta
Piazza Duomo
Ore 21:00 comizio a Catania
Piazza Università

29 ottobre
Ore 9:00 fino alle 22:00 Palermo Day
Intera giornata a Palermo in compagnia dei portavoce regionali, nazionali ed europei

30 ottobre
Ore 21:00 Trapani

31 ottobre
Ore 18:00 Alcamo
Corso VI Aprile (attraverso Piazza Ciullo d’Alcamo)
Ore 21:00 Sciacca

1 novembre
Ore 21:00 Agrigento
Piazza Cavour

2 novembre
Ore 18:00 Niscemi
Ore 21:00 comizio a Caltanissetta

3 novembre
Ore 21:00 comizio finale a Palermo
Piazza Verdi

Share

TUTTE LE TAPPE DEL TOUR IN #SICILIA #SCEGLIETEILFUTURO #M5S #CANCELLERIPRESIDENTE

PASSATE PAROLA E RAGGIUNGETECI!

20 ottobre 

  • Ore 15:30 Mazara del Vallo
  • Ore 18:00 Partanna
  • Ore 21:00 Ribera

21 ottobre

  • Ore 9:30 Sciacca
  • Ore 12:00 Valle dei Templi
  • Ore 18:00 Gela
  • Ore 21:00 Ragusa

22 ottobre

  • Ore 12:00 Vittoria
  • Ore 15:30 Francofonte
  • Ore 18:00 Priolo
  • Ore 21:00 Siracusa

23 ottobre

  • Ore 15:30 Misterbianco
  • Ore 18:00 Paternò
  • Ore 21:00 Acireale

24 ottobre

  • Ore 18:00 Caltagirone
  • Ore 21:00 Enna

27 ottobre 

  • Ore 15:30 Villafranca Tirrena
  • Ore 18:00 Milazzo
  • Ore 21:00 Messina

28 ottobre 

  • Ore 16:00 fino alle 23:00 Catania Day – Pomeriggio a Catania in compagnia dei portavoce regionali, nazionali ed europei
  • Ore 18:00 Augusta
  • Ore 21:00 comizio a Catania

29 ottobre

  • Ore 9:00 fino alle 22:00 Palermo Day – Intera giornata a Palermo in compagnia dei portavoce regionali, nazionali ed europei

30 ottobre 

  • Ore 21:00 Trapani

31 ottobre

  • Ore 18:00 Alcamo
  • Ore 21:00 Sciacca

1 novembre 

  • Ore 21:00 Agrigento

2 novembre 

  • Ore 18:00 Caltanissetta
  • Ore 21:00 comizio a Caltanissetta

3 novembre 

  • Ore 21:00 comizio finale a Palermo
Share

#Sicilia, ti voglio bene. Ma adesso svegliati! – #M5S #CANCELLERIPRESIDENTE #SCEGLIETEILFUTURO

di Luigi DI Maio

Negli ultimi due mesi e mezzo ho passato la maggior parte del mio tempo in Sicilia.
Me ne sono innamorato. Ho percorso almeno 7000 km insieme a Giancarlo Cancelleri e ho incontrato i cittadini di almeno 150 comuni. Ho conosciuto migliaia di persone e l’ho girata veramente tutta, per farci conoscere e raccontare il nostro programma. Quando ti innamori di una persona, impari ad amare le sue qualità ma anche i suoi difetti, ami la sua personalità con anche tutte le sue contraddizioni. Ti ci arrabbi quando fa sempre gli stessi errori, perché gli vuoi bene.

Per la Sicilia è lo stesso. I Siciliani sono un popolo di un ottimismo inossidabile e una accoglienza ineguagliabile, ma anche un popolo che non ha saputo riconoscere i suoi aguzzini politici riconsegnandogli incautamente per decenni la loro Regione e il suo Statuto speciale, vera arma usata contro di loro.

Quando percorro le strade Siciliane, resto sempre incantato dalla bellezza del suo paesaggio: è come se rivedessi in una sola isola tutte le cose belle che avevo visto in giro per il mondo, dopo anni ed anni di viaggi.

In ogni dove c’è uno spettacolo da ammirare e per cui restare incantati. Ma mentre ne resto incantato, mi chiedo pure come sia possibile che sia l’ultima regione per occupazione giovanile, la prima per rischio povertà, l’ultima per tasse riscosse e da sola non mette insieme i turisti della città di Rimini.

La colpa è sicuramente della politica che ha usato quella Regione come un bancomat, ma la responsabilità è anche di chi ha scelto quella classe dirigente per troppo tempo.
Non punto il dito contro nessuno. Tutti facciamo errori. In primis io.

Ma adesso è il momento di rialzarsi e soprattutto smetterla con le scuse.

Vi voglio bene e ve lo dico da Campano (regione subito dopo la vostra per indici negativi): essere disoccupati non è una buona scusa per cedere al voto di scambio. Avere un figlio senza lavoro non è un buon motivo per dire “votiamo tutti l’onorevole perché mi ha promesso che lo sistema”. Avere avuto un favore perché non potevate vantare un diritto in ospedale per un vostro caro, non è un buon motivo per svendersi il diritto al voto. “Non ho mai avuto niente dalla politica” non è una buona ragione per astenersi e non votare. Continuando così otterrete solo e sempre lo stesso risultato: stare sempre peggio.
È il momento di destarsi.

Siciliani, il 5 novembre avete una grande occasione di riscatto. Mandiamo a casa i nostri aguzzini politici e iniziamo la rimonta di una regione che sta precipitando. Non lasciamo la Sicilia da sola con gli impresentabili: ANDATE A VOTARE IN MASSA E SCEGLIETE IL FUTURO!

Sicilia, ti voglio bene ma adesso svegliati!

Share